toba60

Ucraina: Sì! È una Guerra per Procura e la Nato è un’Estensione del Potere Imperiale degli Stati Uniti

Mentre i cialtroni mediatici e chi li segue si lamentano della guerra, chi l’ha progettata e la gestisce si fa beffe di una mandria di pecore che inneggia alla pace.

Pecore con museruola e torcia in mano

La pace si, ma quella a comando, che viene scandita a più riprese da chi vive nella convinzione che essa sia valida solo per alcuni ma per altri no, se sei russo sei cattivo, ma se fai parte della Nato in combutta con l’Impero Statunitense allora sei il buono e puoi fare il diavolo a quattro ovunque tu vada.

Della guerra in Ucraina non dovrebbe importare nulla a nessuno, (Intermediazione sì, ma non ingerenza nella disputa) la storia insegna che chiunque armi alla mano si sia occupato degli affari degli altri ha fatto solo danni al quadrato, abbiamo già milioni di problemi in casa nostra senza che vi sia bisogno di farsi carico delle difficoltà altrui, disoccupazione, fame, crisi economica considerando che le case distrutte alla stregua di un bombardamento le abbiamo in casa nostra senza tanto sconfinare in Ucraina, basta andare ad Amatrice (Italia) dove la gente vive ancora nei container ( Vedi foto sotto) e gli aiuti forse andrebbero fatti anche alle chilometriche code di Poveri che ogni giorno il governo ci ha regalato (Come premio di tanta abnegazione pandemica) le quali si verificano sistematicamente nei pressi delle Caritas di tutto il Belpaese.

Amatrice nel periodo del Covid

Alle oligarchie votate alla pace non gli bastava la farsa del Covid e nemmeno all’instaurazione di una dittatura perenne in seno all’Unione europea, l’euro e’ stata la ciliegina sulla torta e l’emergenza impellente pare essere adesso la digitalizzazione sociale dell’intero pianeta.

Gli Ucraini è inutile che si lamentino adesso, dovevano farlo prima, hanno eletto loro al governo un criminale patentato come Zelensky e sono stati in silenzio per anni senza che nessuno aprisse bocca, hanno avallato ogni ingerenza statunitense che gli ha venduto armi a gogó e le Fabbriche tecnologicamente avanzate sotto casa per lo sviluppo erano guarda caso tutte batteriologiche.

km di Coda Ogni giorno alla Caritas di Milano

Caro Putin:

pensaci tu e non farti scrupolo sul come farlo, che qua in occidente in tutti questi anni chi si fa paladino della pace ha un concetto assai strano di come devono essere fatte le cose, Libia Siria, Iraq, Congo, Liberia, Haiti, Iran, Yemen Afghanistan, sono solo alcuni esempi, ma ce ne sono tanti altri, per cui non ti dovrebbe essere difficile agire come si conviene e mi raccomando…….

…………spegni sempre il televisore quando vai a casa che potresti imbatterti attraverso qualche canale satellitare in Enrico Mentana, Mario Giordano, Nicola Porro, Lilly Gruber, Fabio Fazio, Bruno Vespa o Roberto Brindisi e la cosa credimi potrebbe Esserti Fatale, perché vedi…..

…..noi in Italia ne sappiamo qualcosa.

Toba60

Sì, è una guerra per procura

Per essere chiari, le prove stanno aumentando che questa è una guerra per procura deliberatamente istigata e perpetuata dall’impero statunitense con l’obiettivo di spodestare Putin. Il che significa che, nonostante tutte le vetrine narrative e lo spin, questa guerra è solo un altro interventismo statunitense di cambio di regime.

Saddam Hussein non era una bella persona, e ha fatto cose cattive. Questo non cambia il fatto che la guerra di cambio di regime di Bush è stata un male tremendo che ha scatenato orrori imperdonabili, e che è stata fatta perché Saddam era diventato scomodo per l’impero statunitense. Lo stesso sta accadendo qui.

Come risultato di aver deliberatamente provocato questa guerra, l’impero statunitense ha:

  • Prodotto il consenso internazionale per una guerra economica senza precedenti orientata a spodestare Putin
  • Trascinato Mosca in un altro pantano militare simile all’Afghanistan
  • Garantito immensi profitti per l’industria bellica
  • Tagliato il business dei combustibili fossili della Russia
  • Ha reso l’Europa ancora più sottomessa agli interessi degli Stati Uniti

La gente dice: “Questa non è una guerra per procura! Come osi chiamarla guerra per procura?”

Versare miliardi di dollari di armi in una nazione straniera per essere usati da combattenti addestrati dalla CIA con l’assistenza diretta e continua dell’intelligence militare statunitense è di fatto l’esatta cosa che è una guerra per procura. Questo è il significato di quelle parole.

Se la guerra in Ucraina non è una guerra per procura, allora non c’è mai stata una guerra per procura.

“Quindi pensi che l’Ucraina dovrebbe semplicemente DARE a Putin il Donbas e la Crimea e la neutralità, per porre fine a una guerra iniziata da Putin?”

No, penso che l’Ucraina dovrebbe sacrificare fiumi di sangue per servire come carne da cannone per procura degli Stati Uniti per anni per prosciugare Mosca, mentre voi state seduti a casa a mangiare Pop Tarts e a twittare.

Penso decisamente che ogni singolo uomo, donna e bambino ucraino dovrebbe essere sacrificato a questa guerra per procura degli Stati Uniti per il dominio geostrategico piuttosto che cedere alcune parti russofone dell’Ucraina orientale che vogliono comunque essere parte della Russia.

Solo un mostro amante di Putin non sarebbe d’accordo.

L’unica posizione umanitaria è quella di continuare il piano degli Stati Uniti di inondare la nazione con armi appena sufficienti a dissanguare la Russia senza effettivamente vincere per anni per sovvertire Mosca nelle grandi manovre a scacchiera di pochi sociopatici a Washington.

Qualsiasi madre ucraina che non sacrificherebbe suo figlio per la remota possibilità di una futura adesione alla NATO e il controllo della Crimea ama Putin e pensa che Putin sia fantastico ed è un apologeta di Putler.

Non mi interessa quante vite ucraine devono essere gettate negli ingranaggi della macchina da guerra imperiale per realizzare questo. Sacrificate ognuno di loro fino all’ultimo bambino urlante, perché io #StandWithUkraine fino al prossimo hashtag alla moda e filtro per le foto del profilo.

Ci sarebbe molta più credibilità per l’argomento che la Russia non ha diritto a nessuna “sfera d’influenza” anche per la presenza di alleanze militari ostili direttamente sul suo confine se gli Stati Uniti non comandassero una “sfera d’influenza” che assomiglia a questa:

La NATO è una “sfera d’influenza”. È un’estensione del potere imperiale degli Stati Uniti. Una delle tante.

Non si può creare unilateralmente una dinamica globale e poi piangere quando gli altri paesi rispondono di conseguenza. È come se gli Stati Uniti rendessero la legge internazionale priva di significato continuando a ignorarla con zero conseguenze e poi sostenessero che un altro paese ha violato la legge internazionale.

Le persone che dicono: “E così la Russia dovrebbe semplicemente dettare se i suoi vicini possono unirsi alla NATO e all’UE?” senza affrontare l’egemonia degli Stati Uniti sono o veramente ignoranti dell’egemonia degli Stati Uniti, volontariamente ignoranti dell’egemonia degli Stati Uniti, o sostenitori dell’egemonia degli Stati Uniti. Non ci sono altre opzioni. E non c’è davvero alcun modo per affrontare la questione in un modo che faccia sembrare la posizione della Russia irragionevole. Semplicemente non è legittimo affermare che Mosca non ha diritto nemmeno al minimo grado di una qualsiasi sfera d’influenza, mentre l’impero statunitense esercita una sfera d’influenza grande quanto la Terra.

Molto favorevole alla politica di Biden di non obliterare deliberatamente tutta la vita terrestre in un olocausto termonucleare, ma fortemente contrario alla sua politica di continuo inasprimento della guerra fredda e delle tensioni per procura in modi che potrebbero facilmente spargere un olocausto termonucleare.

Ho ancora meno di zero rispetto per l’affermazione che ho bisogno di passare più tempo a criticare Putin, come se le critiche senza sosta di ogni singola istituzione governativa e mediatica più potente del mondo occidentale non fossero sufficienti. Non ho alcuna influenza su Putin. Ciò su cui ho un piccolo grado di influenza è la società occidentale che fa il tifo per una guerra per procura che, secondo tutte le prove, viene attivamente prolungata dall’impero occidentale per dissanguare la Russia a spese delle vite degli ucraini.

Dire “Beh, Putin potrebbe semplicemente terminare la sua guerra!” è un contributo utile alla conversazione tanto quanto dire “Beh, agli ucraini potrebbero semplicemente spuntare le ali e volare in un altro paese! Abbiamo la stessa quantità di controllo su entrambe le cose. Io concentro i miei sforzi dove possono fare più bene.

Chiedere di criticare Putin e le potenze occidentali che hanno provocato e sostenuto questa guerra allo stesso modo, o quasi, è una posizione assurda. Per quanto i miei detrattori fedeli all’impero vogliano che sia vero, io non ho un pubblico con Vladimir Putin. Ho un pubblico occidentale.

Le persone diventeranno più povere e vedranno diminuire la loro qualità di vita a causa della guerra economica dell’impero americano con la Russia. La nostra civiltà ha una malattia.

Siamo come un paziente che deperisce mentre il cancro si diffonde nel nostro corpo.

E l’impero statunitense è il tumore maligno.

Caitlin Johnstone

Fonte: caitlinjohnstone.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile secondo le proprie possibilità è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Il mondo visto da Toba60

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code