toba60

CoronaVirus Dietro la Facciata c’è un’Agenda Molto Familiare

E ora prima di leggere questo servizio estremamente facile, sintetico ed essenziale in ogni sua parte, desidero porre in evidenza alcune cose.

Il termine complottista e’ stato da tempo screditato in ogni suo aspetto. Wikipedia fa riferimento alla parola in questo modo:

Una teoria del complotto (o teoria della cospirazione) è una teoria che attribuisce la causa di un evento, o di una catena di eventi (in genere politici, sociali o talvolta anche naturali), a un complotto.

Nulla da eccepire su quanto esposto, con la variabile, ”non da poco” che non considera’ se lo sviluppo sociale, economico, politico, finanziario con tutte le sue ramificazioni, corrisponda si o no a Verita’, alla luce delle considerazioni supportate dai fatti, poste a priori da quelli che chiamano complottisti.

David Icke uno dei capostipiti del complotto, che per anni fu screditato deriso e umiliato per le sue idee, (che oggettivamente all’epoca parevano frutto di un pazzo uscito dal manicomio), non ha sbagliato di una virgola sugli eventi ora in corso d’opera e stiamo parlando di 20 anni or sono.

E’ Bene Saperlo

Dovete sapere tra l’altro che i più’ titolati siti in rete che trattano dell’argomento, sono monopolio assoluto e hanno sovvenzioni da milioni di dollari, proprio da chi in teoria dovrebbe guardarsi da questi canali di informazione.

E’ come un cavallo di troia dove tu dall’interno puoi controllare meglio il nemico.

E ora facciamo un esempio facile facile di quelli che ci sono molto familiari.

Se vuoi mantenere il controllo totale su un paese in fase di cambiamento, devi inserire all’interno di un partito rivoluzionario e popolare una persona che sia congeniale alle élite.

Beppe Grillo e’ stato un formidabile esempio di Cavallo di Troia in collaborazione del suo alter ego Matteo Salvini, oramai in fase di rottamazione, il quale stava perdendo lo smalto passato, in seguito alle oramai troppe prese di posizione in conflitto tra loro.

Uno degli errori più’ comuni dei complottisti sta proprio in questo:

”Guardano dappertutto, ma non all’altezza degli occhi, dove oggettivamente c’è’ la sola direzione da cui possono fare un qualcosa di concreto”.

Toba60 Sempre di Corsa ma al Vostro Fianco

Coronavirus: Nuovo Problema, Stessa Vecchia Reazione

C’era un cartone animato in TV quando ero un po ‘chiamato Pinky and The Brain , guardato da bambini piccoli e ironicamente apprezzato dagli adolescenti di culto (forse lapidati). Seguiva le stravaganti avventure di due topi bianchi che vivevano in un laboratorio scientifico.

C’era un bavaglio nello spettacolo , ad un certo punto Pinky (il topo muto) avrebbe chiesto a The Brain (il topo intelligente) cosa avrebbero fatto stasera, e The Brain avrebbe risposto:

La stessa cosa che facciamo ogni notte Pinky … cerca di conquistare il mondo!

Questa citazione mi passa molto per la testa quando leggo le notizie o seguo Twitter o simili.

Il romanzo coronavirus è ancora quello di cui parlano tutti i media. Mentre molti lamentano l’inazione del governo britannico, altri governi sono tutt’altro che inattivi. Gli “stati di emergenza” continuano a diffondersi e i blocchi stanno diventando più ampi e più forti.

Alla fine, probabilmente a Boris Johnson verrà detto che deve “fare qualcosa” abbastanza da poter bloccare e chiudere tutte le scuole, vietare le riunioni pubbliche e mettere i posti di blocco dell’esercito su tutte le strade. Totalmente contro la sua volontà, capisci. Questo non era assolutamente il piano di sempre?

Questa sembra essere la sola cosa da fare con questa particolare pandemia, e’ semplicemente terrificante, ma e’ il solo modo per indurre il popolo a implorare l’autorità’ e indurlo a fare cose che in altri contesti avrebbe rifiutato con tutte la sue forze. Come vedete il virus per le Élite e’ stato abbastanza conveniente.

Come risponderemo a questa crisi, cervello? ”
“Allo stesso modo in cui rispondiamo ad ogni crisi, Pinky … cerca di conquistare il mondo!”

Guarda la Bolivia, per esempio, dove tre potenti persone hanno riferito di essere risultate positive.

Il loro governo ad interim – il risultato di un colpo di stato militare contro un presidente eletto democraticamente – ha appena dichiarato lo stato di emergenza nazionale. Le scuole sono chiuse Riunioni pubbliche vietate. Potrebbero anche dover annullare le elezioni, previste per maggio di quest’anno. Non sarà triste? Immagino che la Giunta non selezionata dovrà solo continuare a gestire il paese fino alla fine della crisi.

Oh, mentre siamo nella zona, diamo un’occhiata al Venezuela.

Sebbene al momento non sia presente un solo caso di Covid19 (secondo le statistiche ), la politica estera riferisce tuttavia che il Venezuela è un incubo in attesa di accadere:

Il collasso del sistema medico non può gestire da solo un’epidemia di coronavirus.

E persino, potenzialmente, una minaccia globale:

Le azioni del governo che hanno contribuito al collasso del sistema sanitario venezuelano non solo violano il diritto alla salute dei venezuelani, ma ora rappresentano una minaccia per la salute globale.

La soluzione? Bene … prova a indovinare:

La comunità internazionale deve intervenire su […] forti pressioni internazionali sul governo Maduro, comprese sanzioni mirate come il congelamento dei beni e la cancellazione dei visti per i massimi funzionari venezuelani. Dovrebbe esserci anche una spinta alla responsabilità internazionale per i crimini, compresa la tortura, data l’assoluta mancanza di indipendenza giudiziaria nel paese.

In un altro articolo, la politica estera suggerisce anche che la pandemia dovrebbe essere un motivo per sospendere la campagna elettorale presidenziale negli Stati Uniti. Apertura dell’articolo con la riga di presagio:

È tempo di chiedere, durante un periodo di pestilenza, se – e se sì, in quale forma – la democrazia può continuare come al solito.

Il che significa che nessuna grande folla canta il nome di Bernie, nessun dibattito televisivo in cui Biden dimentica dove si trova, e nessuna linea di elettori viene allontanata dalle primarie democratiche per “incomprensioni”.

L’articolo balla persino sull’idea di posticipare il voto stesso. Votare “durante un periodo di pestilenza” può avere un impatto sull’affluenza e sul risultato, sostiene Laurie Garrett. Si ferma a questo, ma solo perché “Orange Man Bad”. Se si fosse trattato di Hillary alla Casa Bianca, non di Trump, i media avrebbero già chiesto in modo clamoroso di rinviare del tutto le elezioni.

Così com’è, si arrangiano con questo:

Il voto effettivo può e dovrebbe procedere con una forte enfasi sulle votazioni per corrispondenza .

Date le irregolarità segnalate intorno alle votazioni postali britanniche nelle elezioni generali dello scorso anno e la loro storica facilità di frode , questo è un suggerimento interessante. (Verrà presto l’idea, un giorno, che tutte le future votazioni saranno fatte digitalmente da casa, a quel punto qualsiasi leggera democrazia rimasta nel sistema degli Stati Uniti sarà completamente eliminata).

Altrove, l’Organizzazione Mondiale della Sanità incoraggia la guerra al contante , il che suggerisce che le persone smettono di usare denaro perché porta malattie.

Altrettanto importante di ciò che ci viene detto che dobbiamo fare, è ciò che ci viene detto che non dobbiamo fare.

Ad esempio, la decisione di Trump di sospendere il viaggio da 26 nazioni dell’UE è stata accolta con derisione (anche se queste stesse pubblicazioni elogiavano in precedenza il “diventare medievale” per la prevenzione della pandemia). È solo perché è Trump? O è perché l’idea di una nazione che si isola per protezione gioca nei tropici del nazionalismo e della sovranità che si scontrano con l’agenda globalista a frontiera aperta?

È difficile da dire, dal momento che così tanti giornalisti criticherebbero la Pace nel mondo o una cura per il cancro se Trump lo causasse.

Forse un indizio si trova in Francia, dove Macron ha vietato le riunioni pubbliche (diciamo buonanotte, Gilets Jaunes) ma ha lasciato i suoi confini aperti, sostenendo che “i virus non portano passaporti” e ammonendo contro il “nazionalismo”. Questo è difficile da conciliare con il presunto pericolo del virus, dato che condivide un confine morbido con l’Italia.

La CBC ha pubblicato un articolo intitolato Perché i divieti di viaggio non funzioneranno per fermare la diffusione di COVID-19 , citando Steven Hoffman, professore di diritto sanitario:

” I divieti di viaggio] non funzionano … Minano la risposta della salute pubblica. Minano la fiducia nei governi e violano il diritto internazionale nel processo. “

È interessante notare che Hoffman usa la stessa frase esatta, parola per parola: “i virus non portano passaporti” . Non so cosa significhi, semmai. Non credo che nessuno abbia mai suggerito che i virus siano muniti di passaporto, ma non comprano i biglietti per il calcio né vanno a teatro.

Che senso ha? La quarantena funziona a livello nazionale, ma non a livello internazionale?

Apparentemente non è sicuro guardare un film con un centinaio di estranei, ma sedersi su un aereo con loro per 10 ore, respirare ( notoriamente antigienica ) l’aria riciclata va benissimo. Mi sembra del tutto irrazionale, ma hey non sono un professore di diritto della salute.

(La mia citazione preferita da quell’articolo: “se le persone vogliono viaggiare, troveranno il modo di farlo. Invece è meglio se le persone viaggiano attraverso canali ufficiali” , soprattutto perché non sono sicuro di come viaggi senza usare “canali ufficiali “. Sembra suggerire che se Virgin Atlantic mi allontanasse dal mio volo per JFK, prenderei semplicemente un kayak, mi dirigerei verso la spiaggia e inizierei a remare.”

Cos’altro non dovresti fare? Bene, leggi la disinformazione ovviamente. La condivisione può essere pericolosa. Assicurati di leggere solo le informazioni governative sanzionate ufficialmente. Segnala tutti gli autori di clic e propagazione della disinformazione.

Non ti preoccupare. Facebook, Apple, Microsoft, Twitter e Google stanno tutti collaborando con lo stato per assicurarti di ottenere solo le informazioni che il governo decide di cui hai bisogno . Elimineranno anche “disinformazione” e “bufale” dalle loro piattaforme . Per proteggerti. Prego.

È divertente, quando ci pensi.

Si scopre che per affrontare al meglio il coronavirus abbiamo bisogno di vietare le grandi proteste pubbliche, introdurre la legge marziale, impedire che i socialisti vengano eletti in Bolivia, effettuare cambi di regime in Venezuela, smettere di usare denaro, votare in digitale o per posta, lasciare i nostri confini ampi aprire, censurare le principali reti di social media e iniziare a imporre la vaccinazione obbligatoria .

Il che è una fortuna, perché volevano farlo comunque.

Kit Knightly

Fonte: https://off-guardian.org

Nuovo Ordine Mondiale
Il governo occulto planetario
Voto medio su 3 recensioni: Sufficiente
€ 15,00

I Maestri Invisibili del Nuovo Ordine Mondiale
I burattinai occulti del potere
Voto medio su 9 recensioni: Buono
€ 20,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code