toba60

Coronavirus: l’Isteria Raggiunge il “Punto di non Ritorno”.

Le dinamiche sociali poste in essere con l’avvento del CoronaVisus hanno superato ogni immaginazione.

Il comportamento scomposto di tutte le popolazioni del mondo, ha messo a nudo quanto sia vulnerabile ogni ragionevole modo di agire, in prossimità’ di una problematica amplificata oltre misura, che inibisce ogni decisione razionale di ogni singolo individuo.

La mente alveare, sogno di ogni leader di potere, si e’ evidenziata in tutta la sua prorompente forza, attraverso un continuo e invocato bisogno di una soluzione, che deve sempre partire da terze persone, deresponsabilizzando ognuno dal prendere una qualsiasi iniziativa, anche solo attraverso una ricerca individuale.

Freud, Jung, Skinner e Fromm fossero vivi oggi, sicuramente si sarebbero dati appuntamento presso un comodo locale di Vienna e compiaciuti da tanta stupidita’ collettiva, braccio alzato e un bicchiere in mano, avrebbero scandito ad alta voce………..

E adesso l’inconscio collettivo di questi idioti a chi delegherà’ la propria ”morte

Toba60 Sempre di Corsa ma al Vostro Fianco

Il Panico Globale Insorge Mentre la Cina Sposta i Pali della Diagnosi.

Nella provincia di Hubei, in Cina, dove è stato diagnosticato per la prima volta il “nuovo” virus e dove si è verificata la stragrande maggioranza dei casi, non è più considerato necessario testare la presenza di anticorpi CV prima di diagnosticare la malattia.

Diciamolo di nuovo.

L’epicentro del cosiddetto nuovo focolaio di virus sta attualmente diagnosticando nuovi casi della malattia senza test per il virus.

Invece fanno affidamento sulla “diagnosi clinica” , che è definita come [la nostra enfasi]:

L’ identificazione stimata della malattia alla base dei reclami di un paziente si basa semplicemente su segni, sintomi e anamnesi del paziente piuttosto che su esami di laboratorio o imaging medico.

Ciò significa che i medici osservano la presentazione dei sintomi e fanno un’ipotesi su ciò che li sta causando.

Ora, se stai parlando di qualcosa come il vaiolo, questa opzione può avere un senso – perché il vaiolo presenta una caratteristica clinica molto distinta – un’eruzione cutanea riconoscibile – che rende abbastanza facile distinguere da altri agenti virali o altri processi patologici.

Ma il “nuovo” coronavirus non lo fa. In effetti, i sintomi del “nuovo” CV sono esattamente come i sintomi dei numerosi “vecchi” CV, e in effetti del comune raffreddore o influenza. Tosse, febbre, malessere, infiammazione del tratto respiratorio superiore e (nei casi più gravi) coinvolgimento polmonare – fino alla polmonite conclamata compresa.

L’unico modo per differenziare un caso di “nuovo” CV da influenza regolare grave, polmonite virale o persino malattia polmonare ambientale, è testare gli anticorpi. Se non lo fanno, i medici nella provincia di Hubei sono ora a grave rischio di diagnosticare essenzialmente ogni singolo caso di polmonite o infiammazione polmonare che vedono come il nuovo CV.

Il che aiuta molto a spiegare l’improvviso aumento dei casi [la nostra enfasi]:

La provincia cinese di Hubei ha riportato ulteriori 242 decessi e 14.840 nuovi casi al 12 febbraio – un forte aumento rispetto al giorno precedente. La provincia ha affermato che sta iniziando a includere casi “diagnosticati clinicamente” nelle sue cifre e che 13.332 dei nuovi casi rientrano in quella classificazione .

Secondo i dati della CNBC, l’89% dei “nuovi casi” segnalati nella provincia di Hubei non è mai stato testato per il virus .

Secondo Our World in Data , circa 180.000 persone muoiono di polmonite in Cina ogni anno. Con questo nuovo sistema, a tutte quelle persone potrebbe essere diagnosticato il coronavirus .

Inoltre, i “segni di polmonite” non devono essere affatto un segno di alcuna malattia. I sintomi polmonari possono derivare semplicemente dall’esposizione a un’aria fortemente inquinata , qualcosa di molto comune nei centri urbani densamente popolati della Cina.

Una domanda importante qui deve essere: perché? Perché fare un passo che aumenta inevitabilmente il numero di falsi positivi? Perché gonfiare intenzionalmente il carico di lavoro apparente? Quale beneficio razionale può esserci in questo?

È una qualche forma di iper-cautela? Preferirebbero spalancare la rete piuttosto che rischiare di perdere casi?

O è, come suggerisce Jon Rappoport , un’offerta cinica per aumentare i numeri alla ricerca del porno della paura sempre prezioso?

Che questo presunto focolaio sia usato per promuovere la paura come supporto per una serie di ordini del giorno basati sul controllo è innegabile, e l’abbiamo già sottolineato negli articoli precedenti (per non parlare dell’aspetto finanziario ). La semplice verità è che la realtà di questo “nuovo” virus, anche se definita da coloro che promuovono il panico, non merita la paura che ci viene venduta per suo conto.

Ecco alcune statistiche per te, compilate da Kit Knightly.

  • Attualmente ci sono 80.348 casi, ovvero lo 0,0011% della popolazione globale.
  • Oltre 77.000 (97%) casi e 2664 decessi (98%) provengono dalla Cina e gran parte di questi sono stati “diagnosticati clinicamente” (cioè non testati).
  • I 2707 decessi (presumibilmente) dovuti a Coronavirus indicano che ha un tasso di mortalità di appena il 3,4%. (Per i casi al di fuori della Cina, quel numero scende all’1,6%)
  • Al contrario, oltre 40.000 casi sono considerati lievi e oltre 27.000 sono stati curati.

Per motivi di ulteriore rassicurazione, studia queste tabelle:

In sostanza, a meno che tu non sia anziano o già malato, ci sono poche possibilità che tu sia in pericolo.

Su quale base razionale una malattia con questo profilo può giustificare la risposta del governo e dei media in tutto il mondo? Ci stiamo davvero avvicinando a un “punto di non ritorno” ? Sembra una “emergenza sanitaria pubblica” ?

Perché l’Italia sta andando in blocco e si sta concedendo “poteri di emergenza” basati su sette morti per una malattia con un tasso di mortalità più o meno uguale a un’influenza regolare grave ?

Perché il governo britannico si è concesso poteri simili sulla base di una malattia che ha infettato solo 13 cittadini, 8 dei quali sono già guariti ?

Perché gli hotel e le navi da crociera vengono messi in quarantena?

Alcuni (incluso il segretario di stato americano Mike Pompeo ) sostengono che la malattia (e l’Iran) siano sottostimati dalla malattia e il panico è una risposta a statistiche molto più allarmanti ma nascoste.

Bene, questo è ovviamente possibile. Ma affermazioni simili sono state fatte su SARS, influenza suina e tutti gli altri “bug di morte” non evitati di cui abbiamo parlato negli ultimi tempi.

In questa fase, potrebbe sembrare più probabile che il “nuovo CV” sia solo un altro di questi. L’ultima tattica spaventosa viene utilizzata per chiudere il pensiero razionale nella popolazione mondiale e normalizzare un maggiore controllo del governo.

Che il governo cinese possa essere parte di una simile idea potrebbe sembrare impensabile a coloro a cui piace la loro geopolitica semplice e binaria, ma non possono essere razionalmente esclusi.

Il tempo lo dirà ovviamente. Ma se – come riteniamo estremamente probabile – questo “nuovo” bug di spavento risulta essere stato così overhyped come tutto il resto, forse quei panici nei nostri commenti e altrove impareranno una lezione preziosa e rifiutano di giocare con questo particolare malato piccolo gioco la prossima volta?

Catte Black

Fonte: https://off-guardian.org

La Fabbrica della Manipolazione
Enrica Perucchietti, Gianluca MarlettaLa Fabbrica della ManipolazioneCome i poteri forti plasmano le nostre menti per renderci sudditi del Nuovo Ordine MondialeArianna Editrice€ 11,50

Il Marketing della Paura
Fabio Di NicolaIl Marketing della PauraDonald Trump e il codice della comunicazione politicaCastelvecchi€ 13,50

eBook - Fake News: La Manipolazione delle Notizie
In che modo una semplice tonsillite diventa un allarme difterite? – Una storia vera
€ 6,90

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code