toba60

Covid Vax Fact Checker e Trasformatori Idrogel Magnetici ”L’oppio dei Popoli”

Si è tanto parlato della calamite che si attaccano al braccio di chi si e’ fatto il vaccino e subito i Fact Cheker si sono prodigati a menzionare queste notizie come bufale mediatiche.

Il mio vicino con orgoglio si fa chiamare Hulk da quando si e’ drogato con il siero statale e ci mostra ogni giorno con orgoglio tutta la sua carica Energetica fissando la sua immancabile calamita magnetica sul braccio.

Per Tagliare la testa al toro abbiamo pubblicato qualche articolo interno pubblicato da un premio Nobel ed un anonimo scienziato qualunque come Nikola Tesla inerente l’argomento, che qualche credenziale devono averla e deleghiamo i diretti interessati a rivolgersi loro o chi per loro per eventuali critiche o contestazioni.

Lasciando perdere la monetina che per noi oggettivamente potrebbe anche essere frutto di un ingannevole gioco di prestigio come quello che in televisione ci propinano da un anno e mezzo a questa parte con notiziari degni di Stanlio e Olio, quello che abbiamo voluto evidenziare è mettere a conoscenza il pubblico che ci segue, di quanto la tecnologia sia cosi avanzata al punto tale che quella che per tutti sembra fantascienza, di fatto è una realtà’ molto ben consolidata.

Dovete sapere che le bufale sono uno stumento nelle mani della propaganda utilizzata per allontanare determinate tematiche inerenti ció che non si deve conoscere………

non perdete tempo sulla discussione della monetina sul braccio che rimanga attaccata o meno e focalizzate l’attenzione su quello che ci sta dietro.

P.S. Per i Fact Checker:

…..perché avete tolto su You Tube e nei motori di ricerca mainstream tutti i video e i servizi inerenti l’argomento?

vero o falso ci piacerebbe vederli……

ci ho pensato comunuque io a farlo, le bufale mi divertono, come quelle televisive in prima serata.

Toba60

L’idrogel magnetico potrebbe spiegare il fenomeno del magnete Vax COVID?

Si è verificato un altro fenomeno COVID veramente bizzarro e strano, che segue la bizzarra sensazione di persone non vaccinate che soffrono di effetti malati solo stando intorno ai vaxxxed COVID, forse a causa del cambiamento di frequenza.

Questa volta il fenomeno ruota intorno al magnetismo e non alla frequenza, anche se elettricità e magnetismo sono 2 aspetti della stessa forza, chiamata elettromagnetismo. Un certo numero di persone stanno riferendo, con prove video, che quando applicano un piccolo magnete al loro sito di iniezione (di solito la parte superiore del braccio), proprio dove si sono iniettati il non-vaccino COVID (che è un dispositivo che altera i geni e non un vero vaccino), il magnete si attacca! Eppure, quando mettono questo stesso magnete in un’altra parte del loro corpo, non si attacca e cade.

Grazie a TimTruth.com (che ha fatto un grande lavoro di indagine sulle strane fibre vive trovate nelle maschere COVID) per aver compilato questo video e questo video che mostra le varie persone in tutto il mondo che hanno registrato questo strano fenomeno che accade ai loro corpi. Grazie anche a Jim Stone, che è stato a mia conoscenza il primo o uno dei primi a dare la notizia.

Questo fenomeno magnetico COVID Vaxxed è la prova di nanoparticelle magnetiche?

Chiaramente, c’è qualcosa di magnetico nell’intruglio COVID non-vaccino che sta causando questi magneti per attaccare. Alcuni di questi magneti sono grandi magneti che si potrebbero mettere su un frigorifero per tenere su i fogli. Jim Stone collega questo fenomeno al fatto che alcune cliniche mediche hanno consigliato ai pazienti di aspettare dalle 6 alle 10 settimane dopo l’iniezione di COVID prima di fare una risonanza magnetica.

L’acronimo MRI sta per Magnetic Resonance Imaging é, per chi non lo sapesse, implica l’uso di un campo magnetico e di onde radio generate dal computer per creare immagini dettagliate degli organi e dei tessuti del corpo. Devi sdraiarti in una camera mentre la procedura avviene. Jim scrive:

“Ora ho confermato che l’iniezione probabilmente contiene nanobots, perché si suppone che tu debba aspettare 6 – 10 SETTIMANE dopo l’iniezione prima di fare una risonanza magnetica molto probabilmente perché i nanobots devono disperdersi o la risonanza magnetica ti strapperà il braccio…

Nel mio precedente articolo sull’idrogel prodotto da DARPA e Profusa, ho citato un articolo militare che parlava di come l’idrogel sarebbe composto da 2 parti – “catene di polimeri” e “un componente elettronico”. Sembrerebbe che la nanotecnologia impiegata in questi non-vaccini COVID abbia un elemento metallico, tuttavia, come rivela questo articolo, le nanoparticelle sono composte da plastiche sintetiche, particelle di ceramica, particelle metalliche, composti sol-gel (sostanze simili a gel fatte parzialmente da particelle solide) e molto altro – anche gas che vengono condensati e coagulati.

Più domande che risposte

Questa è un’altra storia in cui ci sono più domande che risposte. Se il non-vaccino COVID contiene davvero molte nanoparticelle metalliche, perché potrebbero impiegare 6-10 settimane per disperdersi? Quali sono le implicazioni per la salute di avere del metallo nel flusso sanguigno con una carica sufficiente a tenere in posizione una calamita? Quali ulteriori sconvolgimenti fisiologici genererà questo non-vaccino COVID in coloro che lo prendono? È questo il primo orribile passo verso la persona sintetica transumanistica, Human 2.0?

Con le morti ufficialmente registrate da questa cosa oltre 11.000 (secondo le statistiche americane ed europee), e il numero reale ovviamente molto molto più alto, il non-vaccino COVID è un assassino. Qualsiasi altra droga o medicina con tali effetti letali sarebbe stata ritirata dal mercato molto tempo fa.

Una cosa è certa: questo intruglio completamente innaturale del non-vaccino COVID è una bestia molto diversa dai normali vaccini tossici che l’umanità ha ricevuto in pasto per oltre un secolo.

Cambio di frequenza: Uno sguardo più profondo al fenomeno della trasmissione di COVID Vax

É ormai ben noto. Molti l’hanno sperimentato. I vaccinati COVID stanno trasmettendo qualcosa a coloro che li circondano (comprese molte persone non vaccinate) che sta causando a coloro che li circondano strani sintomi (emicranie, sangue dal naso, lividi, gonfiori, dolori mestruali, gravi irregolarità con le mestruazioni, ecc).

David Icke ha fatto un video recente (Human Antenna – Broadcasting The Vaccine Frequency) dove elabora questo argomento, e come al solito, le sue idee sono estremamente importanti da considerare.

Quello che sta succedendo qui è senza precedenti; mai prima d’ora nella storia (che io sappia) una cosiddetta ‘medicina’ o ‘cura’ (il non-vaccino COVID) ha finito per diffondersi a coloro che non l’hanno preso per causare loro un danno tangibile come sta succedendo ora.
Qual è la frequenza, Kenneth?

Prima di iniziare con la presa di Icke sull’argomento, è molto opportuno ricordare queste 2 citazioni del genio scientifico

Nikola Tesla:

“Se vuoi trovare i segreti dell’universo, pensa in termini di energia, frequenza e vibrazione”. “Il giorno in cui la scienza comincerà a studiare i fenomeni non fisici, farà più progressi in un decennio che in tutti i secoli precedenti della sua esistenza”.

Dobbiamo tenere questa prospettiva in mente mentre analizziamo questo strano fenomeno se vogliamo arrivare alla radice della questione. Sta succedendo qualcosa a livello energetico, non solo a livello fisico, e poiché l’energia si muove in onde, e le onde viaggiano a frequenze diverse, la risposta coinvolgerà la frequenza.

IL DNA: L’antenna trasmettitore-ricevitore

Il DNA è l’abbreviazione di acido desossiribonucleico ed è considerato il modello genetico principale del corpo umano. È disposto in un’elica a spirale. Il DNA è anche un trasmettitore e ricevitore di energia; il premio Nobel 2008 Luc Montagnier ha dimostrato che il DNA trasmette e riceve frequenze nel suo articolo del 2010 intitolato DNA Waves and Water dove ha dimostrato che “sequenze di DNA batterico e virale sono state trovate per indurre onde elettromagnetiche a bassa frequenza in alte diluizioni acquose”. In altre parole, il DNA è come un’antenna.

Questo articolo riassume le scoperte di Montagnier:

“Utilizzando un dispositivo di foto-amplificazione inventato dal Dr. Jacques Benveniste negli anni ’80 per catturare le emissioni di luce ultra bassa dalle cellule, Montagnier ha filtrato tutte le particelle di DNA batterico da un tubo d’acqua e ha scoperto che le soluzioni post-filtrate che non contenevano particelle di materiale continuavano ad emettere onde di frequenza ultra bassa!

Questo divenne ancora più affascinante quando Montagnier mostrò che in condizioni specifiche di un campo di fondo di 7 Hz (lo stesso della risonanza di Schumann che si verifica naturalmente tra la superficie terrestre e la ionosfera), la provetta d’acqua che non aveva mai ricevuto materiale organico poteva essere indotta ad emettere frequenze quando posta in prossimità della provetta emittente!

Ancora più interessante è che quando proteine di base, nucleotidi e polimeri (elementi costitutivi del DNA) venivano messi nell’acqua pura, si formavano cloni quasi perfetti del DNA originale!

Il Dr. Montagnier e il suo team hanno ipotizzato che l’unico modo in cui questo poteva accadere era che il modello del DNA fosse in qualche modo impresso nella struttura stessa dell’acqua, dando luogo a una forma di “memoria dell’acqua” che era stata precedentemente sperimentata da Jacques Benveniste …”

“L’esistenza di un segnale armonico emanato dal DNA può aiutare a risolvere questioni di lunga data sullo sviluppo cellulare, per esempio come l’embrione sia in grado di compiere le sue molteplici trasformazioni, come se fosse guidato da un campo esterno.

Se il DNA può comunicare le sue informazioni essenziali all’acqua tramite radiofrequenza, allora esisteranno strutture non materiali nell’ambiente acquoso dell’organismo vivente, alcune delle quali nascondono segnali di malattia e altre sono coinvolte nello sviluppo sano dell’organismo.” “Il giorno in cui ammetteremo che i segnali possono avere effetti tangibili, li useremo.

Da quel momento in poi saremo in grado di trattare i pazienti con le onde. Quindi è un nuovo dominio della medicina che la gente teme ovviamente. Soprattutto l’industria farmaceutica… un giorno saremo in grado di trattare i tumori usando le onde di frequenza”.

La prospettiva di David Icke sul fenomeno della trasmissione di COVID Vax

Icke lega questo all’agenda generale delle nanotecnologie (comprese cose come il biosensore hydrogel), sottolineando che anche se ci può essere un elemento chimico che viene trasmesso, la causa principale è l’elemento energetico – la frequenza. Egli sottolinea che l’introduzione di mRNA sintetico attraverso il non-vaccino è progettato per cambiare l’antenna del DNA dentro di noi, in modo che risponda ad un nuovo centro di comando e controllo (artificiale) – in altre parole, sta letteralmente dirottando la nostra connessione divina:

“Non si tratta davvero di spargere qualche sostanza tanto quanto di una trasmissione di ciò che è nel vaccino, o di ciò che il vaccino sta emanando … Tutto in questa realtà, nel suo fondamento, riguarda la frequenza.

Il corpo è un ricevitore-trasmettitore di informazioni … il DNA è un ricevitore-trasmettitore di informazioni … come l’antenna del DNA sta ricevendo e trasmettendo detta ciò con cui stiamo interagendo … [Vogliono] cambiare la natura del DNA … così non sta raccogliendo quelle frequenze [alte], ma solo le frequenze della sub-realtà tecnologica – la Smart Grid.

Quindi questa nanotecnologia, che si trova in queste pozioni di vaccino, sta cambiando la natura di antenna ricevente-trasmittente del DNA ... così il nostro Mission Control non è la conscoiusness espansa, è semplicemente il Cloud … così riceviamo e trasmettiamo solo le loro informazioni.

Le persone che … hanno avuto il vaccino stanno avendo [la loro] antenna del DNA ricablata in modo da ricevere e trasmettere diversi tipi di informazioni, e questo le blocca in questa Smart Grid, questa Nuvola. Questo è il fondamento; non sto dicendo che non c’è un elemento chimico in questa trasmissione di cui stiamo sentendo parlare, ma per me l’area chiave è questa frequenza.

E se metti la nanotecnologia nel corpo, e poi inizia a trasmettere la sua frequenza, allora ovviamente quella frequenza, quella sostanza che ha un impatto sulla persona che l’ha avuta, mentre trasmette la sua frequenza, avrà un impatto allo stesso modo su altri che raccolgono quella frequenza, anche se non hanno effettivamente avuto la puntura.

Penso che questo sia il fondamento di ciò che sta accadendo. Hanno trasformato queste persone vaccinate in antenne che trasmettono la loro frequenza”.

Pensieri finali

Così, proprio come per molti aspetti dell’operazione COVID, questo argomento della trasmissione dei vaccini COVID si collega all’Agenda Sintetica, all’Agenda Nanotech, alla Smart Grid e a molto altro.

Non si tratta solo di vaccini tossici, dispositivi di terapia genica, sterilizzazione, infertilità e spopolamento, anche se queste sono tutte componenti chiare e presenti dell’operazione. Si tratta di controllare le informazioni a cui il nostro DNA può accedere, perché questo a sua volta influenza la nostra percezione.

Si tratta del più grande schema NWO (Nuovo Ordine Mondiale) di controllo della percezione. La nostra percezione dipende dalle informazioni che riceviamo. Questo bizzarro fenomeno riguarda in realtà il cambiamento di Chi siamo ad un livello fondamentale, in modo che la nostra percezione diventi così stretta che diventiamo schiavi tecnologici, tagliati fuori dal nostro magico, illimitato e divino potenziale.

È interessante notare che l’anno scorso c’è stato un rapporto di qualcuno che ha ricevuto il non-vaccino COVID e presumibilmente ha detto: “Hanno ucciso Dio; non posso sentire Dio; la mia anima è morta”.

Infine, concludo con questa citazione prescientifica di Rudolf Steiner che l’ha scritta più di 100 anni fa:

“In futuro, l’anima sarà eliminata dalla medicina. Con il pretesto della salute, ci sarà un vaccino per cui l’organismo umano sarà trattato il più presto possibile, possibilmente direttamente alla nascita, in modo che l’essere umano non possa sviluppare la coscienza dell’anima e dello Spirito.

I medici materialisti saranno incaricati di rimuovere l’anima dall’umanità. Come oggi le persone vengono vaccinate contro specifiche malattie, così in futuro i bambini saranno vaccinati con una sostanza che immunizzerà contro la “follia” della vita spirituale. La persona vaccinata potrebbe essere molto intelligente, ma non svilupperebbe una coscienza, e questo è il vero obiettivo di alcuni circoli materialisti.

Con un tale vaccino, si potrebbe ottenere il distacco del corpo eterico dal corpo fisico. Quando il corpo eterico si stacca, la relazione tra l’anima e l’universo diventa estremamente instabile e l’uomo un automa, perché il corpo fisico dell’uomo deve essere lucidato su questa Terra dalla volontà e dallo sforzo spirituale.

Così, il vaccino diventa una specie di forza che rivetta la coscienza alla materia. L’uomo non può più liberarsi del sentimento materialista. Rimane animale per costituzione e non può più elevarsi a coscienza spirituale”.

“Vi ho detto che gli spiriti delle tenebre ispireranno i loro ospiti umani, nei quali dimoreranno, a trovare un vaccino che scaccerà ogni inclinazione alla spiritualità dall’anima delle persone quando sono ancora molto giovani, e questo avverrà in modo indiretto attraverso il corpo vivente.

Oggi, i corpi sono vaccinati contro una cosa e un’altra; in futuro, i bambini saranno vaccinati con una sostanza che sarà certamente possibile produrre, e questo li renderà immuni, in modo che non sviluppino inclinazioni sciocche legate alla vita spirituale – ‘sciocche’ qui, o naturalmente, agli occhi dei materialisti”.

L’idrogel Magnetico e Magnete Vax COVID

Approfondimento

I progressi nell’idrogel magnetico potrebbero essere la ragione del  bizzarro fenomeno del magnete vax COVID

I progressi nell’idrogel magnetico potrebbero essere la ragione del bizzarro fenomeno del magnete di COVID vax? Questa sensazione sta diventando molto ben documentata, con numerose persone vaxxate COVID in tutto il mondo che dimostrano in video che un magnete si attacca sul loro braccio nel punto dell’iniezione, ma in nessun altro punto del loro corpo.

TimTruth.com ha pubblicato un’altra compilation, questa volta una versione di 47 minuti con persone di tutte le età e culture che mostrano cosa succede.

Rappresenta una prova schiacciante che questo è un evento reale, nonostante ciò che affermano i debunkers disperati e gli apologeti dei vaccini, anche se apologeti dei vaccini non è un buon termine per loro, dato che questo cocktail chimico di iniezione è un non-vaccino. In alcuni video, la gente si toglie lo stesso magnete dal braccio e lo attacca di nuovo sul frigorifero dove rimane.

Le nanoparticelle metalliche sono una buona ipotesi per spiegare ciò che potrebbe accadere. Questo articolo esaminerà specificamente i progressi in idrogel magnetico e se questo potrebbe spiegare il fenomeno (per coloro che non hanno familiarità con questo, controllare il mio articolo precedente su idrogel).

Formazione di idrogel magnetico

Come punto di partenza, definiamo la parola idrogel: “una rete di catene polimeriche reticolate che sono idrofile, a volte trovato come un gel colloidale in cui l’acqua è il mezzo di dispersione. Un solido tridimensionale risulta dal fatto che le catene polimeriche idrofile sono tenute insieme da legami incrociati”.

Questo articolo militare che ho citato prima afferma che l’idrogel sviluppato (da Profusa con l’aiuto di DARPA) sarebbe composto da 2 parti – “catene polimeriche” e “un componente elettronico”. L’elettronica contiene quasi sempre o sempre metallo.

Uno studio del marzo 2020 intitolato Recent Advances on Magnetic Sensitive Hydrogels in Tissue Engineering va in profondità analizzando come gli idrogeli magnetici (che sono fatti usando particelle a base di ossido di ferro e diversi tipi di matrici idrogel) vengono utilizzati in applicazioni biomediche per l’ingegneria dei tessuti (medicina rigenerativa che ripara i tessuti danneggiati del corpo).

Sono apparentemente una sostanza adatta a causa della loro biocompatibilità, architetture controllate e “risposta intelligente al campo magnetico a distanza” che è un giveaway che essi biosensori che possono essere controllati a distanza tramite la Smart Grid. La tecnologia in ambito pubblico è già abbastanza avanzata, il che significa che la vera tecnologia nascosta in programmi militari compartimentati è molto, molto avanzata. Il rapporto afferma:

“Gli idrogeli sono stati condotti nell’applicazione biomedica per fornire un’impalcatura tridimensionale sintonizzabile per l’adesione cellulare, la migrazione e/o la differenziazione, e potrebbero anche essere progettati come piattaforma per il rilascio controllato di citochine e farmaci nell’ingegneria dei tessuti e nella consegna di farmaci… Recentemente, l’idrogel magneticamente reattivo, come un tipo di idrogeli intelligenti, è stato introdotto nelle applicazioni biomediche per migliorare le attività biologiche di cellule, tessuti o organi.

Questo è principalmente attribuito alla sua reattività magnetica al campo magnetico esterno … Gli idrogeli magnetici sono fatti di materiali compositi che possiedono biocompatibilità, biodegradazione e reattività magnetica”.

Come ogni tecnologia, potrebbe essere usata per il bene o per il male, e questo studio si concentra esclusivamente su come potrebbe essere usata per il bene, cioè per la rigenerazione dei tessuti. Tuttavia nulla viene detto su come questo faccia avanzare l’agenda del transumanesimo. Lo studio termina con una nota di cautela:

“Inoltre, una maggiore attenzione dovrebbe essere presa in considerazione nella valutazione della farmacocinetica/tossicocinetica degli idrogeli magnetici, il metabolismo, la biodegradazione in vivo, e così via, che sono di grande importanza nelle applicazioni di ingegneria dei tessuti”.

Trasformatori intelligenti in idrogel magnetici

Un articolo pubblicato nel dicembre dello scorso anno su Phys.org dal titolo Trasformatori intelligenti controllati magneticamente, basati su idrogel, descrive un altro studio in corso sull’idrogel magnetico. In questo studio, il team di ricerca cinese ha tentato di mostrare una prova di concetto per un trasformatore controllato a distanza (il giocattolo dei bambini) basato su un sistema di idrogel a memoria di forma. Hanno incorporato magnetite (Fe3O4, un tipo di ossido di ferro) e nanoparticelle magnetiche in una struttura polimerica a doppia rete contenente gelatina. Hanno usato il magnetismo e la luce per cambiare a distanza la forma dell’idrogel. Il rapporto afferma che:

“La trasformazione reversibile bobina-tripla-elica del costituente della gelatina ha impregnato l’idrogel di memoria di forma e di proprietà autorigeneranti, mentre le nanoparticelle di magnetite hanno dato funzioni di riscaldamento fototermico e di manipolazione magnetica per deformare l’idrogel per la navigazione in un campo magnetico. Il team potrebbe poi ripristinare la forma deformata attraverso il recupero della forma utilizzando l’irradiazione della luce. Zhang et al. hanno controllato a distanza i processi di memoria di forma attraverso l’attuazione guidata magneticamente e la memoria di forma assistita dalla luce”.

La seguente citazione mostra come controllano la forma e il movimento dell’idrogel. Quali implicazioni ci sono per coloro che hanno l’idrogel dentro di loro – e come possono letteralmente essere controllati a distanza – dato che si tratta di controllare i robot?

“Le nanoparticelle magnetiche sono additivi efficaci per introdurre un’attuazione senza contatto controllata a distanza. Quando gli idrogeli sono illuminati con luce nel vicino infrarosso (NIR), queste nanoparticelle magnetiche convertiranno continuamente la luce in calore, causando il riscaldamento dell’idrogel. Questo causerà una deformazione reversibile dell’idrogel per applicazioni come robot morbidi che si muovono liberamente … Il team ha anche utilizzato l’interazione tra magneti permanenti e le nanoparticelle di magnetite costituenti l’idrogel HG-Fe3O4 per guidare il costrutto per la navigazione direzionale. Usando l’idrogel, hanno mostrato come la navigazione direzionale indotta dai magneti potrebbe guidare un trasformatore morbido attraverso un labirinto. Tali concetti sperimentali hanno un potenziale per una serie di applicazioni come vettori morbidi per trasportare il carico per la consegna e il rilascio di farmaci in biomedicina”.

La teoria di Jim Stone: I nanobot stanno rubando il ferro dal sangue

Jim Stone è stato, per quanto ne so, il primo a raccontare questa storia. La sua teoria vale la pena di essere considerata. Sta dicendo che qualsiasi cosa venga iniettata è fortemente metallica o sta generando un intenso campo magnetico – abbastanza da attrarre un magnete medio da frigorifero quando la punta dell’ago del vaccino è molto piccola.

Come potrebbe quella minuscola quantità di fluido nel non-vaccino COVID essere abbastanza magnetico da attrarre un magnete attraverso la pelle umana? Lui pensa che l’iniezione contenga nanobots che raccolgono o rubano l’emoglobina (un tipo di ossido di ferro) dal sangue per costruire qualcosa. Questo è abbastanza possibile, dato che il primo studio citato sopra discuteva che l’idrogel magnetico era composto da particelle a base di ossido di ferro. Jim scrive sul suo sito:

“Penso che qualsiasi cosa ci fosse nel vaccino che è magnetico era una sorta di nano tecnologia auto-replicante, (un chip non è stato iniettato) era invece una nanotecnologia con un gruppo di nanobots che stanno costruendo strutture nel braccio nel sito di iniezione che sono magnetiche.

Gli aghi usati per il vaccino sono troppo piccoli per un chip ID e un chip ID, anche a grandezza naturale, probabilmente non sarebbe sufficiente per attirare un magnete. Se hanno intenzione di far costruire ai nanobot una struttura magnetica nel corpo, quei nanobot devono lavorare con qualsiasi cosa il corpo abbia a disposizione per farlo.

L’unica fonte prontamente disponibile di metallo magnetico nel corpo è l’emoglobina nel sangue, dove un dispositivo di nano tecnologia potrebbe ottenere ferro per costruire qualcosa. Non credo che un vaccino che era solo 1CC o meno puó aver reso le persone COSÌ magnetiche, il che significa che qualsiasi cosa sia sotto la loro pelle che fa sì che ciò accada, deve provenire dai loro stessi corpi se una calamita si attacca ad essa proprio attraverso la loro pelle.

All’inizio ho pensato che potrebbe essere solo il vaccino e che avresti bisogno di un magnete al neodimio per vedere l’effetto. Ma anche i comuni magneti in ceramica e i magneti flessibili da frigorifero funzionano, e lavorano con forza, spesso su un’area di 4 pollici quadrati.

Non è un effetto marginale. Qualcosa di serio sta succedendo con questo, che coinvolge il corpo viene istruito a costruire qualcosa che è metallico o emette un campo magnetico. E SE tutti i coaguli di sangue stanno accadendo perché l’iniezione ha rilasciato un gruppo di nanobots, che hanno attaccato il sangue per rubare l’emoglobina in modo da poter costruire qualcosa nel sito di iniezione? Io scommetto che questo non è un “e se””.

Pensieri finali

In una recente intervista con Alex Newman, la dottoressa Carrie Madej discute come la nanotecnologia incorporata in questi non-vaccini COVID ha il potenziale per essere un sistema di rilascio di farmaci su richiesta. “Su richiesta” significa che qualcosa deve innescarlo per funzionare, quindi la domanda è: cosa lo farà scattare? Il pH? Una certa frequenza? 5G? EMF?

Qualunque sia questa sostanza metallica o magnetica sotto la pelle, è certamente una sorta di biosensore che è progettato per ricevere e trasmettere segnali. Stiamo vivendo in tempi veramente storici, e forse stiamo assistendo alla conversione in massa di milioni o forse anche miliardi di persone in Umani 2.0 – transumani con tecnologia sintetica incorporata al loro interno.

Per come stanno andando le cose, sarà la prima tecnologia incorporata, e non l’ultima.

Makia Freeman

Fonte: thefreedomarticles.com

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code