toba60

Il Nuovo Totalitarismo (Patologizzato)

Views: 246

E’ estremamente difficile far proprio uno stato di cose molto bel consolidato, in frangenti in cui tutto appare come una fiction televisiva, dove gli attori recitano un copione che cambia ad ogni ciak del regista.

Quello che sto per scrivere vale per tutti e nessuno si può’ ritenere estraneo a questo stato di cose che si e’ venuto a creare.

Mia mamma era Austiaca di Wienna, faveva parte di una famiglia benestante che viveva a ridosso del parlamento Austiaco, quando era piccola, in compagnia con tutta la scolaresca, doveva fare la coreografia ai comizi del Fhurer sventolando la sua bandierina nazista in mano e menzionando il nome del leder e ogni volta che mi descriveva l’evento, me lo raccontava sempre con grande enfasi.

Se ora posso scrivere questo articolo e’ frutto del caso, o fortuna, dipende da come si vogliono interpretare le cose, in quanto mio padre, pilota di caccia nella seconda guerra mondiale prima con Gli italiani e poi a fianco dei tedeschi dopo la creazione della Repubblica di Salo’, fu l’unico sopravvissuto. (Ho ancora la Sua foto a fianco di Mussolini durante un ispezione)

Cosa hanno in comune questi eventi del passato con il presente che viviamo, e’ presto detto.

Mio papa’ e mia mamma erano immersi in un contesto generale che non offriva loro molte opportunità’ di scelta e tutto sommato erano felici in quel periodo, avevano un ideale condiviso che li rendeva tutti uniti.

Il Potere costituito si era consolidato attraverso diverse strategie politiche, da una parte c’erano gli ebrei, che erano stati propagandati come sporchi puzzolenti e pericolosi ( Vi ricorda nulla questa definizione? Vedi Lega Nord) e dall’altra c’era una totale insoddisfazione sociale, derivata da molte scellerate scelte istituzionali del passato (Quello che succede ora in Italia e non solo) che avevano trovato sbocco con un movimento politico, dove il potere fine a se stesso non poteva che portare agli sviluppi che tutti ben conosciamo.

Paolo Mieli

E’ con troppa disinvoltura che si trascurano molti segnali in atto in questa fase della nostra storia, forse seguire Paolo Mieli in tarda serata, trascurando finalmente gli inutili programmi televisivi delle ore di punta, sarebbe un buon punto di partenza per prendere coscienza di una realtà’ che sta’ totalmente sfuggendo di mano.

Toba60

Il Nuovo Totalitarismo

Siamo arrivati gradatamente a questo … gruppi di isteriche donne alterate che odiavano le persone che non indossavano le mascherine e cercavano di farle uscire dai loro posti di lavoro, obbiettivo “nessuna maschera, nessun servizio” fuori dai negozi, personale di sicurezza che blocca i clienti privi di protezione prima di entrare, gente paranoica che indica e urla alla vista di acquirenti senza maschera tra loro, squadre di polizia che li attaccano e li arrestano ferocemente …

Benvenuti nella Nuova Normalia’

E non è solo dovuto al requisito della marcherina. La nuova narrativa ufficiale è onnipresente. I media corporativi stanno pompando isteria su “ricoveri Covid-19” (cioè, chiunque sia stato ricoverato in un ospedale per tutto ciò che è risultato positivo al coronavirus) e “incidenti gravi” (cioè persone sulla spiaggia).

La polizia sta presidiando torri di guardia di fortuna per il monitoraggio delle distanze sociali a Londra. Ci sono manifesti e cartelloni pubblicitari di propaganda ovunque, che ripetono gli stessi slogan neo-goebbelsiani , rafforzando l’isteria di massa prodotta. Il dissenso e la non conformità vengono patologizzati, “diagnosticati” come psicopatia e paranoia . Le vaccinazioni obbligatorie stanno arrivando.

Non pensavi che stessero scherzando, vero, quando hanno iniziato a presentare la narrativa ufficiale della Nuova Normalita’ a marzo?

Ci dissero chiaramente cosa stava per succedere. Ci dissero che la vita sarebbe cambiata … per sempre. Ci hanno rinchiuso nelle nostre case. Ordinarono la chiusura di chiese e sinagoghe . Hanno ordinato alla polizia di abusare e arrestarci se abbiamo violato i loro ordini arbitrari. Chiusero scuole, parchi, spiagge, ristoranti, caffetterie, teatri, club, ovunque si radunasse la gente.

Hanno strappato i bambini dalle braccia della madre , picchiato e arrestato altre madri per il crimine di “indossare le maschere in modo improprio”, trascinando i passeggeri senza maschera dagli autobus pubblici , picchiando gratuitamente e arrestando le persone per non “distanziarsi dal sociale” sul marciapiede , incatenava le persone con i monitor per le caviglie e intimidiva tutti con robot e droni .

Hanno messo fuorilegge le proteste, poi hanno dato la caccia alle persone che le frequentavano e le hanno molestate a casa . Hanno iniziato a monitorare i contatti e i movimenti di tutti . Hanno redatto nuove leggi di “emergenza” per consentire loro di mettere in quarantena forzata le persone . Lo hanno fatto apertamente. L’hanno pubblicizzato. Non è che nascondessero qualcosa.

No, ci hanno detto esattamente cosa sarebbe successo e ci hanno consigliato di stare zitti e seguire gli ordini. Tragicamente, la maggior parte delle persone ha fatto proprio questo. Nel giro di quattro mesi, GloboCap ha imposto con successo il totalitarismo – totalitarismo patologizzato – alle società di tutto il mondo. Non è un totalitarismo tradizionale, con un dittatore e un sistema a partito unico, e così via. È più sottile e più insidioso di così. Ma è comunque totalitarismo.

GloboCap non avrebbe potuto raggiungere questo obiettivo senza l’approvazione (o almeno l’acquiescenza) della stragrande maggioranza delle masse. L’isteria di massa del coronavirus fu un colpo da maestro della propaganda, ma la propaganda non è tutto. Nessuno è veramente preso in giro dalla propaganda, o non per molto, in ogni caso. Come notarono Gilles Deleuze e Félix Guattari nell’apertura di Anti-Edipo :

Le masse non erano innocenti ingannevoli. Ad un certo punto, in una certa serie di condizioni, volevano il fascismo, ed è questa perversione del desiderio delle masse che deve essere spiegata ”.

Non cercherò di spiegare la “perversione del desiderio delle masse” qui in questo saggio, ma voglio scavare un po ‘nel nuovo totalitarismo patologizzato.

Ora suppongo che tu capisca che la narrativa ufficiale della “pandemia apocalittica” è basata su propaganda, speculazione selvaggia e isteria di massa, e che ormai sei consapevole che abbiamo a che fare con un virus che causa da lieve a moderato sintomi (o assolutamente nessun sintomo) nel 95% di quelli infetti e che sopravvive oltre il 99,5% … quindi, chiaramente, nessuna causa di panico diffuso o giustificazione per le “misure di emergenza” totalitarie che sono state imposte.

Suppongo anche che tu abbia guardato mentre GloboCap spegneva la “pandemia mortale” per accogliere le proteste dei BLM, poi lo riaccendevi non appena si sono placate, e hai notato come la loro propaganda si è spostata in “casi” quando la morte il conteggio alla fine divenne un po ‘troppo imbarazzante per continuare a fare pubblicità.

Quindi, non perderò il tuo tempo a sfatare l’isteria. Parliamo di totalitarismo patologizzato.

Il genio del totalitarismo patologico è come quella vecchia battuta sul diavolo ... il suo più grande trucco era convincerci che non esistesse. Il totalitarismo patologico sembra emanare dal nulla e ovunque, contemporaneamente; quindi, tecnicamente, non esiste. Non può esistere, perché nessuno ne è responsabile, perché tutti lo sono.

L’isteria di massa è la sua linfa vitale. Si nutre di paura esistenziale. “Science” è il suo grido di battaglia. Non scienza vera, fatti non dimostrabili, ma “scienza” come una specie di divinità il cui nome è invocato per mettere a tacere gli eretici o per alleviare il disagio della dissonanza cognitiva che deriva dal tentativo disperato di credere alle assurdità della narrazione ufficiale.

L’altro genio (dal punto di vista di GloboCap) è che è inesauribile, riciclabile all’infinito. A differenza di altri nemici ufficiali, il “virus mortale” potrebbe essere qualsiasi virus, qualsiasi agente patogeno. Da quel momento in poi tutto ciò che dovranno fare è “scoprire” un microrganismo “nuovo” che è altamente contagioso (o che imita qualche altro microrganismo che già abbiamo) e agitarlo di fronte ai volti delle persone. Quindi possono avviare la Macchina della Paura e iniziare a proiettare centinaia di milioni di morti se tutti non fanno esattamente come gli viene detto.

Per quanto possono gestire questo stato di cose … beh, praticamente per sempre, ogni volta che le classi lavoratrici diventano irrequiete, o un presidente non autorizzato viene eletto, o solo per il puro divertimento sadico di esso.

Senti, non intendo essere deprimente, ma seriamente, passare un’ora su Internet o parlare con uno dei tuoi amici isterici che vuole rendere obbligatorio indossare la maschera in modo permanente. Questa è la mentalità della Nuova Normalità’ … irrazionalmente paranoica e autoritario. Quindi, no, il futuro non sembra molto luminoso per chiunque non sia disposto a comportarsi come se il mondo fosse un grande reparto di malattie infettive.

Di recente ho interagito con un numero di corona-totalitari estremamente fanatici (proprio come una specie di esperimento sociale). Si comportano esattamente come membri di una setta.

Quando vengono messi alla prova con fatti e logica di base, in primo luogo ti invadono con la propaganda dei media e le speculazioni isteriche di “esperti medici”. Quindi, dopo aver smascherato questa assurdità, tentano di manipolarti emotivamente condividendo i loro strazianti resoconti personali delle persone che i medici dei cognati dei loro terapisti hanno dovuto guardare impotenti mentre “morivano in agonia” quando i loro polmoni e il cuore misteriosamente esploso.

Quindi, iniziano a urlare istericamente verso di te (“ASPETTA FINO A CHE TI INTUBINO!” … “TIENI IL TUO SPUTO LONTANO DA ME!”) e abbaiando EMANANO ordini e slogan. (” INDOSSA LA MASCHERA DI DIO, BAMBINO! “…” NESSUNA SCARPA, NESSUNA CAMICIA, NESSUNA MASCHERA, NESSUN SERVIZIO! “)

Quale … OK, sarebbe un po ‘divertente (o terribilmente triste), se queste persone non fossero solo portavoce che fanno eco alla voce del potere ufficiale (cioè GloboCap) che sta trasformando ciò che resta della società in un paranoico, patologizzato, incubo totalitario proprio davanti ai nostri occhi. Sono un po ‘come la “donna in rosso” in The Matrix. Quando parli con loro, non stai parlando con loro. Stai parlando con gli agenti. Stai parlando con le macchine. Provalo qualche volta. Capirai cosa intendo dire. È come parlare con un singolo algoritmo in esecuzione nel cervello di milioni di persone.

Foto: Museo del memoriale dell’Olocausto degli Stati Uniti, per gentile concessione della Oesterreichische Nationalbibliothek.

Non posso mentirti. Non sono molto fiducioso. Nessuno capisce l’attrazione (cioè la seduzione) del totalitarismo. Per quanto non ci piaccia ammetterlo, è esaltante e liberatorio, essere parte della folla, rinunciare al peso dell’autonomia personale e della responsabilità individuale, fondendosi con un “movimento” fanatico che sta inaugurando una nuova “realtà” sostenuta dalla pura forza bruta dello stato … o dall’impero capitalista globale transnazionale.

È irresistibile, quell’attrazione, per la maggior parte di noi. La possibilità di far parte di qualcosa del genere e di scatenare il proprio odio per coloro che si rifiutano di andare d’accordo con la nuova religione … per ridicolizzarli pubblicamente, per umiliarli, per separarli dalla società normale, per cacciarli e ottenere licenziati dal loro lavoro, per incoraggiare gli abusi della polizia e arrestarli, per diagnosticarli come “anormali” e “inferiori”, questi devianti sociali, questi “altri” subumani che osano sfidare l’autorità del Partito o della Chiesa o lo Stato o il Reich o la Scienza.

CJ Hopkins

Fonte: https://cjhopkins.com/

Jacques Ellul - Contro il Totalitarismo Tecnico
€ 9,00

Vivere e Pensare Altrimenti
L’importanza del dissenso ai tempi della globalizzazione
Voto medio su 1 recensioni: Sufficiente
€ 17,50

La Rivoluzione dei Giusti
Un’alternativa alla globalizzazione dell’indifferenza
€ 26,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code