toba60

L’economia Reale Vista da una Cittadina Comune

Views: 197

Ricevo centinaia di messaggi tutti i giorni inerenti molti argomenti che il magazine tratta, ma quelli che più’ apprezzo sono quelli riferiti al settore economico.

Il web e’ pieno di persone preparate e con eccellenti credenziali che si prodigano a comunicare con dovizia di particolari tutte le incongruenze insite nel settore economico finanziario, il problema maggiore spesso e’ che il linguaggio tecnico che spesso scoraggia le persone ad una qualsiasi analisi, rimanendo priva di ogni nozione utile ad una presa di posizione che possa dare il via ad un qualsiasi cambiamento.

Chi ha scritto l’articolo non e’ una economista e nemmeno un aspirante tale, ma e’ una come voi, alla ricerca di una risposta che dia un senso a tutte le ingiustizie socio economiche in atto da secoli sul nostro pianeta.

Toba60

L’economia Mascherata

Voglio porre alla vostra attenzione alcuni dettagli per quanto riguarda i fondi europei, vorrei fare una riflessione con chi ancora si aggrappa ai politici salvatori, sia della stupida e serva destra sia degli spaventapasseri burattini di sinistra. Son sicura che mai il vostro leader di turno ve ne abbia mai parlato.

Partiamo


In passato, gli Stati potevano creare moneta senza per questo indebitarsi con nessuno.


Oggi, lo Stato, non può più esprimere uno dei suoi più alti poteri creativi.
Pensate alla moneta come l’aria che adesso state respirando liberamente e, al credito, come l’ossigeno che vi giunge tramite delle bombole ed un soggetto erogatore.


Il credito crea dunque una dipendenza.
Una dipendenza che mantiene poche persone tranquille e molte in apnea senza ossigeno.
Tutte le misure prese negli anni nei confronti degli assegni post datati, l’aumento dei costi del bollo per cedole non più trasferibili come un tempo, l’avanzare della moneta elettronica bancaria etc., erano atte ad aumentare questo vincolo.


Vi è, purtroppo, un equivoco sistemico.

Un problema che fa arrossire gli stessi economisti e professori che non hanno capito nulla (Si fa per dire) delle basi economiche e delle teorie che per anni hanno propinato.
L’impresa bancaria si pone allo stesso piano dell’impresa commerciale.
Abbiamo chi vende una sedia, chi una mela, chi un abito e chi…vende la moneta (credito)?!?
Questo ovviamente è un sistema perverso, poiché non potrà mai esistere una parità di condizione tra le imprese.
Chi vende il denaro può fare a meno di tutto perché’ ha tutto, ma chi commercia una sedia, una mela o un mobile, essendo il sistema economico monetario, non potrà fare a meno del denaro.


Quando depositi una somma, ad esempio, per la banca è un debito da restituire (giustamente). Ma questo debito, per loro, è un asset positivo che investono e che moltiplicano come i pesci grazie alla riserva frazionaria.
Di cosa stiamo parlando allora se non di una impresa divina?
Una impresa bancaria, gode del tuo debito, come una impresa funebre guadagna dalla tua morte. La seconda è migliore e più educata perché nel corso della tua vita non ti viene a cercare.
Solo nel finire, devi pagare per passare in altra vita ma attualmente, anche la morte è diventato un lusso.


Ritorniamo al credito, cioè al nostro debito.

Oggi che la moneta si è estinta, ci ritroviamo in una condizione paradossale:”abbiamo l’acqua, abbiamo sete, ma manca il bicchiere per bere”.
Il professore Giacinto Auriti, giustamente affermava: “Come si può dissetare un assetato con acqua salata?”
Se ciò che ci giunge è sempre moneta a debito, cioè credito che indebita, come possiamo pensare di uscirne fuori?

Le banche non possono creare moneta e regalarla ma vendere credito.
Che c’è scritto per caso: “Fate bene fratelli?!?!”
Andrebbe da loro la Guardia di Finanza a fermarli dicendo che è vietato fare l’elemosina e verrebbero multate all’istante.
Avete capito perché la sovranità monetaria era e dovrebbe ritornare agli Stati Nazione?
Sempre Auriti, affermava che la moneta è come sangue per un corpo.
Diceva un saggio: “dare la moneta in mano al banchiere è come lasciare il reparto di ematologia al Conte Dracula”.
Non c’è altro da dire.


Quando parlerete in questi termini dinnanzi il professore della più alta accademia riconosciuta, Nobel e altre carte stracce, non potrà che darvi ragione o tacere se è colluso. La Lagarde, Mario Draghi, Mario Monti, Ignazio Visco, Pier Carlo Padoan (etc.) e la responsabile classe politica collusa: Conte, Di Maio, Salvini, Matteo Renzi e company, non potranno che confermare ed affermare: “Siamo dei criminali, ma voi siete stati un popolo di coglioni che ci avete permesso di fottervi tutti!”
Abbiamo una vita e ce la facciamo usurare?


Stefania Sodacci

Che cos'è il Signoraggio Bancario
L’arma per ottenere, mantenere ed accrescere il potere
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 10,00

Rompere la Gabbia
Sovranità monetaria e rinegoziazione del debito contro la crisi
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
€ 9,80

L'incantesimo della Moneta
Il signoraggio Bancario e la dittatura finanziaria mondiale
Voto medio su 1 recensioni: Sufficiente
€ 11,00

Le Banche E La Creazione Del Denaro
Come liberarsi del signoraggio bancario
€ 11,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code