toba60

5 Motivi per cui i Trattamenti Alternativi per il Cancro Falliscono

Siamo Stati Censurati, Quindi Condividi Questo Articolo

Questa sezione ci sta particolarmente a cuore e sono già pronti centinaia di articoli che un po alla volta verranno posti alla vostra attenzione.

Come sapete, noi scandagliamo la Rete ed il DeepWeb alla ricerca di informazioni svincolate dai classici mezzi mainstream e ci siamo fatti un idea ben precisa delle problematiche che prima ancora che mediche sono di ordine strutturale vincolato da interessi che fuoriescono dalla ricerca medica.

Non esiste e non esisterà’ mai un farmaco ed una terapia medicinale per il cancro, è nella natura della specie umana e rientra in quelle che sono le leggi delle fisica e della biologia, che per quanto possano fare, sono sempre legate a delle logiche che con la cura vera e propria non hanno nulla a che vedere.

Elargire danaro alle case farmaceutiche già intrise a dismisura di capitali economici e’ un insulto alla povertà ed al rispetto dell’uomo.

Gia Nikola Tesla 100 anni fa aveva spianato la strada da intraprendere per una giusta direzione, ma questo non e’ possibile realizzarlo senza una presa di coscienza collettiva che dia inizio al suo lontano progetto.

Perche vi domanderete voi non si puo’ fare?

E’ semplice la questione, ed esula totalmente da un discorso squisitamente scientifico, perché sviluppare questo lavoro già predisposto significa incidere in ogni settore dell’energia, della politica, dell’economia, insomma della collettività mondiale cosi come ora la concepiamo e questo metterebbe in default un potere costituito che come vedete in questo preciso momento non ammette ingerenze.

Abbiamo accennato tempo fa attraverso un articolo quella che deve essere la base di un suo sviluppo, ma era inevitabilmente troppo complesso per Gran parte delle persone in quanto i termini non erano adeguati ad una consultazione popolare.

Tra l’altro abbiamo ricevuto ”pressioni e intimidazioni” in materia, il che significa che questa e la strada giusta da intraprendere.

Oramai siamo avviati su una direttrice dove non ci possiamo più fermare, in questo magazine abbiamo molti settori da affrontare e sono contrariamente a come la gente pensa connessi in ogni sua componente, vi invitiamo a seguirci e a e supportarci affinché tutto il nostro lavoro non sia vano.

Toba60

I Motivi per cui i Trattamenti Alternativi per il Cancro Falliscono

I sostenitori dei trattamenti convenzionali (allopatici) del cancro sosterranno spesso che i trattamenti naturali o alternativi del cancro non hanno sempre successo. Il che è vero, naturalmente. Non hanno sempre successo nel guarire il paziente dal cancro. Naturalmente, nemmeno la chemio, le radiazioni o la chirurgia.

Quelli che molte persone chiamano “trattamenti alternativi”, tuttavia, sono spesso poco più di qualcuno che prova alcune terapie non tradizionali senza adottare realmente un buon piano di trattamento naturale o alternativo (che in seguito chiameremo semplicemente “trattamento alternativo”).

Quando il trattamento alternativo fallisce, il più delle volte è dovuto a una o più delle seguenti cinque ragioni:

Non aver scelto il piano giusto per cominciare Aspettare finché non è troppo tardi per iniziare a usare trattamenti alternativi Non riuscire a seguire un piano di trattamento Non seguire un piano di trattamento completamente/perfettamente Interruzione di un trattamento

In questo articolo, esamineremo ognuno di questi cinque motivi comuni per cui i trattamenti alternativi non hanno successo. Esploreremo anche gli argomenti a favore dell’uso di trattamenti alternativi per il cancro e i passi per aiutare a garantire che i trattamenti alternativi non falliscano.

Motivo 1) Non scegliere un buon piano di trattamento alternativo

Prima di tutto, lasciatemi ribadire che provare uno o pochi elementi alternativi NON è usare un piano alternativo per cercare di sconfiggere il cancro. Per la maggior parte, questo è poco più che gettare a caso alcuni elementi supplementari contro il cancro nella speranza che possano in qualche modo funzionare. Mi rattrista a non finire vedere i sostenitori del mainstream proclamare quasi allegramente come i trattamenti alternativi per il cancro “abbiano fallito” quando qualcuno prova un tale approccio. In questi casi non c’è stato davvero nessun fallimento da parte dei trattamenti alternativi del cancro piuttosto c’è stato un fallimento nell’adottare un vero piano alternativo per cominciare.

Un secondo problema che si verifica troppo frequentemente è quando le persone con il cancro cadono per quello che io chiamo “one trick pony” e adottano un prodotto o un piano basato sulla pubblicità e/o sulle leggende dei forum di discussione sul cancro. Alcuni esempi includono:
Usare il laetrile da solo

Per un certo periodo, il laetrile è stato molto popolare come trattamento del cancro grazie in gran parte a due ragioni: Uno era la pubblicazione del libro di G. Edward Griffin A World Without Cancer che promuoveva il laetrile come praticamente La soluzione al cancro. Un altro motivo è stato il tanto pubblicizzato licenziamento del Dr. Ralph Moss dalla sua posizione di pubblicitario per lo Sloan-Memorial Kettering Hospital. Come condiviso nel numero di giugno 2017 della newsletter Heroes Against Cancer, Moss è stato licenziato dopo aver denunciato l’ospedale per aver coperto i risultati di uno studio sul laetrile condotto da uno dei loro stessi medici.

Anche se il laetrile è molto utile per prevenire il cancro e come parte di un protocollo globale anti-cancro, non dovrebbe essere usato come trattamento autonomo per il cancro. Quando si approfondiscono le storie di successo di laetrile (come ha fatto questo autore) si scopre quasi invariabilmente che le persone che hanno usato laetrile hanno anche usato altri elementi supplementari e hanno adottato diete e stili di vita più sani.

Affidarsi esclusivamente all’ossigeno supplementare

Anche se entrambi possono essere utili, non sono generalmente buoni trattamenti standalone per il cancro. La loro popolarità è dovuta in gran parte all’informazione fuorviante che il dottor Otto Warburg ha vinto un premio Nobel per aver scoperto che il cancro era causato da poco ossigeno e pH acido e che non può sopravvivere in un ambiente alcalino o altamente ossigenato. Questo semplicemente non è vero.

Ciò per cui il Dr. Warburg ha vinto il suo premio Nobel è stata la sua scoperta che le cellule cancerose sono caratteristicamente a basso contenuto di ossigeno. Anche se questo lo portò a ipotizzare inizialmente che il cancro potesse essere invertito fornendo ossigeno supplementare, quando provò a farlo non ebbe successo – e per una buona ragione.

Non cadete nella trappola di usare solo un “miracoloso” metodo alternativo di trattamento del cancro che scoprite su internet. Di solito ci vuole un approccio su più fronti per guarire dal cancro
Ignorare l’impatto delle tossine

Credere erroneamente alle false affermazioni che il cancro è, o è causato da, un fungo, un batterio, un virus, parassiti, o qualsiasi altro numero di cause oltre a ciò che è di gran lunga la vera causa numero uno del cancro secondo l’opinione di questo autore: tossine in combinazione con un terreno cellulare malsano.

Tutti questi elementi possono contribuire al cancro specialmente quando contribuiscono a un terreno cellulare malsano ma sono le tossine il colpevole numero uno. Questo è stato spiegato ben oltre cento anni fa dal grande scienziato francese Antoine Béchamp. Vale la pena notare che molti degli elementi naturali che hanno successo contro funghi, virus, batteri, parassiti e simili hanno proprietà anticancro.

La teoria del bicarbonato di sodio e della melassa/sciroppo d’acero vorrebbe far credere alla gente che quando il bicarbonato di sodio è combinato con la melassa o lo sciroppo d’acero “inganna” le cellule cancerose a ingoiare la miscela e quindi introduce il bicarbonato di sodio nelle cellule cancerose dove è mortale per loro.

Chiunque abbia una conoscenza di base della digestione umana saprebbe che il sistema digestivo umano scompone tutti gli elementi ingeriti nei loro composti componenti e che niente di così grande come una combinazione di bicarbonato di sodio e melassa o sciroppo d’acero potrebbe entrare intatto nel flusso sanguigno.

Come un leggero avvertimento – alcuni sostenitori credono che la melassa o lo sciroppo d’acero in qualche modo potenzia la capacità delle cellule tumorali di prendere il bicarbonato di sodio. Altri notano che sia la melassa che lo sciroppo d’acero contengono una serie di composti importanti che possono combattere il cancro e rafforzare il sistema immunitario.

(Più avanti in questo articolo, parleremo di come assicurarsi di scegliere il giusto piano di trattamento del cancro).

Motivo 2) Aspettare fino a quando è troppo tardi per iniziare i trattamenti alternativi

La maggior parte delle persone non si rivolge a trattamenti alternativi per il cancro fino a quando non viene detto loro dall’oncologo che non c’è più nulla che la medicina tradizionale possa fare per loro. Ad aggravare questo problema c’è il fatto che i medici spesso tengono i loro pazienti molto tempo dopo che è diventato evidente che i trattamenti convenzionali stanno fallendo.

A molti malati di cancro vengono somministrati trattamenti di chemio e radiazioni alla fine della vita, sottoponendoli a dolore e sofferenza inutili

Ai malati terminali di cancro vengono spesso somministrati duri farmaci chemioterapici e trattamenti con radiazioni molto tempo dopo che i loro oncologi hanno determinato che la cura del loro cancro è senza speranza. In molti casi questi trattamenti continuano fino al momento della morte o fino al momento in cui l’assicurazione e i risparmi della famiglia sono esauriti. Come risultato, molti malati di cancro sono crudelmente sottoposti a spese e sofferenze inutili, mentre poco tempo e risorse sono lasciate per trattamenti alternativi che altrimenti avrebbero potuto prolungare la loro vita.

Uno studio pubblicato sulla rivista Cancer nel 2010 ha scoperto che i trattamenti con radiazioni sono stati somministrati al 91% dei malati di cancro morenti. La metà dei pazienti ha trascorso più del 60% della loro vita rimanente sotto i trattamenti di radiazione. La maggior parte è morta prima di essere in grado di completare i trattamenti. Lo studio ha anche scoperto che invece di ridurre il dolore, i trattamenti il più delle volte lo aumentavano.

L’Oncologo ha riferito nel 2009 che circa un paziente di cancro su cinque che sta morendo è stato sottoposto a chemioterapia entro 14 giorni dalla morte. Il rapporto affermava anche che un terzo dei malati terminali di cancro non vengono mandati in un ospizio fino a quando non gli rimangono meno di tre giorni di vita. Nello stesso periodo, il Virginia Commonwealth Massey ha riferito che il 25% delle spese Medicare per i pazienti terminali di cancro sono state spese nel loro ultimo mese.

Così, i malati di cancro hanno spesso poche settimane o addirittura giorni di vita quando si rivolgono a trattamenti alternativi. Sorprendentemente, a volte i migliori trattamenti alternativi hanno successo – ma spesso non è così. Oltre al poco tempo che il paziente ha ancora da vivere, il suo sistema immunitario e gli organi principali sono stati gravemente danneggiati dai duri trattamenti allopatici. Inoltre, poiché i trattamenti tradizionali del cancro di solito distruggono solo le cellule cancerose meno resistenti, il cancro rimanente è composto da cellule che sono più resistenti a qualsiasi trattamento – alternativo o tradizionale.

Motivo 3) Non riuscire mai ad attenersi ad un piano di trattamento

Il cancro provoca spesso molto stress e ansia – il che è comprensibile dato che la vita stessa del paziente è di solito in gioco. A volte questo porta i malati di cancro ad avere poca pazienza con i trattamenti che provano, e non è insolito vederli saltare da un trattamento o integratore all’altro, senza mai dare a nulla abbastanza tempo per essere efficace.

I trattamenti alternativi spesso richiedono tempo per avere successo. Certamente non ci si dovrebbe aspettare che qualcuno si attacchi a una modalità di trattamento che non funziona, ma si dovrebbe dare abbastanza tempo per assicurarsi che non sia così. Naturalmente, prima una persona opta per trattamenti alternativi, più tempo avrà per provare un approccio e poi cambiare se necessario.

Una diagnosi di cancro provoca stress e ansia nel fare le cose giuste. Ma è necessario dare a un piano di trattamento abbastanza tempo per valutare se sta funzionando

Pensate al vostro cancro come a un esercito nemico invasore (le cellule tumorali) che ha preso piede nel vostro territorio (il vostro corpo). Una volta che cominciate a impiegare le vostre risorse anticancro, ci vorrà probabilmente del tempo per rallentare il nemico che avanza, combatterlo fino a fermarlo, e poi cominciare a prendere il sopravvento e sconfiggerlo. Il defunto Dr. Marc Swanepoel ha condiviso questa linea temporale riguardo al suo protocollo anticancro di grande successo:

La situazione normale è la seguente:

Il tasso di crescita del tumore/i rallenta (dopo 3-6 settimane)

Il cancro si stabilizza (dopo 6-10 settimane)

Il tumore inizia a ridursi in dimensioni (10-16 settimane)

Il paziente è in remissione (8-12 mesi)

Qui si deve notare che a volte c’è solo una lenta diminuzione delle dimensioni a causa del fatto che la maggior parte delle cellule all’interno del tumore possono essere cellule normali. Quindi, anche se tutte le cellule tumorali muoiono, il resto delle cellule normali manterrà le proprie dimensioni. Il tumore (o i tumori) può quindi diventare duro (incrostato) e può richiedere molto tempo, anche anni, per essere riassorbito dal corpo.

Ricordate, è il TASSO DI CRESCITA che inizialmente rallenterà anche se c’è ancora una certa crescita.

Motivo 4) Non seguire un piano di trattamento completamente/adeguatamente

I migliori trattamenti alternativi sono quelli completi. In generale, i loro componenti non sono opzionali dove si può scegliere solo quelli che si vogliono seguire. I diversi componenti sono tutti lì per una ragione, e se non li segui tutti ti stai facendo un brutto scherzo.

Trasformare il cancro in una condizione cronica che non si cura ma si gestisce con farmaci chemioterapici e radiazioni sembra essere l’obiettivo della medicina tradizionale. È un obiettivo che il più delle volte porta alla sofferenza e a una morte prematura. Prendete gli integratori per esempio, e notate la parola “integratori”. Non si chiamano medicine, non solo per il fatto che la FDA disapproverebbe molto una tale pratica.

Sono integratori con i quali si deve lavorare per raggiungere il successo, non semplicemente oggetti che si possono gettare contro il cancro o qualsiasi altra condizione. Questo è il modo in cui i farmaci tradizionali sono frequentemente usati e vale la pena notare che questi farmaci non curano quasi nulla e invece si limitano a gestire i sintomi.

Motivo 5) Interrompere un trattamento prima che abbia avuto pieno successo

Una delle cose più scoraggianti che ho sperimentato nei miei anni di aiuto alle persone con il cancro è quando le persone credono di aver avuto la meglio sul loro cancro e rallentano il protocollo che aveva avuto successo per loro – solo per vedere il cancro tornare a ruggire con una vendetta.

Quando si crede di aver avuto il sopravvento sul cancro NON è il momento di rallentare e non è nemmeno il momento di ritirare i propri sforzi quando si è data una diagnosi “senza cancro”. Piuttosto, questo è il momento di abbassare la guardia e assicurarsi che il cancro e le sue cause siano state completamente eliminate. Dovete assicurarvi che il cancro non ritorni o che non sia ancora in agguato nel vostro corpo in attesa di un’altra battaglia spesso con cellule tumorali circolanti e cellule staminali circolanti che sono le più difficili da eliminare.

Il caso per l’uso di alternative naturali

In poche parole, il triumvirato dei trattamenti tradizionali contro il cancro (chirurgia, chemio, radiazioni) raramente funziona. La chirurgia raramente rimuove tutte le cellule tumorali. La chemio e le radiazioni non solo non curano il cancro, ma lo rendono ancora più maligno, indebolendo gli organi principali del corpo e distruggendo la prima linea naturale di difesa contro il cancro e altre malattie – il sistema immunitario.

Nessuno di questi tre trattamenti affronta la causa principale che ha permesso al cancro di prendere piede in primo luogo. Senza eliminare la causa alla radice, è molto più probabile che il cancro ritorni.

La chemioterapia e le radiazioni uccidono prima le cellule tumorali più facili, lasciando intatte le cellule staminali del cancro che sono le più resistenti al trattamento. Così, con il passare del tempo e di ulteriori trattamenti, le cellule cancerose rimanenti sono sempre più costituite da quelle più difficili da eliminare e sono queste cellule che si moltiplicano e crescono. Le notizie diventano ancora peggiori…

Studi recenti hanno scoperto che sia le radiazioni che la chemio creano effettivamente cellule staminali tumorali mortali che sono 30 volte più difficili da sconfiggere rispetto anche alle più difficili cellule tumorali normali.

Cosa puoi fare per assicurarti che il tuo trattamento alternativo del cancro abbia successo

I migliori protocolli naturali e alternativi contro il cancro sono quelli che affrontano ogni area che può contribuire al cancro e impedire che venga curato. Ecco 8 consigli per creare un protocollo di trattamento del cancro di successo:

  • 1 | Eliminare ed evitare le tossine che sono di gran lunga la prima causa di cancro
  • 2| Assicuratevi di avere un fegato sano, compresi i dotti biliari aperti e che scorrono liberamente per aiutare ad eliminare le tossine
  • 3 | Assicuratevi di avere una nutrizione ottimale e affrontate qualsiasi carenza nutrizionale
  • 4 | Includere una dieta molto sana che incorpora i migliori alimenti che combattono il cancro
  • 5 | Richiedere l’esposizione a un sacco di sole e vitamina D3
  • 6 | Aiutarvi a gestire lo stress e affrontare questioni emotive irrisolte
  • 7 | Richiedere una regolare attività fisica
  • 8 | Includere integratori chiave anti-cancro

Ty and Charlene Bollinger

Fonte: TheTruthAboutCancer.com

SOTTOSCRIVI UN PICCOLO PIANO DI DONAZIONE MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

Codice  IBAN  IT19B0306967684510332613282

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.




Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code