toba60

Come Combattere la Macchina della Propaganda Dell’Establishment e Vincere

Dovete sapere che essere il 99% di coloro che subiscono ogni ingiustizia della terra significa di fatto che l’1% stabilisce questo stato di cose.

Le difficoltà primarie delle masse nasce dai paradigmi consolidati negli anni per non dire secoli, da società’ che si sono sempre adeguate alle legge del più’ forte, ignari che la forza è data solo ed unicamente dalla maggioranza che la riconosce in virtù di non si e’ mai capito cosa.

Ora prestate bene attenzione a come le dinamiche umane siano cosi conflittuali al punto che ognuno di voi sicuramente si meraviglierà per come abbia potuto essere stato ingannato cosi facilmente.

Il popolo italiano e mondiale si e’ adeguato a delle disposizioni assurde in ogni sua direttrice chi non ricorda i tifosi di calcio in trasferta che non potevano accedere allo stadio o dei podisti che in pieno deserto dovevano portare la mascherina …..(Vero Luca Zaia ”un politico in funzione delle Élite per lo smantellamento di un comparto del paese nevralgico sotto l’aspetto economico e strategico” ) e’ evidente che sono norme che il buon senso dovrebbe scartare in primis, ma pochi si sono posti la domanda sulla sua effettiva funzionalità in relazione allo stato di cose.

Lasciamo perdere ora la questione relativa al virus che non avrà mai fine senza una presa di coscienza collettiva che smantelli coloro che di questo ne hanno fatto un uso che esula totalmente dalla salute e la salvaguardia dei popoli e consideriamo le dinamiche sociali che hanno indotto il pianeta ad autodistruggersi con le proprie mani.

I mezzi di comunicazione cosi come sono strutturati hanno avuto sicuramente un ruolo importante, ma senza un antenna ricettiva che ne consenta la sua infiltrazione indiscriminata, nulla potrebbe intaccare la razionale funzionalità.

L’accettare incondizionatamente un dictact da parte di un autorità precostituita e’ stato il primo grande errore, e’ emblematico di come tutte le cause impugnate dai cittadini in relazione alle sovvenzioni di emergenza emanate, (mascherine Lockdown ecc. tutte palesemente anticostituzionali) siano state vinte e ciononostante il 99,9 per cento delle persone ha rinunciato a procedere in via giudiziaria, tra l’altro gratis, grazie ad un servizio di volontariato adibito a ciò, pagando un importo non dovuto.

Di fronte ad una popolazione remissiva ogni cosa può’ essere stabilita e imposta senza che nulla possa intaccare minimamente ogni scellerata presa di posizione, che non dimentichiamolo ha lasciato sul campo disoccupazione, devastazione sociale e morte che il virus pur con tutta la sua virulenza non ha neanche lontanamente avvicinato.

La prima domanda che il cittadino si fa e’ sempre univoca e ripete come un mantra la frase ”Ed io che cosa posso fare” è una formula magica che l’Establischment adora più’ di qualsiasi altra cosa, in quanto sancisce la sua permanenza a tempo indefinito su quanto avviene nel mondo.

Il modello educativo sociale in atto da anni stabilisce che la regola sia tutto e subito, ma non stanno cosi le cose e lo sappiamo tutti e ciononostante si delega ogni iniziativa al primo che capita che offre una soluzione immediata in relazione a questo principio, ecco che un criminale economico come Mario Draghi si può permettere di essere nominato capo del governo e legiferare sulla base di una credenziale che e’ più affine a quella di Pol Pot che non a quella di uno statista e non sarebbe difficile verificare i suoi trascorsi, che badate bene vanno interpretati in chiave ben diversa dai classici paradigmi che vengono posti in essere dai media maistream

Riforma Mario Draghi e Mario Monti in Argentina il paese piu’ ricco del mondo di materie prime

Pareggio di bilancio in un contesto finanziario globale significa fame, disoccupazione, povertà, guerra e spoliazione di ogni diritto e libertà e in questo il nostro legislatore e’ stato un eccellente interprete su scala mondiale di questo modello di sviluppo, vedi il suoi trascorsi nel gestire la pratica Greca in seno all’Unione Europea e non dimentichiamo il Crack Argentino sotto la presidenza Menem per conto della Goldman Sacks in comunione con il suo fido scudiero Mario Monti, consigliere all’epoca del ministro Cavallo che guarda caso pure membro dei G20 della commissione mondiale che detta le regole economiche fianco a fianco con il nostro salvatore dalle patria Mario Draghi.

Basterebbe questo per capire che il destino e’ segnato, fate pure la coda per andare in spiaggia sorbendovi una due tre ore per tornare a casa, nella speranza che nell’attesa vi si schiariscano le idee, godetevi questo momentaneo istante di gloria tra i privilegiati che hanno il denaro per la benzina, le macchine tra breve saranno solo elettriche e molti i soldi per comperarle non li hanno e ci si dovrà adeguare…….come?

È tutto da vedere e ricordatevi che gli altri prima o poi saremo noi.

l’1% con tanto potere e soldi e il 99% con nulla in mano …... consolatevi con un vaccino e successivamente con un bel chip in corpo cosí nessuno avra modo di sentirsi autonomo e responsabile delle sue azioni.

Hanno fatto tutto loro…mi riferisco alla parte ristretta di cui sopra, cosa pensavate, gli altri non contano nulla oramai.

Quasi tutti 🙂

Il testo e’ riferito a politici statunitensi e gli esempi sono strettamente legati alle dinamiche politiche di questo paese ma ogni riferimento è strettamente legato a tutto ciò che sta succedendo in ogni parte del mondo, Italia in Primis, ci sarà una seconda parte inerente l’argomento molto ben definita in fase di sviluppo.

Toba60

Come Combattere la Macchina della Propaganda

Ho intenzione di continuare a martellare e martellare su questo punto finché non vedo che ha messo radici nella coscienza americana: il modo migliore per abbattere l’oligarchia è attaccare aggressivamente e senza sosta il suo motore di propaganda.

La gente apprezza i miei carini pezzi di analisi sugli eventi attuali e i miei rudi soprannomi per i democratici aziendali, ma se ci fosse un’idea che potrei implorare a tutti voi di ingerire e far circolare, sarebbe questa.

“…il modo migliore per abbattere l’oligarchia è attaccare in modo aggressivo e implacabile il suo motore di propaganda”.

Ora è più chiaro che mai che la democrazia è funzionalmente inesistente in America. (E in tutto il mondo) In un sistema bipartitico inequivocabilmente rigido, la DNC sta comunicando apertamente al pubblico che si considera un’istituzione privata senza alcun obbligo di fornire al pubblico una legittima primaria democratica. Dall’altra parte del corridoio il presunto nazionalista che il popolo ha presumibilmente eletto si è comportato sempre più come i globalisti neocon che i suoi sostenitori di base disprezzano. Non importa come si voti, i plutocrati e le loro multinazionali e banche vincono, e il popolo americano perde. Questo è stabilito al di là di ogni dubbio per chiunque abbia prestato attenzione. Abbiamo provato tutte le porte politiche, e sono tutte sprangate.

Quindi è così, giusto? Scacco matto? È il momento di arrendersi, fare tap out e aspettare che ci facciano uccidere tutti in un olocausto nucleare o in un disastro climatico?

Sbagliato. Le élite che manipolano il vostro governo sono più vulnerabili ora che mai e lo sanno la soluzione non è nella politica, ma nei media. Quello che manca agli americani nel potere di voto, lo compensano con il fatto che la loro capacità di collegarsi in rete e condividere informazioni ha raggiunto livelli senza precedenti, il che significa che i vecchi sistemi di propaganda che sono stati usati per cullare gli americani nell’accettare la narrativa dell’establishment esercitano sempre meno influenza. Internet ha il potenziale per iniziare un cambiamento totale nella prospettiva pubblica.

Noam Chomsky – I 5 filtri della macchina dei mass media Tradotto in Italiano Video Digita Qui

Alcune persone si arrabbiano con me perché non prendo posizione sul dibattito DemEnter vs. DemExit all’interno della grande rivoluzione progressista; i DemExiters in particolare continuano a presentarsi ogni volta che menziono Bernie Sanders o Tulsi Gabbard, per esempio, urlando “Non lo capite, pazzi? Il sistema è truccato! Votate il terzo partito!”.

Possiamo parlare della natura intrinsecamente autocontraddittoria di questa linea di pensiero per un secondo? Se sai che il sistema è truccato contro di te dai tuoi oppressori, allora perché li stai combattendo all’interno del sistema che loro hanno truccato? È come accettare di combattere uno squalo nell’acqua, o una cintura nera di jiu-jitsu brasiliano a terra. Hanno il sistema elettorale tutto puntellato a loro favore, e fino a quando il loro motore di propaganda funzionerà, continueranno a manipolare il modo in cui l’America tradizionale pensa e vota, non importa quali insurrezioni politiche proverete a fare.

Se per miracolo riuscite a portare un candidato anche solo lontanamente anti-establishment oltre il loro muro di manipolazioni, allora troveranno il modo di fare pressione su di loro per metterli in riga, proprio come hanno fatto con Trump con il loro Russiagate senza senso.

SOTTO LE REGOLE DEL MERCATO, le GRANDI CELEBRIETÀ MEDIA come Joe Scarborough e la sua compagna di show, Mika Brzezinski, diventano rapidamente merci di valore che richiedono (e ricevono) una promozione costante. Le immagini qui sotto testimoniano questa pratica indiscussa. In questo modo, il sistema assicura completamente i suoi profitti e “possiede” le celebrità che, circondate da privilegi, fama e ricompense monetarie esorbitanti, non vedono alcun incentivo a mettere in discussione lo status quo, né la loro posizione nell’intero schema marcio.

INCESTO MEDIA: i conduttori di Morning Joe vengono intervistati (promossi) in uno dei tanti talk show di tarda notte americani. Oltre a darsi costantemente dei premi per questo o per quello, le celebrità dei media promuovono sempre altri nella stessa professione prostituita. È un coro autocelebrativo con una vincita, tranne che per il pubblico imbambolato.

Quindi cosa possiamo fare?

Li facciamo combattere la nostra battaglia. Se loro sono uno squalo e noi una tigre, ci facciamo combattere nella giungla. Se sono una cintura nera di jiu-jitsu brasiliano e noi siamo un kickboxer, li facciamo combattere in piedi. Dato che loro sono una vecchia struttura di potere in un panorama mediatico in rapida evoluzione che ha perso completamente il controllo della narrazione nel 2016 e noi siamo abitanti di internet, li facciamo combattere una guerra mediatica.

La macchina dell’oppressione non può funzionare senza il suo motore di propaganda, e ora abbiamo a portata di mano la capacità di paralizzare quel motore. Una volta paralizzato, sono impotenti, e i vecchi meccanismi di manipolazione e controllo saranno scrollati di dosso come un cappotto pesante in una giornata calda. Ecco una semplice e vincente strategia in otto punti per fare esattamente questo:

1) Aumentare la sfiducia del pubblico nei media tradizionali.

Sapevate che nel 2009 Joe Scarborough della MSNBC ha rifiutato una facile candidatura al Senato degli Stati Uniti perché ha deciso che poteva avere più influenza sulle politiche pubbliche come conduttore di Morning Joe che come uno dei 100 senatori degli Stati Uniti? Infatti, nel 2011 il Time lo ha nominato una delle persone più influenti del pianeta. Lei vive in un paese in cui il conduttore di un programma televisivo esercita più potere politico di alcuni dei suoi funzionari eletti di più alto livello, e lo sa. La sua capacità di manipolare l’opinione pubblica e i voti nella nazione più potente del mondo gli dà più potere di quanto qualsiasi semplice senatore potrebbe mai sognare.

Ora immaginate se nessuno si fidasse di Joe Scarborough. Immaginate se nessuno si fidasse di nessuna delle altre teste parlanti in TV. Immaginate se sapessero che la CNN ha tirato fuori una bambina siriana di sette anni con un account Twitter falso estremamente popolare e le ha fatto recitare battute scritte in modo da produrre consenso per un’altra invasione di cambio di regime in un’altra località strategicamente cruciale nella battaglia dei combustibili fossili, per esempio.

La psy-op di Bana Alabed è il singolo pezzo più trasparente di propaganda di guerra che abbia mai visto in vita mia, e dovremmo parlarne costantemente, perché si sono davvero esposti con quello. Dovremmo tutti gridare su questo e indicare tutte le prove incriminanti tutto il tempo, perché è la prova perfetta e irrefutabile che i media corporativi stanno cospirando per ottenere il sostegno pubblico per un cambio di regime che il governo permanente dell’America ha sbafato per secoli.

Fare molto rumore su questi comportamenti estremamente sospetti indurrà la gente a vedere i media che consumano con una sana quantità di sospetto, durante il quale non ingeriranno i sonniferi che questi bocchini dello Stato profondo stanno alimentando, perché si impregnano le narrazioni con il potere di credere solo quando vengono da qualcuno di cui ci si fida. Abbiamo bisogno di uccidere quella fiducia, e la uccidiamo stando costantemente all’attacco contro ogni cosa malata e strana che questi vermi fanno.

Per strappare il potere agli oligarchi e darlo al popolo americano, l’America tradizionale dovrà iniziare a svegliarsi al fatto che il loro governo sta mentendo loro con l’aiuto dei media aziendali, e che non vivono nel tipo di paese in cui i loro insegnanti hanno insegnato loro a vivere. Questo non è un obiettivo insormontabile. Gallup riporta che la fiducia nei mass media è già al minimo storico per l’America tradizionale, e questo peggiorerà solo se continuiamo ad attaccarli.

Distruggere l’illusione della normalità.

Questo è l’obiettivo finale dietro ogni singola manovra nella guerra dei media contro l’establishment di potere non eletto dell’America. Nel 2013, il governo degli Stati Uniti si è dato formalmente il diritto di usare le psy-ops (operazioni psicologiche, cioè manipolazioni su larga scala del modo in cui il pubblico vede e pensa qualcosa) sui propri cittadini. In un influente documento del 1983 intitolato “Operazioni psicologiche militari e strategia degli Stati Uniti”, il Col. Alfred R. Paddock Jr. ha scritto che “le operazioni psicologiche sono l’unico sistema di armi che ha un ruolo importante da svolgere in tempo di pace”.

Secondo un articolo intitolato “How US Flooded the World with Psyops” del giornalista investigativo Robert Parry di Consortium News, “Fino agli anni ’80, le psyops erano normalmente considerate una tecnica militare per minare la volontà di una forza nemica diffondendo bugie, confusione e terrore… Essenzialmente, l’idea delle psyops era quella di giocare sulle debolezze culturali di una popolazione bersaglio in modo che potesse essere più facilmente manipolata e controllata.

Ma le sfide affrontate dall’amministrazione Reagan negli anni ’80 hanno portato alla determinazione che erano necessarie anche le psyops in tempo di pace e che le popolazioni bersaglio dovevano includere il pubblico americano”.

Quindi sappiamo che stanno usando le psy-ops dei media sul pubblico americano, e sappiamo che le psy-ops devono essere fatte costantemente, sia in tempo di pace che in tempo di guerra, nella stagione elettorale e fuori, per essere efficaci.

L’America è un sistema di governo corporativo, i suoi mass media sono di proprietà di sole cinque corporazioni, e la CIA è stata profondamente inserita nei mass media per decenni. Il governo degli Stati Uniti e i suoi proprietari plutocrati non hanno reso legale l’uso delle operazioni psicologiche sui cittadini americani per cazzate e risate, lo hanno fatto perché usano le operazioni psicologiche sui cittadini americani. Questo sta accadendo davvero. Questa non è paranoia. Questi sono fatti.

Dal momento che queste operazioni psicologiche vengono eseguite costantemente, la gente ci si abitua. Scivola dentro quando un manipolatore di parole come Chris Cuomo borbotta un’insalata di parole sul fatto che è illegale leggere WikiLeaks. Sono abituati ad avere le loro prospettive costantemente stimolate e regolate ogni giorno dalle manipolazioni violente di questi predatori mentali.

Questi predatori usano la loro fidata e onnipresente presenza nella vita del pubblico per convincerli che anche tutto quello che sta succedendo è normale. È perfettamente normale che poche persone estremamente ricche e i loro compari prendano tutto il nuovo reddito per sé e controllino il tuo governo mentre tu lotti per sfamare la tua famiglia.

È normale che il vostro paese bombardi nazioni sovrane ogni singolo giorno e abbia centinaia di basi militari in tutto il mondo. È normale che gli americani paghino più tasse per l’assistenza sanitaria di chiunque altro sulla terra, ma siano ancora l’unico grande paese senza assistenza sanitaria come diritto.

È normale che tutti questi politici sembrino fare più o meno le stesse cose una volta eletti, nonostante abbiano fatto una campagna su piattaforme molto diverse. È normale che i funzionari eletti mentano. È normale che il tuo governo abbia la capacità di spiarti. Tutto questo è normale.

Dobbiamo far uscire l’America tradizionale da questa nenia di normalità. Dobbiamo essere l’amico premuroso che dice loro che non è normale che il loro ragazzo sia violento e dispotico. Dobbiamo continuare a trovare modi nuovi e innovativi per far sapere a tutti che niente di tutto questo è normale e che deve finire. Questo è sempre il nostro obiettivo finale, perché senza l’incantesimo della normalità, tutto crolla.

3) Infrangere l’illusione dell’unanimità.

Tutti sanno che i russi hanno violato le elezioni; non c’è un dibattito serio su questo. Assad ha gassato il suo stesso popolo a Idlib; tutti gli esperti sono d’accordo. Kim Jong Un è un pazzo irrazionale che potrebbe schierare una bomba atomica in qualsiasi momento, a meno che non continuiamo a fargli pressione; questo è solo un fatto.

Poiché tutti i mass media sono di proprietà delle stesse persone, gli oligarchi possono creare l’illusione del consenso ogni volta che hanno bisogno di portare avanti un’agenda importante. La stessa narrazione singolare viene raccolta e sputata da tutti i mezzi di comunicazione con un tono estremamente sicuro e autorevole, come li abbiamo visti fare con la psy-op “Saddam ha armi di distruzione di massa e vuole infliggere un altro 11 settembre all’America” che abbiamo visto con l’Iraq.

Questo crea l’illusione che un’affermazione completamente priva di fondamento sia un fatto stabilito, e a quel punto chiunque suggerisca il contrario sarà deriso e respinto nel migliore dei casi o condannato e demonizzato nel peggiore.

Combattiamo questo essendo ancora più sicuri e autorevoli nel nostro rifiuto di queste narrazioni, e distribuendo le contro-narrazioni il più ampiamente possibile con quante più persone possibile a bordo. Rifiutate di essere costretti al silenzio. Quando la gente ha torto, diteglielo. Non ritiratevi nella vostra camera d’eco, parlate! Dite quello che pensate e ditelo come se aveste ragione, perché è così, e lo siete.

4) Rimanete politicamente attivi a gran voce.

So che ho appena finito di dire che non ci sono soluzioni politiche in una nazione senza democrazia, ma è proprio questo il punto. L’establishment non vorrebbe niente di meglio che farci rinunciare alla politica e scivolare via nell’oscurità, così smetteremo di fare rumore e di svegliare le loro vittime addormentate.

Recentemente ho avuto un’interazione con un uomo sulla mia pagina che sosteneva di essere stato un delegato democratico in più elezioni presidenziali che ha detto che avrebbe preferito perdere ogni elezione da qui all’eternità piuttosto che collaborare con l’ala di Sanders, e che vuole che i progressisti anti-establishment scivolino tutti via dal dibattito politico principale in una frangia dove possiamo essere comodamente ignorati.

I Clintoniani più trasparenti come la perennemente cringe-inducing Sally Albright dicono la stessa cosa, che sarebbe meglio che i Berniecrats se ne andassero a meno che non abbandonino la loro piattaforma di giustizia economica (che gli oligarchi non sopportano) per concentrarsi esclusivamente sulla giustizia sociale (a cui gli oligarchi sono indifferenti).

Se mantenere la nostra attenzione sui diritti civili fa sì che i Berners lascino il partito democratico, non dovremmo semplicemente lasciarli andare? – Sally Albright (@SallyAlbright) 14 febbraio 2017

È quello che vogliono, quindi non dateglielo. Se sei per DemEnter, spingi a gran voce i tuoi candidati progressisti in avanti e poi fai più rumore possibile quando i media dell’establishment li infangano e la DNC sabota le loro campagne. La stessa identica cosa se sei pro-DemExit; spingi i tuoi candidati indipendenti e di terzo partito sotto i riflettori con quanto più rumore e fanfara possibile, poi urla e indica quando vengono sabotati dall’establishment.

Se sei un libertario, un nazionalista e/o un paleocon, stessa cosa, e fallo anche con il crescente numero di switcheroo politici neocon che Trump sta facendo. L’America mainstream non è ancora consapevole del fatto che la democrazia non sta accadendo in America, quindi più fatti possiamo accumulare per mostrarli meglio è, e più rumore facciamo su questo, più ne sveglieremo.

5) Serbare rancore.

Ho usato molto la frase “nuovo bidone” ultimamente, perché è così illustrativa del modo in cui funzionano i mass media. Non importa quali siano le cose strane e raccapriccianti che l’establishment infligge al popolo americano, il ciclo di notizie 24 ore su 24, 7 giorni su 7, lo rimescola rapidamente dalla memoria. Non dobbiamo mai lasciare che questo accada.

Dobbiamo essere un oggetto solido contro la marea ribollente dell’oblio, non dimenticando mai che la DNC ha attivamente sabotato l’unico progressista nelle sue primarie, non dimenticando mai che lo stato profondo ha completamente smascherato se stesso e la sua agenda con la psy-op di Bana Alabed, non dimenticando mai che hanno cercato di forzare alla Casa Bianca un candidato che stava promettendo di istituire una no-fly zone in un’area dove gli aerei militari russi stavano conducendo operazioni, non dimenticando mai gli orrori che hanno inflitto alla Libia, non dimenticando mai che ci hanno mentito sull’Iraq.

Continuate a tirare fuori queste cose. Continuate a puntare e urlare su di essa. Non è aggiustato, è ancora rotto, lo stanno ancora facendo, e stanno cercando di fare di più. Mai dimenticare, mai perdonare, perché questo è esattamente ciò che il governo ombra vuole. Continuate a distruggerlo.

6) Essere sempre all’attacco.

Marcelo Garcia, probabilmente il più grande grappler mai vissuto, insegna ai suoi studenti che devono essere sempre all’attacco, che ogni volta che l’avversario li costringe a giocare in difesa, stanno perdendo l’incontro. Questa è una mentalità importante anche per la guerra dei media.

Non possiamo essere reattivi, aspettando che dicano una bugia e poi correndo a difendersi, perché allora sono in prima linea e stanno già travolgendo il pubblico nella loro narrazione mentre noi ci affanniamo a raggiungerli. Abbiamo molti anni di bugie dell’establishment da additare e su cui urlare, e dato che siamo così bravi a serbare rancore possiamo continuare a dissotterrarle e additarle.

Continuare ad attaccare lo scandalo DNC. Continuate ad attaccare la CNN sulla psy-op di Bana Alabed. Continuate ad attaccare il New York Times per il suo ruolo speciale nel vendere all’America le bugie che hanno portato all’invasione dell’Iraq e il Washington Post per aver costantemente riferito sulla comunità dell’intelligence senza mai rivelare il fatto che il suo proprietario ha ricevuto centinaia di milioni di dollari dalla CIA.

Attaccate sempre; metteteli sulla difensiva. Continuate a portare avanti cause che li mettono a disagio e idee da cui devono difendersi. Costringeteli in situazioni in cui devono fare cose come inventarsi spiegazioni ridicole sul perché Assad avrebbe gassato la sua stessa gente nel momento peggiore possibile, quando non aveva nulla da guadagnare e tutto da perdere.

Farli sembrare stupidi. Più sembrano stupidi, più aperture creeranno per ulteriori attacchi, e meno fiducia l’America mainstream investirà nelle loro narrazioni. Non aspettateli; attaccate ora. Attaccate ora e non mostrate pietà. Continuate a infilare quella spada finché non esce dall’altra parte.

7) Trova gli altri.

Se stai leggendo questo, è probabile che tu abbia fatto delle connessioni con altre persone che hanno perforato la matrice e visto attraverso il muro di bugie che gli è stato offerto dalla nascita. Questo è un bene; quando tutti quelli che hanno bevuto il kool-aid ti dicono che sei pazzo, è importante essere isolati da un gruppo che ti dica “No, non sei pazzo – lo vedo anch’io”.

Tutto nel nostro patrimonio evolutivo di primati ci dice che la nostra sopravvivenza dipende dalla nostra capacità di adattarci al resto della tribù, quindi la pressione di dissociarci dai nostri dubbi per conformarci può essere schiacciante. Se non avete ancora un sistema di supporto come questo, vi consiglio vivamente di trovarne uno, perché è così difficile tenere la testa fuori dall’acqua senza di esso.

Ma quanti di questi altri hai trovato che vedono quello che vedi tu ma non condividono il tuo background ideologico? Questo è il passo successivo. Per uccidere la macchina della propaganda, dovremo iniziare a collaborare con tutti quelli che vogliono vederla morta.

La sinistra anti-establishment non ha i numeri per farlo da sola, né gli anarchici, né nessuna delle fazioni della destra anti-establishment, e potete essere certi che non appena avremo messo alle corde la bestia della propaganda, essa inizierà immediatamente a raddoppiare la sua tattica collaudata di dividere e conquistare. Farà tutto il possibile per cercare di dividerci e metterci l’uno contro l’altro, così smetteremo di combattere il vero nemico.

Questa è una mossa piuttosto avanzata, ma più ci sentiamo a nostro agio nel combattere le narrazioni dei mass media fianco a fianco con tutte le altre fazioni ideologiche che vi si oppongono – i comunisti, i Berners, i Verdi, gli anarchici, i libertari, i nazionalisti civili ed economici, i truth-teller di tutte le forme e dimensioni – più saremo efficaci.

I media anti-establishment saranno in grado di diventare molto più virali, non ci distrarremo combattendo l’un l’altro, non creeremo in modo isolato, saremo tutti collegati a una mente alveare molto più grande che individua i punti deboli del nemico ed elabora nuovi attacchi creativi alla narrazione dell’establishment. Se riusciamo a rendere il movimento anti-establishment abbastanza grande, farà breccia nel mainstream più e più volte, bucando ogni volta la narrativa ufficiale.

Questo è totalmente fattibile.

Ron Paul intervista Julian Assange ‘La CIA è stata profondamente umiliata’ Video Digita Qui

8) Divertirsi.

Infine, divertitevi con questo. Questa rivoluzione è davvero divertente! Abbiamo l’opportunità di essere praticamente dei maghi, che combattono gli incantesimi di parole che questi bastardi stanno lanciando sul mainstream addormentato e gridano “Non passerete!”. E possiamo portare la nostra creatività e la nostra passione, fare meme, scrivere blog, fare video, condividere idee, e fare in modo che questo significhi davvero qualcosa e sia costruito verso qualcosa di reale e tangibile.

Questa è una rivoluzione in cui non finirete dalla parte sbagliata della baionetta di qualche Giubba Rossa, ma potrete invece fare cose divertenti che vi piacciono già!

Dico questo perché guardare direttamente il male di questi stronzi può essere profondamente drenante se si viene risucchiati in schemi di pensiero negativi, e potremmo perdere un buon soldato dei media quando invece ci si potrebbe semplicemente divertire e giocare con noi. Vedo così tanto per cui essere ottimisti qui, e questa guerra è così molto, molto vincibile se solo ci mettiamo la nostra creatività e il nostro entusiasmo.

Non lasciate che qualcuno vi dica che non si può fare. Non rispetto più il pessimismo qui; non c’è nessun motivo valido per essere pessimisti in una situazione completamente senza precedenti.

Ci sono attualmente più di 3,7 miliardi di utenti internet attivi sul pianeta Terra in questo momento, e sono in aumento. 3,7 miliardi di cervelli umani in grado di collegarsi e condividere le migliori idee e informazioni che l’umanità abbia mai prodotto con sempre maggiore efficacia. 3,7 miliardi di cervelli umani che collaborano e cospirano insieme.

Niente di neanche lontanamente simile è mai successo prima nella storia dell’umanità. Non si può essere pessimisti in una situazione come questa. Tutto può succedere.

Possiamo sicuramente farlo. Divertitevi.

Caitlin Johnstone

Fonte: caitlinjohnstone.com

SOTTOSCRIVI UN PICCOLO PIANO DI DONAZIONE MENSILE E AIUTA COLORO CHE L’ESTABLISHMENT VUOLE CENSURARE

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.




Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code