toba60

Ehi Tu, Che Numero Sei ?

Views: 330

Siamo arrivati al punto in cui non ci si meraviglia più di nulla su tutto quanto accade nel mondo, Guerre, Rivolte, Omicidi, Stupri, Rivoluzioni, Immigrati, Vaccini, Finanza Speculativa, Governi Corrotti, Dissesto Ecologico, siamo immuni ad ogni notizia, tutto viene consumato alla stregua di un Hot Dog, e’ un sintomo estremamente pericoloso, di cui la gente pare non rendersene nemmeno conto.

Genocidio in Ruanda 1 Milione di Morti

Poco tempo fa leggo una notizia di cronaca su un notiziario Africano, uno di quelli che mai godranno di una visibilità’ mediatica di ampio raggio, si parla di una mattanza di civili che protestavano per le inumane condizioni di lavoro, che ha causato circa 300 morti (Interessante la dicitura circa!) perpetrata da parte di un governo corrotto, la cui campagna politica e’ stata palesemente finanziata dalle solite multinazionali, che attraverso loro, hanno monopolizzato le risorse minerarie indispensabili per disporre totalmente, di materiale utile alla produzione di prodotti HiTech.

La morte di Bambini e’ una Consuetudine in Yemen

Li’ per li’ mi sono per un attimo lasciato andare alle solite considerazioni, di parte, quattro righe messe in bella vista su un monitor, senza un minimo dettaglio sui fatti accaduti nemmeno un immagine, l’unica cosa tangibile era un numero, 300, potevano essere 301 o 302, forse non cambiava nulla, ma …..se quel Uno o Due in più’ o meno, fossero stati tuo figlio o tuo padre o tua mamma o il tuo cane! sarebbe stata la stessa cosa? cosa significano 300 morti in un paese come il Congo che di morti ne ha in pochi anni avuti 6 Milioni la meta’ di loro bambini, da quando tutti, si o si, dobbiamo avere un IPhone tra le mani.




    



La morte degli altri ci lascia totalmente indifferenti, 4,5 Milioni di morti in Irak nella guerra del Golfo, sono solo numeri per te, ma se muore tua moglie in un incidente, la tua vita diventa un dramma, pensaci, pensaci un attimo, Saddam Hussein era il nemico da abbattere, il criminale, l’uomo cattivo, colui che aveva le armi di distruzione di massa, ma l’uomo Buono con le sue stesse armi, ha sterminato 540.000 bambini, tutti avevano un padre, una madre, una famiglia improntata sul lavoro, una vita privata il cui fine era la serenità’ collettiva, come tutti noi e per i prossimi 30 anni privi di ogni infrastruttura e sottoposti ad un embargo assurdo, non potranno mai disporre liberamente della loro vita.

Bombardamento in Yemen

Tutti evidenziano nei paesi civilizzati, che perdere il lavoro, viene considerata un emergenza per non dire una calamita’, da loro questa prerogativa gli e’ stata imposta, come condizione permanente e ineludibile, di qui, a tutti gli anni a venire.




    



I 2 milioni e mezzo di morti in Yemen non sono un numero, molti di loro, anzi la maggioranza, nemmeno sa chi sono i loro governanti e chi sono i nemici, sono società’ rurali e prive di ogni nozione mediatica, come noi occidentali la intendiamo, molti vivono in comunità isolate, con le loro regole le loro abitudini e probabilmente nemmeno sanno, chi e perché’, sono stati decimati da armi tecnologiche che nemmeno sapevano esistessero e da dove provengono, agli occhi del mondo erano nemici pericolosi, ma non si e’ mai capito bene e nessuno mai lo saprà’, a che pericolo ci si riferisce!

Yemen

Il degrado sociale nasce da questa presa di posizione collettiva, dove se tardi un minuto al lavoro, e’ la fine del mondo, ma se muori questo non importa praticamente a nessuno e che ha fatto perdere di vista il reale senso degli eventi delle notizie e della vita, provo un autentico senso di compassione, nei confronti dei conduttori televisivi e dei telegiornali e buona parte di coloro che in buona fede si prodigano a dare informazione in rete, ci si dimentica della vera ed autentica natura umana, che nulla ha a che vedere, con ciò’ che in un primo momento suscita nella gente emozioni artificiose, dietro c’e molto di più’ e questo di più’ e’..

L’unica cosa che realmente conta.

Toba60




    



Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

0

Your Cart