toba60

Miti Scientifici Assai Ridicoli Molto Comuni

Come disse il detto …..non si finisce mai di disimparare!

Toba60

Miti scientifici ridicolmente comuni

Non c’è niente di meglio di un po’ di mitologia (il che spiega la popolarità del programma televisivo con lo stesso nome), quindi eccoci di nuovo qui, a presentarvi una nuova lista di idee sbagliate e miti terribilmente comuni – questa volta sulla scienza.

1. Miglioramenti evolutivi

Mentre è un fatto che la selezione naturale elimina i geni malsani dal pool genetico, ci sono molti casi in cui un organismo imperfetto è sopravvissuto. Alcuni esempi di questo sono i funghi, gli squali, i gamberi e i muschi tutti questi sono rimasti essenzialmente gli stessi per un grande periodo di tempo. Questi organismi sono tutti sufficientemente adattati al loro ambiente per sopravvivere senza miglioramenti.Altri taxa sono cambiati molto, ma non necessariamente in meglio. Alcune creature hanno cambiato il loro ambiente e i loro adattamenti potrebbero non essere così adatti alla loro nuova situazione. La fitness è legata al loro ambiente, non al progresso. (Leggi Misconcetti sull’evoluzione)

2. Il mito: quando viene esposto al vuoto dello spazio, il corpo umano scoppia

Questo mito è il risultato dei film di fantascienza che lo usano per aggiungere eccitazione o dramma alla trama. In realtà, un essere umano può sopravvivere per 15-30 secondi nello spazio esterno, a patto che espiri prima dell’esposizione (questo impedisce ai polmoni di scoppiare e mandare aria nel flusso sanguigno). Dopo circa 15 secondi, la mancanza di ossigeno provoca l’incoscienza che alla fine porta alla morte per asfissia.

3. Il mito: Polaris è la stella più luminosa nel cielo notturno dell’emisfero settentrionale

Sirio è in realtà più luminosa con una magnitudine di 1,47 rispetto a Polaris di 1,97 (più basso è il numero più luminosa è la stella). L’importanza di Polaris è che la sua posizione nel cielo segna il Nord – e per questo motivo è anche chiamata la “Stella del Nord”. Polaris è la stella più luminosa della costellazione dell’Orsa Minore e, curiosamente, è solo l’attuale Stella Polare, poiché le stelle polari cambiano nel tempo perché le stelle mostrano una lenta deriva continua rispetto all’asse terrestre.

4. Il mito: il cibo che cade sul pavimento è sicuro da mangiare se lo si raccoglie entro cinque secondi

Questa è una sciocchezza assoluta che dovrebbe essere ovvia alla maggior parte dei lettori. Se ci sono germi sul pavimento e il cibo vi cade sopra, questi si attaccheranno immediatamente al cibo. Detto questo, mangiare germi e sporcizia non è sempre una cosa negativa perché ci aiuta a sviluppare un sistema immunitario robusto. Preferisco avere una regola del “quanto è gustoso“: se è qualcosa di veramente gustoso, può stare lì per dieci minuti per quanto mi riguarda – lo mangerò comunque.

5. Il mito: c’è un lato oscuro della luna

In realtà ogni parte della luna è illuminata a volte dal sole. Questa idea sbagliata è nata perché c’è un lato della luna che non è mai visibile alla terra. Ciò è dovuto al blocco di marea; ciò è dovuto al fatto che l’attrazione gravitazionale della Terra sulla luna è così immensa che essa può mostrare solo una faccia a noi.

Wikipedia lo mette in modo piuttosto intelligente così: “Il blocco di marea si verifica quando il gradiente gravitazionale fa sì che un lato di un corpo astronomico sia sempre rivolto verso un altro; per esempio, un lato della Luna è sempre rivolto verso la Terra. Un corpo bloccato dalle maree impiega lo stesso tempo a ruotare intorno al proprio asse che a ruotare intorno al suo partner. Questa rotazione sincrona fa sì che un emisfero sia costantemente rivolto verso il corpo partner”.

6. Il mito: le cellule cerebrali non possono rigenerarsi – se si uccide una cellula cerebrale, non viene mai sostituita

Il motivo per cui questo mito è così comune è che è stato creduto e insegnato dalla comunità scientifica per molto tempo. Ma nel 1998, gli scienziati della Svezia e del Salk Institute di La Jolla, California, hanno scoperto che le cellule cerebrali negli esseri umani maturi possono rigenerarsi.

In precedenza si era creduto a lungo che i cervelli complessi sarebbero stati gravemente danneggiati dalla crescita di nuove cellule, ma lo studio ha scoperto che il centro di memoria e apprendimento del cervello può creare nuove cellule dando speranza per una cura finale per malattie come l’Alzheimer.

7. Il mito: un penny lasciato cadere da un edificio molto alto può uccidere un pedone sottostante

Questo mito è così comune che è diventato anche un po’ un cliché nei film. L’idea è che se si lascia cadere un penny dalla cima di un alto edificio (come l’Empire State Building) – prenderà abbastanza velocità da uccidere una persona se atterra su di essa a terra. Ma il fatto è che l’aerodinamica di un penny non è sufficiente a renderlo pericoloso. Quello che accadrebbe in realtà è che la persona che viene colpita sentirebbe una puntura – ma certamente sopravviverebbe all’impatto.

8. Il mito: le meteore si riscaldano per attrito quando entrano nell’atmosfera

Quando un meteoroide entra nell’atmosfera terrestre (diventando una meteora), è in realtà la velocità che comprime l’aria davanti all’oggetto che ne provoca il riscaldamento. È la pressione sull’aria che genera un calore abbastanza intenso da rendere la roccia così calda da brillare per il nostro piacere visivo (se siamo abbastanza fortunati da guardare il cielo al momento giusto).

Dovremmo anche sfatare il mito che le meteore sono calde quando colpiscono la terra diventando meteoriti. Le meteoriti sono quasi sempre fredde quando colpiscono – e infatti si trovano spesso ricoperte di brina. Questo perché sono così fredde dal loro viaggio attraverso lo spazio che il calore di ingresso non è sufficiente a fare altro che bruciare gli strati esterni.

9. Il mito: i fulmini non colpiscono mai due volte lo stesso posto

La prossima volta che vedi un fulmine e pensi di correre sul posto per proteggerti dal prossimo fulmine, ricorda questo punto! I fulmini colpiscono due volte lo stesso posto infatti è molto comune. I fulmini ovviamente favoriscono certe aree come alberi alti o edifici. In un grande campo, è probabile che l’oggetto più alto venga colpito più volte fino a quando il fulmine si allontana sufficientemente per trovare un nuovo bersaglio. L’Empire State Building viene colpito circa 25 volte all’anno.

10. Il mito: non c’è gravità nello spazio

In realtà, c’è gravità nello spazio molta. La ragione per cui gli astronauti sembrano essere senza peso è che stanno orbitando intorno alla terra. Stanno cadendo verso la terra ma si muovono abbastanza lateralmente da mancarla. Quindi sono fondamentalmente sempre in caduta ma non atterrano mai. La gravità esiste praticamente in tutte le aree dello spazio. Quando una navetta raggiunge l’altezza dell’orbita (circa 250 miglia sopra la terra), la gravità è ridotta solo del 10%.

Autore Sconosciuto

Fonte: world-wide-worth.blogspot.com

Abbiamo bisogno della vostra collaborazione ! Contiamo su di voi per un supporto economico necessario per finanziare i nostri rapporti investigativi. Se vi piace quello che facciamo, un abbonamento mensile è un riconoscimento a noi per tutto lo sforzo e l’impegno che ci mettiamo.

SOSTIENICI TRAMITE BONIFICO:
IBAN: IT19B0306967684510332613282
INTESTATO A: Marco Stella (Toba60)
SWIFT: BCITITMM
CAUSALE: DONAZIONE

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code