toba60

L’incubo dell’Inflazione Globale di cui Siete Stati Avvertiti è Qui

Se qualcuno pensa che ogni evento nel mondo sia frutto del caso, e’ evidente che che segue le trasmissioni televisive in prima serata o sta focalizzando ogni sua aspettativa sui governi tecnici del momento.

Assecondare ogni sviluppo socioeconomico per quello che sembra, significa in questo momento osservare il cielo stellato mentre sta prendendo a fuoco la città.

Mi raccomando identifichiamo bene dov’è la Luna può caderci in testa……

non si sa mai, di questi tempi!

Toba60

L’incubo dell’Inflazione

Se pensavate che le autorità di tutto il pianeta potessero stampare, prendere in prestito e spendere denaro come se non ci fosse un domani senza conseguenze, vi stavate illudendo.

Dall’inizio della pandemia di COVID, abbiamo assistito alla più grande abbuffata monetaria della storia mondiale. Naturalmente questo avrebbe causato enormi problemi. Ovvio che avrebbe causato un’inflazione da incubo. Chiunque con un briciolo di buon senso avrebbe dovuto capirlo. Quando il valore del denaro è legato al nulla, “più denaro” è sempre una soluzione allettante per chi è al potere. Ma come la storia ha dimostrato più e più volte, percorrere questa strada porta quasi sempre alla tragedia.

Nel nostro caso, saranno le persone più povere del pianeta a soffrire di più. Secondo Bloomberg, gli alimenti di base stanno aumentando drammaticamente di prezzo in tutto il mondo…

I prezzi alimentari globali stanno salendo, e il momento non potrebbe essere peggiore. In Indonesia, il tofu è il 30% più caro di dicembre. In Brasile, il prezzo dei fagioli di tartaruga è aumentato del 54% rispetto allo scorso gennaio. In Russia, i consumatori stanno pagando il 61% in più per lo zucchero rispetto a un anno fa.

E come ha sottolineato Albert Edwards, l’inflazione annuale dei cereali ha raggiunto il 20%, che rappresenta “il più alto aumento annuale dalla metà del 2011, quando la primavera araba era in pieno svolgimento!

Se i prezzi continuano a salire in questo modo, è solo una questione di tempo prima di vedere rivolte alimentari diffuse in tutto il mondo.

Nello spiegare perché questo sta accadendo, Bloomberg ha azzeccato metà della risposta…

I mercati emergenti stanno sentendo il dolore di un’impennata dei costi delle materie prime, dato che le materie prime, dal petrolio al rame e ai cereali, sono spinte più in alto dalle aspettative di una ripresa economica post-pandemia dei “ruggenti anni 20” e dalle politiche monetarie ultra-allentate.

No, non ci sarà assolutamente una ripresa post-pandemia dei “ruggenti anni ’20”.

Questa è una fantasia completa e assoluta.

Ma è abbastanza vero che abbiamo visto “politiche monetarie ultra-allentate” in tutto il mondo. Non è dai tempi della Repubblica di Weimar che abbiamo visto qualcosa di simile nel mondo industrializzato.

Il modo più semplice per ottenere il tuo primo bitcoin (annuncio)

Mentre la massa monetaria globale continua ad espandersi ad un ritmo spaventoso, altri fattori peseranno molto sulla produzione alimentare globale.

Per esempio, l’altro giorno ho scritto delle gigantesche orde di locuste che stanno devastando l’Africa orientale, e ora anche l’Arabia Saudita è stata colpita duramente…

Un filmato raccapricciante mostra uno sciame di locuste che riempie il cielo nella città di Mahayil nella regione dell’Asir in Arabia Saudita. In una clip da incubo, filmata da qualcuno in piedi in strada il 23 febbraio, le locuste sono appese sopra la testa come una nuvola nera vorticosa mentre volano fuori dalle case della gente. Mentre la telecamera viene girata di 360 gradi, diventa chiaro che gli edifici vicini sono tutti completamente circondati dai famelici insetti a perdita d’occhio.

Il capo del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite ha dichiarato pubblicamente che ci saranno “carestie di proporzioni bibliche nel 2021″, ma qui negli Stati Uniti molte persone non prendono sul serio avvertimenti del genere perché abbiamo ancora un sacco di cibo nei negozi.

E finora, l’inflazione alimentare in questo paese non è stata eccessivamente drammatica.

Ma stiamo vedendo l’inflazione folle mostrarsi in altri modi. Se riuscite a crederci, una carta rookie di Luka Doncic ha appena venduto per 4,6 milioni di dollari…

A 4,6 milioni di dollari, la carta di basket più costosa mai venduta è una rookie card firmata di Luka Doncic con la toppa NBA Logoman di una maglia dei Dallas Mavericks indossata in partita.

Il collezionista Nick Fiorello ha acquistato la carta 1-of-1 il 28 febbraio, che è seconda in tutti i tempi nelle carte sportive a una carta Topps Mickey Mantle del 1952 che è stata venduta per 5,2 milioni di dollari. È stata venduta per la prima volta per 2,8 milioni di dollari nell’aprile del 2018.

È poi diventata la più grande vendita conosciuta di tutti i tempi nel gennaio del 2021 quando Rob Gough l’ha acquistata per 5,2 milioni di dollari.

Quando ero bambino, amavo collezionare carte sportive.

Sembra che avrei dovuto rimanere con quell’hobby.

Ancora più bizzarro, un video clip di 10 secondi è appena stato venduto per un enorme 6,6 milioni di dollari…

Nell’ottobre 2020, il collezionista d’arte di Miami Pablo Rodriguez-Fraile ha speso quasi 67.000 dollari per un video di 10 secondi che avrebbe potuto guardare gratuitamente online.

La settimana scorsa l’ha venduto per 6,6 milioni di dollari. Il video dell’artista digitale Beeple, il cui vero nome è Mike Winkelmann, è stato autenticato dalla blockchain, che serve come firma digitale per certificare chi lo possiede e che è l’opera originale.

Perché nel mondo qualcuno dovrebbe spendere più di 6 milioni di dollari per un videoclip che può essere visto online gratuitamente?

Non ha alcun senso razionale, ma questo è ciò che può accadere in un ambiente altamente inflazionistico.

Tutto il denaro che le nostre autorità hanno creato deve andare da qualche parte, e uno dei posti dove è andato è nelle criptovalute.
Bitcoin per principianti:
Come iniziare con il Bitcoin nel 2021 (Istruzione gratuita)

All’inizio di quest’anno, il prezzo del Bitcoin era appena sotto i 30.000 dollari, e ora mentre scrivo questo articolo è seduto a 49.160 dollari.

Se hai fatto bene a investire in Bitcoin e altre criptovalute, approfitterei di questi prezzi estremamente alti finché puoi.

In qualsiasi momento, i governi di tutto il mondo possono decidere di reprimerle, e il procuratore generale di New York Letitia James ci ha dato un altro promemoria di questo fatto lunedì…

Il procuratore generale di New York Letitia James ha inviato un avvertimento agli investitori e ai membri dell’industria sui pericoli delle criptovalute lunedì. “Stiamo inviando un chiaro messaggio a tutta l’industria: o giocate secondo le regole o vi faremo chiudere”, ha detto in un comunicato stampa.

Poiché le condizioni in questo paese continuano a deteriorarsi, alla fine ci sarà un enorme spostamento della domanda.

Quando le cose andranno davvero male, la gente non sarà così interessata a oggetti da collezione e investimenti speculativi. Invece, ci sarà un’enorme domanda di cibo, materie prime, terreni agricoli e altri beni essenziali.

Vorrei davvero che le nostre autorità non stessero distruggendo il valore del dollaro americano, ma questa è la strada che hanno scelto.

Così ora dobbiamo tutti subire le conseguenze, e non saranno divertenti.

Michael Snyder

Fonte: activistpost.com

Abbiamo bisogno del tuo aiuto …

La censura dei motori di ricerca, delle agenzie pubblicitarie e dei social media controllati dall’establishment sta riducendo drasticamente le nostre entrate . Questo ci rende difficile continuare. Se trovi utile il contenuto che pubblichiamo, considera di sostenerci con una piccola donazione finanziaria mensile.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code