toba60

Vaccini: I Genitori Vengono Manipolati?

Quello che avrete modo di leggere e’ un testo veramente unico nel suo genere, e’ stato scritto 20 anni fa e anticipava tutto ciò’ che ora in Europa si sta’ realizzando, attraverso uno sforzo congiunto di tutti i capi di Governo dell’Unione Europea

Le tecniche mediatiche avrete modo di apprendere sono incredibilmente le stesse sviluppate nel nuovo continente, bisogna tenere conto che le conseguenze che ora si stanno evidenziando con tutta la loro devastante distruttività’ in America in Asia e nel continente Africano, e’ incredibilmente sconosciuto alla quasi totalità’ delle persone.

E’ un olocausto silenzioso che ha messo le radici in Europa attraverso una capillare e molto efficace opera di disinformazione, che si e’ poi, come negli Stati Uniti, convertita in un assoluto silenzio, che maschera i pianificati danni collaterali che inevitabilmente si sono venuti a creare.

Le conseguenze negative di un vaccino spesso si legano ad un fatto immediato, se non vi sono effetti, si pensa che funziona, e’ l’ingenuità’ delle persone che porta a ragionare in questa maniera.

Uno degli esiti collaterali legati ad un vaccino e’ anche l’insorgenza del cancro e mai come in questo momento in America il fenomeno e’ cosi esteso che già ora in molti stati la mortalità’ per questa malattia e’ di uno su due, mentre in Europa e’ di 1 su tre.

Gli effetti collaterali in Italia si dovrebbero avere tra 10 -15 anni stando al Trend avvenuto nel vecchio continente e pare che pochi hanno consapevolezza del fenomeno in atto.

Dedicherò’ in un prossimo articolo tutti i dati ufficiali, relativi allo stato di cose attuale.

Come detto precedentemente la seconda fase relativa al consolidamento di questa fare congiunta e’ il silenzio, In Italia per chi magari non ha fatto caso, (Questo avviene in tutti gli stati dell’Unione Europea) vengono messi in primo piano fatti che distolgono sistematicamente l’attenzione del pubblico, convertendolo su eventi di forte impatto emotivo ma distanti dal reale sviluppo sotterraneo in atto per assolvere ad un obbiettivo.

Buona lettura a tutti voi.

Toba60

30 Sporchi trucchi utilizzati dalla professione medica
per ingannare il pubblico

Le autorità sanitarie mediche, inclusi medici, infermieri e altri membri della confraternita allopatica, adottano una serie di strategie progettate per sollecitare la presentazione dei genitori alle linee guida sui vaccini. Attualmente, i genitori dovrebbero concedere alle autorità il permesso di iniettare ai loro piccoli corpi puri e sacri i loro piccoli con più di 30 miscele di germi, batteri e altre sostanze nocive, il tutto prima di entrare a scuola!

Per valutare adeguatamente la pertinenza delle notizie relative ai vaccini o i pericoli delle situazioni correlate ai vaccini in cui potresti trovarti – e per aumentare le tue conoscenze su come proteggere i tuoi cari – molti dei più comuni schemi correlati ai vaccini che è probabile che si incontrino sono inclusi nella sezione seguente, insieme a campioni di ciascuno.

1. Far Valere la Legge “Immunizzazioni”.

Numerosi studi indicano che non è possibile fare affidamento sui vaccini per rafforzare il sistema immunitario e proteggere un individuo dal contrarre la malattia che i vaccini sono stati progettati per compensare. Ad esempio, il Dipartimento della Salute del Minnesota ha segnalato 769 casi di parotite nei bambini in età scolare. Ma 632 di questi casi (82 per cento) si sono verificati in bambini che erano stati precedentemente vaccinati contro questa malattia. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno riferito che l’89 per cento di tutti i bambini in età scolare che hanno recentemente contratto il morbillo erano stati vaccinati contro la malattia. E il New England Journal of Medicine pubblicò uno studio che rivelava che il vaccino contro la pertosse “non è riuscito a … proteggere dalla malattia“. In effetti, oltre l’80% dei casi in una recente epidemia si sono verificati in bambini che avevano ricevuto dosi regolari del colpo.

Secondo la dott.ssa Sandra Huffman, responsabile di Nurture: The Center for Prevention Childhood Malnutrition, “L’aumento del tasso di allattamento al seno degli americani impedirebbe più malattie infantili – e decessi – rispetto a [programmi di vaccinazione approvati dal governo].” A occorre quindi fare una distinzione: i bambini allattati al seno sono immunizzati; i bambini a cui vengono iniettati germi e altre sostanze tossiche vengono vaccinati.

Anche chiamare i vaccini “medicina preventiva” è ingannevole. Secondo il Dr. Kenneth Cooper, autore pionieristico di Aerobica, “Il mio concetto di medicina preventiva sta cercando di prevenire le cose che ci uccidono. Le malattie infettive sono in fondo alla lista.” (Il Dr. Cooper è stato ostracizzato dalla comunità medica per promuovere l’ esercizio fisico per migliorare la salute!)

2. Razionalizzazione e rifiuto

Il personale medico ha difficoltà a confrontarsi frontalmente con il problema del vaccino. È molto più facile giustificare falsamente l’uso di vaccini o semplicemente rifiutare l’idea che possano essere non sicuri e inefficaci. Alcuni medici si agitano così tanto quando l’argomento viene sollevato, rifiutano persino di discuterne. I medici che sono disposti a scambiarsi idee e preoccupazioni in merito alla sicurezza e all’efficacia dei vaccini spesso fanno affidamento sulla razionalizzazione e sulla negazione.

Lo stratagemma di razionalizzazione e negazione può essere palese o velato. La razionalizzazione palese è più facile da individuare. Ad esempio, in un documento legale pediatrico recentemente pubblicato, un neurologo canadese scrive candidamente: “In questo articolo [sulla lesione cerebrale indotta da vaccino], offrirò … alcuni suggerimenti ai pediatri per razionalizzare questa controversia emotiva”. Inoltre afferma chiaramente: “È necessario uno sforzo vigoroso per dissipare il mito del danno cerebrale indotto dal DTP.” Fa la sua raccomandazione nonostante l’enorme quantità di letteratura nelle riviste mediche che indica una relazione causale tra questo vaccino e grave compromissione mentale.

Lo stratagemma velato di Razionalizzazione e Negazione è più difficile da rilevare. All’inizio sembra logico e sano. Ma rappresenta semplicemente un tentativo più intricato di sopprimere e confondere la verità. Ad esempio, secondo alcuni ricercatori, il vaccino DPT non provoca convulsioni; invece, “la febbre del vaccino DTP può innescare una di queste convulsioni” O, secondo un esperto politico del vaccino, Ed Mortimer, MD, “Questi bambini avevano già problemi di fondo e DTP è stato il primo insulto che produce febbre che venne in mente al bambino “. Ancora una volta, non fu il vaccino a causare il danno cerebrale; era la febbre del vaccino.

Altri esempi di stratagemma di razionalizzazione e negazione

Quando l’incidenza di una malattia è bassa, le autorità dichiarano che sono responsabili alti tassi di vaccinazione. Quando si verificano epidemie, ci viene detto che non ci sono abbastanza persone che hanno ricevuto i vaccini. Ad esempio, prima di un recente focolaio di morbillo in un distretto scolastico di Hobbs, New Mexico, le autorità si vantavano un tasso di vaccinazione del 98%. Quindi, quando sono scoppiati 76 casi della malattia, i ricercatori hanno affermato che “l’insufficienza del vaccino era associata a immunizzazioni che non potevano essere documentate nei registri del fornitore”

Sebbene la Food and Drug Administration fosse legalmente tenuta a istituire e supervisionare il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), e anche se ogni anno all’FDA vengono trasmessi all’FDA circa 12.000 segnalazioni di reazioni avverse ai vaccini, le autorità rifiutano di dare seguito su questi casi perché “l’agenzia non ha potuto indagare su ogni rapporto” e inoltre “non si presume una relazione di causa ed effetto”.

Entro il 10 novembre 1999, il sistema di indennizzo per lesioni da vaccino aveva già versato più di $ 1 miliardo per liquidare le richieste di danni o decessi indotti dal vaccino Tuttavia, poiché i produttori di vaccini e il governo federale non sono tenuti ad ammettere la responsabilità, anche quando viene pagato un credito, sono in grado di affermare che “il regolamento di un credito non stabilisce necessariamente una responsabilità”

3. Double Talk e Creative Logic.

I consulenti medici usavano questo stratagemma già nel 1806. In quell’anno Edward Jenner, il dubbio “padre delle moderne vaccinazioni”, fu esaminato da un comitato del College of Physicians. Numerosi membri della popolazione inglese che erano stati recentemente vaccinati con l’intruglio di Jenner e che erano quindi considerati immuni al vaiolo, avevano preso la malattia. Molti furono afflitti da dolorose eruzioni cutanee e morirono. Quando lo stratagemma di negazione comunemente fatto valere non era più efficace, è stato rivelato che la causa era il “falso”, o falso. Con l’aumentare del numero di persone vaccinate affette da malattia, anche il pubblico ha avuto paura. Come, fu chiesto a Jenner, si poteva identificare ed evitare il vaiolo falso? Il vaiolo falso, ha spiegato, non intendeva descrivere le irregolarità da parte della mucca, ma piuttosto alcune stranezze nell’azione del vaiolo vaccinato da parte del vaccinato. In altre parole, quando il vaccinato si è ripreso dal calvario e non ha contratto il vaiolo, il vaiolo era autentico; altrimenti era falso.

Gli attuali usi del doppio stratagemma possono essere trovati in quasi tutti i forum o seminari in cui si riuniscono i responsabili delle politiche sui vaccini. Ad esempio, in un recente seminario della FDA i funzionari hanno dichiarato di essere giustificati nella somministrazione di vaccini nuovi e non dimostrati sostenendo che non è etico trattenerli!

Ecco un altro esempio dell’argomento “non etico”: un recente studio ha scoperto che il virus dell’AIDS provoca direttamente il cancro. Penseresti che ciò possa soffocare l’obiettivo dei ricercatori di creare un vaccino contro l’AIDS. In effetti, Gerald Myers, direttore del progetto di analisi del database delle sequenze dell’HIV presso il laboratorio nazionale di Los Alamos, garantisce che un vaccino vivo rischierebbe di provocare il cancro, sia nella persona vaccinata che nella prole. Tuttavia, sostiene che “il rischio potrebbe valerne la pena” per prevenire la diffusione dell’AIDS. “Potrebbe non essere etico non provarlo.”

Un uso comune del doppio discorso e dello stratagemma della logica creativa può essere trovato ogni volta che i funzionari sanitari sostengono la scandalosa affermazione che i bambini non vaccinati sono una minaccia per il resto della società. Questo argomento indica quanto poca autorità di fiducia riponga i propri vaccini. Se i vaccini fossero veramente efficaci, solo i non vaccinati sarebbero a rischio. Questo argomento trascura anche il potenziale per le persone vaccinate di diffondere il virus a popolazioni non vaccinate. Ad esempio, in studi scientifici separati, è stato scoperto che il nuovo vaccino contro la rosolia introdotto nel 1979 è una causa della sindrome da affaticamento cronico, un disturbo immunologico segnalato per la prima volta negli Stati Uniti nel 1982. Dato che ai bambini è stato dimostrato che il vaccino indugia nei loro sistemi per anni e il virus del vaccino può essere trasmesso agli adulti attraverso un contatto occasionale.

Nel tentativo di nascondere i fallimenti del vaccino, le autorità mediche ricorrono spesso allo stratagemma del doppio discorso, a volte in combinazione con l’abuso di tattiche spaventose. Nonostante le loro chiacchiere intraprendenti, tuttavia, non possono sempre ingannare il pubblico. Ad esempio, l’ osservatore medico internazionale afferma che “è stato scoperto un nuovo ceppo di morbillo resistente al vaccino”. Ciò è immediatamente contraddetto dall’affermazione: “Coloro che sono stati lassisti riguardo alla vaccinazione non saranno protetti”. Anche se l’implicazione è che tutti dovrebbero essere vaccinati, un vaccino è ovviamente inutile se un nuovo ceppo di morbillo è resistente ad esso!

Altri esempi dello stratagemma del doppio discorso:

Gli scienziati che cercano volontari umani per testare un nuovo vaccino sperimentale sull’AIDS cercano di mitigare la paura e la diffidenza sostenendo che “non ci sono prove” che causeranno l’AIDS. Come potrebbero esserci prove? È nuovo e sperimentale e non è stato ancora testato! E, naturalmente, “non ci sono prove” che non causerà l’AIDS.

Nel tentativo di convincere il pubblico che i vaccini offrono il meglio di tutti i mondi, i ricercatori medici e i giornalisti che li citano, spesso si aggrovigliano nelle loro stesse trame di inganno. Ad esempio, in un articolo sul vaccino recentemente pubblicato, l’autore afferma che i bambini non vaccinati sono suscettibili all’infezione. Quindi si contraddice affermando che i bambini vaccinati “isolano” o proteggono i non vaccinati. L’implicazione illogica è che quando i bambini non vaccinati contraggono una malattia infettiva è perché non sono vaccinati. Tuttavia, se rimangono liberi dalle malattie, è perché i vaccinati stanno fornendo loro l’immunità.

Ogni tanto il doppio discorso delle autorità è così trasparente che è sconcertante che così poche persone mettono in dubbio la sua validità. In un recente blitz promozionale, i produttori di vaccini antinfluenzali e i funzionari della sanità pubblica hanno affermato che il nuovo e migliorato vaccino antinfluenzale “è preparato da virus dell’influenza inattivato [Traduzione: virus dell’influenza” morto “- vedi Eufemismi trattati di seguito] e non può causare la malattia “. (Una rara ammissione che le versioni precedenti hanno causato la malattia.) Nello stesso paragrafo avvertono che “alcuni individui potrebbero sviluppare una leggera febbre e una sensazione di malessere” per alcuni giorni dopo aver ricevuto il colpo. (Sembra l’influenza per me!)

Altre volte il doppio discorso dei ricercatori sui vaccini è notevolmente elaborato. Sebbene sia una questione semplice determinare l’efficacia di un vaccino – somministrarlo a persone che lo desiderano, trattenerlo da coloro che non lo fanno e valutare l’incidenza della malattia – alcuni scienziati hanno altre idee. Uno scrive: “Sotto l’eterogeneità dell’effetto del vaccino, un’espressione generale per un parametro riassuntivo di efficacia del vaccino è una funzione dell’efficacia del vaccino nei diversi strati vaccinati ponderati dalla frazione delle sottopopolazioni vaccinate in ogni strato. Interpretazione e stima del vaccino sommario il parametro di efficacia dipende dal fatto che gli strati siano identificabili e che l’eterogeneità sia correlata all’ospite o al vaccino. ” Per supportare questa mormora chiacchierata, viene fornito un modello matematico a tutta pagina.

Un’ultima occhiata al doppio discorso e allo stratagemma della logica creativa produce le seguenti rivelazioni: i bambini che seguono programmi di vaccinazione “appropriati” sono “protetti”, a meno che non abbiano ancora ricevuto la batteria completa di vaccini e contraggano l’afflizione – in cui caso sono evidentemente “ancora suscettibili alla malattia” In tali casi il vaccino non fallisce, o peggio, causa la malattia; questi diventano casi “non prevenibili”.

4. Lo stratagemma ‘Ho dimenticato di dire”

E’ una tattica comune utilizzata dalle autorità sanitarie e mediche interessate a omettere informazioni vitali. Ad esempio, un portavoce del Dipartimento della Salute dell’Ohio ha fornito al Dayton Daily News queste statistiche: 2.720 casi di morbillo sono stati segnalati in Ohio durante un anno recente. Questa figura è stata utilizzata insieme allo stratagemma del padrino (un’offerta difficile da rifiutare) quando è stata fatta anche la seguente minaccia: “Ottieni colpi o dimentica il 7 ° grado”. Ciò che il funzionario non ha menzionato è che oltre il 72% di questi casi si è verificato in persone vaccinate. Questa cifra è paragonabile ad altri focolai in tutto il paese, dove la maggior parte dei casi di morbillo si verificano spesso nei bambini vaccinati “, a volte nelle scuole con livelli di vaccinazione superiori al 98 percento. “

Un individuo preoccupato racconta la sua esperienza personale con il vaccino contro il morbillo e lo stratagemma “Ho dimenticato di menzionare”: “Il Fort Lewis College ha avuto un’epidemia di morbillo e la scuola ha chiuso per un breve periodo. L’anno seguente sono tornato come specialista per un il certificato dell’insegnante e mi è stato negato il rientro fino a quando non mi sono sottoposto a un vaccino contro il morbillo, anche se da bambino ero stato completamente vaccinato. In autunno sono rientrato al Fort Lewis College e volevano che mi facessero fare un altro vaccino contro il morbillo! Mi hanno detto quello che aveva già preso “non ha funzionato”. Ho rifiutato il tiro e ho detto loro che stavo rifiutando anche tutti gli altri colpi. Hanno risposto: “Okay, firma solo questa rinuncia”. Nessuno ti dice mai che i colpi possono essere rifiutati firmando una rinuncia personale. “

Un altro esempio dello stratagemma “Ho dimenticato di menzionare” può essere trovato nelle valutazioni ufficiali della sindrome di Reye, una malattia spesso fatale del cervello e del fegato. Secondo il Dr. Robert Mendelsohn, il CDC è “pronto a suggerire una relazione tra [questa malattia infantile] e alcuni focolai di influenza, ma non fanno menzione di “un’associazione tra questa malattia e il vaccino antinfluenzale stesso”

5. Espedienti.

Elaborare strategie per aumentare i tassi di vaccinazione è una delle principali preoccupazioni dei responsabili delle politiche sui vaccini. Senza dubbio, il trucco espediente è un vincitore provato. In effetti, l’AMA ha recentemente ammesso che “i vaccini per adulti hanno bisogno di un trucco” (157) i medici del CDC raccomandano slogan accattivanti, come “I vaccini non sono solo roba da bambini.” Shari Lewis e il suo burattino, Lamb Chop, sono stati visti consegnare messaggi pro-vaccinazione al pubblico in TV. Persino Bill Clinton è stato visto in pubblicità stampate che imploravano i genitori di essere sicuri che i loro figli ricevessero “Tutti i loro colpi mentre sono piccoli”.

6. Corruzione

All’interno della stessa famiglia di manovre astute, si può trovare lo stratagemma della bustarella. Ad esempio, in Inghilterra il National Health Service paga un “bonus” ai medici con tassi di vaccinazione superiori alle percentuali specificate. Qui negli Stati Uniti, l’ex presidente Jimmy Carter è stato visto in TV che offriva biglietti gratuiti per Michael Jackson ai genitori che avevano concordato per vaccinare i propri figli. Nella contea di Saginaw, nel Michigan, ai bambini veniva promesso “un ordine gratuito di patatine fritte” se fossero tra le prime migliaia di persone a ricevere i loro colpi. E a Taos, nel New Mexico, ” tutti gli studenti che restituiscono moduli di consenso e ricevono vaccinazioni verranno inseriti nelle lotterie per ottenere fantastici premi! “

7. Statistiche Distorte.

I ricercatori stanno cercando di sviluppare un nuovo vaccino per combattere il virus respiratorio sinciziale (RSV) – anche se il Dr. Bill Gary dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ammette che “un vaccino RSV è stato sviluppato da 10 a 15 anni fa, ma non ebbe successo e fece ammalare molte persone “. Per favorire l’interesse per questo oscuro progetto e migliorare l’illusione che abbiamo bisogno del vaccino, un recente rapporto pubblicato dal CDC indica che “circa la metà” dei 69 laboratori che monitorano le malattie per l’agenzia ha riportato un aumento del 16% nei casi di RSV Dichiarare che “circa la metà” è ingannevolmente vago e scegliere di non elencare l’aumento o la diminuzione percentuale dei casi di RSV nell’altro “circa la metà” dei 69 laboratori è manipolativo e disonesto.

Un altro buon esempio dello stratagemma statistico distorto è venuto dall’amministrazione Clinton. Dirottamente dalla comunità medica, le autorità federali hanno annunciato il loro dubbio obiettivo di vaccinare tutti i bambini statunitensi. Per realizzare questa impresa, Clinton ha cercato 300 milioni di dollari dal Congresso. Per sostenere il suo caso, ha fatto la falsa affermazione che “possiamo prevenire le peggiori malattie infettive dei bambini con vaccini e risparmiare $ 10 per ogni $ 1 investito” , ma non è riuscito a fornire fatti e cifre a sostegno della sua richiesta. Forse perché l’amministrazione scelse invece di invocare lo stratagemma “Ho dimenticato di menzionare”, trascurando convenientemente di considerare i milioni di dollari che il governo aveva già speso per compensare le famiglie di bambini danneggiati o uccisi dai vaccini.

Un ulteriore esempio dello stratagemma statistico distorto

L’uso di soggetti di controllo (individui utilizzati come standard di confronto per verificare i risultati di un esperimento) è una procedura consolidata nella maggior parte dei campi dell’indagine scientifica. Non così all’interno della comunità di ricerca sui vaccini. Nuovi vaccini sperimentali testati su un gruppo di persone raramente vengono confrontati con un numero uguale di persone non testate. Infatti, dopo che un nuovo vaccino contro l’AIDS è stato testato su centinaia di persone, alcuni volontari sono stati trovati infettati dall’HIV. Tuttavia, poiché il numero di soggetti di controllo era sospettosamente piccolo (38 persone) – e quindi privo di valore – il National Institutes of Health (NIH) è stato in grado di affermare “non esiste una base statistica per concludere che il vaccino ha contribuito a un aumento vulnerabilità alle infezioni. “

8. Lo stratagemma della frode

Ha dimostrato di essere un successo tempestivo e coerente. Nel 1956, subito dopo l’introduzione del vaccino contro la poliomielite Salk, i funzionari decisero di stabilire quanto fosse sicuro ed efficace. I risultati di questo studio – i famigerati Francis Field Trials – aiuterebbero a determinare la fattibilità di continuare a vaccinare milioni di bambini piccoli. Ciò che hanno scoperto avrebbe impedito alla maggior parte delle persone etiche di continuare: un gran numero di bambini contraevano la poliomielite dopo aver ricevuto il vaccino. Chiaramente, il vaccino non era sicuro (stava causando la malattia che doveva prevenire) o inefficace (non era in grado di proteggere). Invece di rimuovere il vaccino dal mercato, tuttavia, i funzionari hanno deciso di escludere dalle statistiche tutti i casi di poliomielite che si sono verificati entro 30 giorni dalla vaccinazione con il pretesto che tali casi erano “preesistenti”

Il NIH, un ramo influente dell’oligarchia del vaccino, è stato recentemente messo sotto inchiesta per interferire con le accuse di frode scientifica all’interno dei propri ranghi. Secondo un rapporto del New York Times , Walter W. Stewart e il dott. Ned Feder, investigatori di frode scientifica per il NIH, sono stati temporaneamente espulsi dalle loro funzioni in seguito al rilascio di un rapporto critico di altri scienziati del NIH. Senza preavviso i loro uffici furono chiusi e sigillati, insieme a tutti gli archivi delle indagini in corso. I due scienziati sono stati quindi trasferiti in posti di lavoro estranei al loro lavoro degli anni precedenti. Questo incidente rivela come gli studi e le relazioni critiche sul dogma ufficiale possano essere soppressi e sottolinea “le continue battaglie etiche su come il governo e le università dovrebbero monitorare gli scienziati”

9. Cartomanzia.

Quando le autorità mediche e sanitarie non riescono a spiegare la causa di lesioni e morte che si verificano subito dopo un colpo d’infanzia e la negazione è insufficiente, possono ricorrere allo stratagemma della predizione della fortuna. In effetti, la posizione ufficiale della FDA è che “l ‘” evento “[traduzione: reazione avversa a un vaccino – vedi lo stratagemma dell’eufemismo] potrebbe essere stato correlato a una malattia o condizione sottostante … o potrebbe essersi verificato per caso al contemporaneamente è stato somministrato il vaccino “. In altre parole, il bambino era comunque destinato a subire danni o morire al momento dello sparo.

Il precedente direttore del Dipartimento della Salute dell’Ohio e altre autorità per i vaccini, hanno definito la ferita o la morte indotta da vaccino come “solo temporali. Ancora una volta, ciò si traduce in una coincidenza del danno; si sarebbe comunque verificato.

Altri esempi dello stratagemma della fortuna:

“Bad Season Season Forecast” ha segnato i titoli. “Una grave stagione influenzale è a portata di mano; prendi subito i vaccini antinfluenzali”. Chi sono questi profeti del giorno del giudizio e dove ottengono le loro notizie psichiche?

Secondo il Morbidity and Mortality Weekly Report (MMWR) del governo degli Stati Uniti , l’efficacia di un vaccino antinfluenzale dipende dal fatto che il governo abbia “correttamente previsto” [traduzione: indovinato] quali virus dovrebbero essere inseriti nel vaccino di quell’anno. Deve esserci una “buona corrispondenza” tra il virus dell’influenza effettivamente presente nella comunità alla fine dell’anno e il vaccino prodotto diversi mesi prima

10. “Scusami.”

Le istituzioni mediche diffidenti nei confronti delle reazioni ai vaccini spesso proteggono i loro membri applicando la regola del “perdono”, esonerando i medici dalle loro stesse normative. Ad esempio, a Evanston, nell’Illinois, un’assistente sociale di 46 anni è stata licenziata dal suo lavoro quando ha rifiutato di sparare alla rosolia. La politica ospedaliera prevede che tutti i dipendenti, tranne i medici , siano vaccinati contro la rosolia. I medici non sono considerati “dipendenti”

Uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association riporta che l’ostetrico-ginecologo è il meno probabile tra tutti i medici a sottoporsi al vaccino contro la rosolia. Meno del 10 percento viene inoculato e gli esami del sangue indicano che sono sensibili alla rosolia. I ricercatori concludono che una “paura di reazioni impreviste al vaccino” induce questi specialisti a invocare la loro auto-esenzione regola “perdonami”.

Alcuni medici rifiutano di vaccinare anche i propri figli. Secondo il dott. Jerome Murphy, ex capo della Neurologia pediatrica all’ospedale pediatrico di Milwaukee, “Esistono dati schiaccianti che esiste un’associazione [tra il vaccino contro la pertosse e le convulsioni]. So che ha influenzato molti neurologi pediatrici a non avere i propri figli” immunizzato con pertosse. “

La FDA ha recentemente perso un’importante battaglia legale quando ha permesso al vaccino contro la polio virus vivo, prodotto da Lederle Labs, di essere rilasciato al pubblico anche se non soddisfaceva gli standard di sicurezza esistenti. Di conseguenza, diverse persone sono state gravemente danneggiate. Dopo aver perso il caso della Corte suprema degli Stati Uniti, la FDA ha immediatamente implementato lo stratagemma “scusami” e ha riscritto le sue procedure di sicurezza in modo da consentire misure di sicurezza precedentemente inaccettabili. Di conseguenza, Lederle può continuare a produrre e la FDA può continuare a sanzionare lo stesso tipo di vaccino contro la poliomielite che ha causato lesioni in primo luogo .

11. Delusioni di grandezza.

Medici, scienziati medici, politici allopatici e produttori di vaccini sono inclini a provare delusioni di grandiosità. Ciò si verifica ogni volta che prendono in considerazione un calo di quasi tutte le malattie trasmissibili. Ma un calo maggiore del 95% nell’incidenza e nella gravità di molte di queste malattie si è già verificato prima dell’introduzione dei vaccini. Tale presunzione ignora anche le molte malattie – come la scarlattina e la peste – che sono diminuite da sole, anche se i vaccini non sono stati sviluppati contro di loro.

I funzionari sanitari sostengono che sono richiesti alti tassi di vaccinazione per interrompere la diffusione di una malattia ed eliminarne l’insorgenza. Ad esempio, prendono pieno credito – deliri di grandiosità – per l’attuale bassa incidenza di poliomielite negli Stati Uniti. Tuttavia, in molti paesi europei che hanno rifiutato di imporre i vaccini contro la poliomielite una parte delle persone è stata vaccinata e la poliomielite è scomparsa.181 Per spiegare questo enigma, i funzionari si affidano al doppio discorso e allo stratagemma della logica creativa: evidentemente abbastanza persone sono state vaccinate “per interrompere il le normali linee di trasmissione del virus attraverso la popolazione “. Tuttavia, paesi come la Finlandia hanno usato il vaccino contro il virus ucciso, a cui i funzionari non attribuiscono la capacità di conferire l’immunità ai non vaccinati!

Più recentemente, la Finlandia ha affermato di aver “sradicato” il morbillo, la parotite e la rosolia, anche se solo il 30% delle persone è stato vaccinato. Inoltre, sebbene i ricercatori affermino che queste malattie sono state “sradicate”, osservano che ci sono circa “dieci casi di ogni malattia all’anno, la maggior parte di essi” probabilmente importati “[da un altro paese]” .

I responsabili delle politiche sui vaccini hanno promesso che entro il 1982 il morbillo sarebbe stato sradicato dalla Terra – delusioni di grandiosità.184 Oggi, negli anni ’90, è tornato con una vendetta. Il tasso di mortalità per il morbillo è oltre 20 volte superiore rispetto a prima che il vaccino fosse ampiamente utilizzato.

I politici politici sono inesorabili nei loro sforzi per giocare a Dio. Dopo aver realizzato “il numero di visite a un operatore sanitario [per i vaccini] è un ostacolo” alla ricezione dell’intera batteria di colpi, hanno proposto lo sviluppo di un singolo vaccino per fornire “l’immunizzazione permanente” contro molte comuni malattie infantili. Chiamano questo singolo colpo un “supervaccino” o “proiettile magico” e hanno fatto pressioni sul Congresso per ottenere fondi per continuare la ricerca in questo senso. (186) Quando consideriamo l’incapacità della comunità medica di fornire un’immunità permanente contro una singola malattia, il loro triste tasso di successo con gli attuali vaccini multipli (DPT e MMR), e il numero di lesioni correlate al vaccino e di richieste di morte che intasano i tribunali, quest’ultima impresa “scienza pazza” dimostra chiaramente la loro malvagia propensione a deliri di grandiosità.

12. Attacco a sorpresa.

I genitori spesso riferiscono di essere molestati dal personale medico che desidera vaccinare i propri figli anche quando visitano il proprio fornitore di assistenza sanitaria per altri motivi. In effetti, alcuni medici sembrano essere così ossessionati dallo stato di vaccinazione dei loro clienti che ignorano lo scopo dichiarato della visita. Pertanto, anticipare l’attacco a sorpresa.

L’attacco a sorpresa viene in realtà insegnato ai membri della confraternita medica, come osservato nel Journal of American Medical Association: “Ogni incontro con un fornitore di assistenza sanitaria, inclusa una visita al pronto soccorso o un ricovero in ospedale, è un’opportunità per controllare lo stato di immunizzazione e, se indicato, somministrare i vaccini necessari. Prima della dimissione dall’ospedale, i bambini devono ricevere vaccinazioni per le quali sono eleggibili. Inoltre, i bambini che accompagnano genitori o fratelli che cercano un servizio devono essere sottoposti a screening e, quando indicato, devono ricevere i vaccini necessari. ”

Le conseguenze dell’essere impreparati all’attacco a sorpresa possono essere davvero gravi. La storia di Jonathan pubblicata altrove in questo sito illustra la reazione di un genitore all’imboscata della professione medica.

Un’altra madre preoccupata descrive il suo attacco a sorpresa con queste parole

“Io e mio marito abbiamo scelto un’ostetrica e abbiamo avuto un parto, il che è stato meraviglioso. L’ostetrica ha insistito sul fatto che portassi nostra figlia da un pediatra locale per un esame neonatale …. Il motivo per cui ti sto dicendo questo è perché siamo stati curati come spazzatura. Mi è stato detto che un parto in casa è una “bandiera rossa” automatica. Il dottore ci ha segnalato ai servizi sociali e siamo stati sottoposti a un doloroso interrogatorio. Sono stato [anche] interrogato sulle mie convinzioni sulle vaccinazioni. Mia figlia aveva solo due settimane … eppure volevano iniettarle diversi vaccini .

“Come posso trovare un dottore per mia figlia? Non voglio ripetere questa orribile esperienza … per paura che i servizi sociali saranno di nuovo inviati per indagare su di noi perché non portiamo nostra figlia dai dottori per un normale bambino “controlli, che è davvero uno stratagemma per forzare i vaccini su bambini innocenti e genitori ignari”.

13. Intimidazione e Coercizione.

I medici affermano spesso che i vaccini sono obbligatori. Molti minacciano di sospendere il trattamento o spaventano i genitori quando rifiutano i colpi. Come dice una madre: “Il pediatra mi sono rifiutato di servirmi perché non sono disposto a seguire le” regole “mediche. Un altro MD ha accettato di lavorare con me, ma solo dopo averlo ascoltato mi ha avvertito [in termini molto espliciti, di tutti i pericoli che potrebbero accadere a mio figlio.] “

Un’altra madre scrive: “Sono un genitore preoccupato che non ha vaccinato il mio bambino di 13 mesi. Sono incontrato dal mio medico di famiglia in una natura critica e quasi offensiva. Sembra che non ci sia spazio nella sua mentalità per una scelta su questo problema “.

Mettendo questo in una prospettiva più chiara, un’altra madre scrive: “Sono una cittadina australiana [che vive negli Stati Uniti]. Non ho mai capito quale problema [le vaccinazioni sono] in questo paese fino a quando non avessi i miei figli e quanta pressione il medico il mondo mette su di te e, soprattutto, quanta influenza hanno le scuole. Non so davvero di nessun altro paese che lo rende una decisione così difficile, e quindi unilaterale rispetto alle informazioni. da, o immunizzi, o non lo fai, la domanda viene posta, la decisione presa, e il gioco è fatto per sempre, a meno che tu non cambi idea! Per inciso, una grande maggioranza [di genitori in Australia] non immunizza [la loro bambini] e non abbiamo un’incidenza [di malattia] più elevata rispetto agli Stati Uniti “

Nota: gli Stati Uniti hanno uno dei peggiori tassi di mortalità infantile tra i paesi sviluppati. In effetti, la velocità con cui i bambini muoiono nel primo anno di vita è costantemente aumentata dagli anni ’50, quando sono state avviate campagne di immunizzazione di massa. Oggi, i tassi di mortalità infantile in alcune città degli Stati Uniti corrispondono a quelli dei paesi in via di sviluppo.

I funzionari delle scuole pubbliche – gli inconsapevoli scagnozzi per la professione medica – spesso avvertono i genitori che i loro figli non saranno in grado di entrare a scuola senza rispettare i mandati del vaccino. Ogni stato, tuttavia, offre una o più esenzioni alle cure.Nonostante queste esenzioni, le autorità hanno detto a una madre che avrebbe dovuto scrivere una lettera in cui spiegava perché suo figlio non era stato vaccinato e che avrebbe accettato la piena responsabilità per eventuali epidemie verificatesi mentre suo figlio era iscritto alla scuola!

Un padre preoccupato racconta questa storia: “Ho fatto domanda per un’esenzione religiosa per mio figlio nella sua scuola pubblica di Totowa, nel New Jersey. L’infermiera della scuola ha denunciato l’esenzione al Board of Health. Il Supervisore per l’immunizzazione dello Stato del New Jersey ha quindi inviato una lettera al preside della scuola. In esso dichiarò che la mia lettera di esenzione non era “abbastanza valida” e che mio figlio non doveva essere ammesso nell’edificio scolastico. Il preside della scuola mi scrisse una lettera per confermare che mio figlio non sarebbe stato permesso per entrare a scuola, e ha minacciato che “dovrei iniziare a immunizzare” mio figlio. Devo rispettare la scadenza di agosto per iscrivere mio figlio a scuola, ma non lo lasceranno nemmeno entrare nell’edificio. Il tempo sta per scadere e quello di mio figlio l’istruzione viene negata. “

Nota: questa storia è spesso raccontata dai genitori in tutta la nazione. Evidentemente, le leggi statali sono irrilevanti per le autorità intenzionate a usare l’intimidazione e lo stratagemma di coercizione per negare ai genitori i loro diritti legali. Ad esempio, una clausola del codice sanitario dello Stato del New Jersey, capitolo 26: 1A-9.1, consente “l’esenzione per gli alunni dall’immunizzazione obbligatoria se il genitore o il tutore si oppone a esso in una dichiarazione scritta firmata dal genitore o tutore sulla base del fatto che l’immunizzazione proposta interferisce con il libero esercizio dei diritti religiosi dell’alunno “.

Un’appassionata madre californiana riferisce che quando suo figlio fu portato al pronto soccorso dell’ospedale per un piccolo incidente, il personale medico era più interessato allo stato di vaccinazione del bambino che alla natura della sua lesione [l’attacco a sorpresa]. Dopo aver appreso che il bambino non era “aggiornato” sui suoi effetti, si sono rifiutati di rilasciare il bambino a sua madre fino a quando non le ha dato il permesso di amministrare i colpi. Quando ha rifiutato, questi medici l’hanno denunciata ai servizi sociali, sostenendo che stava “abusando di suo figlio”. Poco dopo il Procuratore Generale dello Stato si è unito al caso e ha cercato di perseguire la madre – anche se le leggi sui vaccini nel suo stato consentono ai genitori la possibilità di rifiutare i vaccini sulla base di convinzioni personali contro di loro!

Molti genitori riferiscono che i dottori e le infermiere li stanno intimidendo nel vaccinare i loro neonati subito dopo la nascita. Una madre riferisce: “La prima volta che ho sentito parlare del vaccino contro l’epatite B è stato in ospedale dopo aver dato alla luce il mio secondo figlio. Mi hanno detto che tutti i bambini devono ricevere questo vaccino prima di poter essere dimessi dall’ospedale. Inutile dire che L’ho rifiutato, anche se hanno continuato a tormentarmi. Più tardi, quando ho portato il mio bambino dal pediatra per il suo controllo di due settimane, ha cercato di spaventarmi nel darle il colpo. Ha detto che l’epatite è molto contagiosa e mio figlio poteva facilmente prenderlo da altri bambini o adulti infetti. Quando gli ho detto che non avevo ragione di dare il vaccino al mio bambino, mi ha informato che avrei dovuto trovare un altro medico perché non avrebbe curato il mio bambino. “

Il 20 novembre 1993, una rivista televisiva in prima serata sindacata a livello nazionale, The Crusaders,ha trasmesso uno spettacolo coraggioso sui pericoli del vaccino DPT. Sono stati intervistati i genitori di bambini danneggiati dal vaccino e sono state mostrate rare riprese emozionalmente strazianti dei loro bambini gravemente disabili. Mentre la maggior parte della comunità medica americana nega un legame tra gli effetti e il danno cerebrale o la morte, gli ascoltatori hanno sentito l’esperto di vaccini Dr. Michael Pakickero avvertire i genitori che alcuni lotti del vaccino DPT sono più tossici di altri. E, il Dr. John Menkis, ex capo di pediatria e neurologia dell’UCLA, ha riconosciuto candidamente: “Avrà un danno cerebrale permanente e irreversibile, che non era presente prima della vaccinazione [DPT]”. Nel frattempo, Michael Settonni, il principale giornalista di ricerca dello spettacolo, ha stimato da fonti governative che “almeno due bambini vengono uccisi o feriti dal vaccino ogni giorno”

Pochi giorni dopo la messa in onda dello show, John Butte, produttore esecutivo di The Crusaders, ha ricevuto una lettera violenta da Thomas Balbier, Jr., direttore del National Vaccine Injury Compensation Program (VICP), chiedendo una ritrattazione. Ha affermato che il numero delle attuali lesioni da vaccino e delle richieste di morte presentate dai genitori negli ultimi anni rappresentano richieste di danni “per quasi l’intero 20 ° secolo”. Ha anche fatto saltare lo spettacolo per dirigere gli ascoltatori al National Vaccine Information Center (NVIC)– un’organizzazione no profit dedicata a migliorare la sicurezza dei vaccini e sostenere il diritto dei genitori di scegliere a favore o contro i vaccini. Ha affermato che NVIC “non è sanzionata” dal governo federale, e quindi “non è il portavoce ufficiale” per informazioni sulla sicurezza dei vaccini. Fece anche quella che sembrava essere una velata minaccia notando che copie della sua lettera erano state inviate al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e alla Federal Communications Commission.

Nota: l’8 gennaio 1994, The Crusaders ha trasmesso una ritrattazione citando i dati più preziosi e fraudolenti del settore medico sul vaccino DPT: uno studio controverso condotto in Gran Bretagna negli anni ’50. Anche se 42 dei bambini nello studio hanno avuto convulsioni entro 28 giorni dalla ricezione degli scatti, l’80 percento dei bambini aveva 14 mesi o più e i test sono stati progettati per testare l’efficacia (non la sicurezza) del vaccino, USA le autorità sanitarie usano ancora questi risultati come prova che il vaccino può essere somministrato in sicurezza a bambini di appena sei settimane.199 Ovviamente, lo stratagemma di intimidazione e coercizione è stato, ancora una volta, un malvagio successo.

Il 19 marzo 1992, la rivista Rolling Stone ha pubblicato una storia straordinaria che documenta potenziali correlazioni tra i primi vaccini contro la polio e l’AIDS. Molti ricercatori indipendenti hanno considerato la mostra apertamente e straordinariamente ben studiata. Diversi mesi dopo, tuttavia, la rivista stampò una “chiarificazione” di mezza pagina indicando che qualsiasi connessione tra i primi vaccini contro la poliomielite e l’AIDS è “una delle molte teorie contestate e non dimostrate”. storia originale.

Altri esempi di stratagemma di intimidazione e coercizione

Una donna dell’Ohio con due bambini uccisi dal vaccino DPT ha ricevuto lettere minacciose dal Dipartimento della Salute dell’Ohio che la informava che il suo unico figlio sopravvissuto doveva essere vaccinato.2010 Una madre in lutto il cui bambino è morto 17 ore dopo aver ricevuto un effetto DPT è stato minacciato di perdere i suoi benefici WIC per il rifiuto di vaccinare gli altri suoi figli.

A una madre del Kansas che si è opposta ai vaccini è stato detto che lo stato avrebbe sequestrato suo figlio, le avrebbe imposto le vaccinazioni e l’avrebbe messa in una casa adottiva. Il bambino è stato vaccinato e ora è permanentemente disabilitato a causa del tiro.

Questo ultimo esempio di stratagemma di intimidazione e coercizione illustra chiaramente la natura arrogante e insensibile della comunità medica. I genitori in lutto e abbattuti che contattano personalmente il Vaccine Adverse Event Reporting System per segnalare in che modo il loro bambino è stato danneggiato o ucciso da un vaccino devono essere avvertiti di aspettarsi una busta nella posta con le seguenti lettere in grassetto rosso impresse sul davanti: IMMUNIZE EARLY!

14. Lo stratagemma del Padrino

E’ una variazione estrema dell’intimidazione e della manovra di coercizione. Potrebbe comportare un ricatto. Ad esempio, le madri povere in aiuti di stato nel Maryland devono ora vaccinare i propri figli o lo stato prenderà $ 25 dai loro controlli mensili sul benessere per ogni bambino in età prescolare non aggiornato su colpi e controlli. Una famiglia sanzionata per tre mesi riceverà una chiamata da un operatore del servizio sociale, che chiederà di visitare la casa per “aiutare a risolvere la situazione e altri problemi”. Mentre i gruppi di avvocati minorenni affermano che la nuova legge del Maryland è punitiva e ingiusta, il segretario delle risorse umane dello stato sostiene che “molti [di questi beneficiari del welfare] avevano solo bisogno di una spinta per fare ciò che ci si aspetta da loro come genitori responsabili”.

Ecco un altro esempio dello stratagemma del padrino: le compagnie di assicurazione sanitaria minacciano di annullare le polizze quando i genitori rifiutano il vaccino per i loro figli – a meno che i genitori firmino un modulo che assolve la compagnia di assicurazione dalla responsabilità se il bambino contrae determinate malattie.

Una versione estrema dello stratagemma del padrino – che incornicia i genitori – viene ora segnalata con crescente regolarità da membri della famiglia frenetici. Apparentemente, il personale medico intento a mantenere l’inganno del vaccino farà di tutto per deviare la colpa. Le mamme e i papà che sono ancora in lutto per i loro bambini morti a seguito degli spari, ora sono accusati di omicidio. Ad esempio, una madre, il cui bambino sano è morto solo 2 giorni dopo aver ricevuto i vaccini DPT e MMR, è stata così indignata per questo governo che ha sanzionato l’attività criminale, che ha cercato di reagire con una causa. l’ autorità ha risposto caricando la sua con l’omicidio del suo bambino.

15. Tattica dello spavento.

Ogni volta che i politici politici e le loro pedine mediatiche intraprendono un blitz promozionale per aumentare i tassi di vaccinazione, invariabilmente si affidano allo stratagemma tattico spaventoso. Sebbene questo stratagemma sia simile allo stratagemma di intimidazione e coercizione, esistono sottili differenze. I praticanti dello stratagemma di intimidazione cercano principalmente di dominare il processo decisionale dei genitori attraverso la pura forza della loro volontà. L’astuzia della tattica spaventosa tenta principalmente di manipolare le emozioni e influenzare il comportamento sopravvalutando storie tristi e spaventose sui non vaccinati.

Un articolo pro-vaccino pubblicato di recente descrive dettagliatamente i pericoli della non vaccinazione. In primo luogo, i lettori sono informati che “anche gli adulti possono essere uccisi da malattie infettive prevenibili”. Successivamente, un’infermiera del pronto soccorso racconta graficamente i suoi tentativi di riavviare il cuore di un uomo che aveva contratto il morbillo e continuava ad ammalarsi: un batterio che di solito provoca mal di gola “aveva invaso i piccoli buchi nella pelle dell’uomo” lasciato dall’eruzione del morbillo . Non è stato possibile riavviare il cuore dell’uomo ed è morto a causa dell’infezione secondaria. Quindi, per provare le nostre emozioni, ci viene detto che ha lasciato tre bambini piccoli.

Nota: questo stesso vaccino contro il morbillo che secondo le autorità avrebbe potuto prevenire questa tragedia, molto probabilmente l’ha causato. Prima dell’introduzione del vaccino contro il morbillo, il morbillo era una malattia infantile relativamente docile ed era praticamente inaudito nelle popolazioni di neonati, adolescenti e adulti. Ma il vaccino ha cambiato tutto questo. Ora il morbillo è contratto da fasce di età che hanno maggiori probabilità di sperimentare complicazioni estreme, inclusa la morte.

Un vaccino contro la varicella è disponibile da anni; tuttavia, le autorità sono state riluttanti ad approvarlo, per molte persone concordano sul fatto che la malattia è relativamente innocua. Tuttavia, le forze mediche erano disposte ad approvarlo perché “gli Stati Uniti potevano risparmiare cinque volte di più di quanto spenderebbero per il vaccino” evitando i costi sostenuti da mamme e papà che rimangono a casa per prendersi cura dei loro bambini malati. In risposta ai grandi progetti dell’industria medica di promuovere questo vaccino, i pedoni dei media si affrettarono a stampare storie spaventose che descrivevano in dettaglio i pericoli di questa “grave” malattia. Ad esempio, un giornale ha pubblicato una storia personale che inizia con “Come è morto mio figlio per la varicella”. Questo stratagemma tattico è stato abbinato allo stratagemma “I (quasi) dimenticato di menzionare”,perché il bambino aveva una condizione preesistente che lo rendeva vulnerabile alle infezioni

Nota: il 17 marzo 1995, la Food and Drug Administration (FDA) annunciò di aver approvato un vaccino contro la varicella. (212) Poco dopo, l’American Academy of Pediatrics iniziò a raccomandarlo per tutti i neonati.

16. Eufemismi.

Il personale medico spesso tenta di nascondere i fatti usando termini vaghi con significati nascosti – lo stratagemma dell’eufemismo. Ad esempio, il CDC ha informato i medici che potrebbero verificarsi casi di Hib dopo la vaccinazione, “prima dell’inizio degli effetti protettivi del vaccino”. [Traduzione: Il nostro vaccino può dare a tuo figlio la malattia.] Altri studi avvertono di “maggiore suscettibilità” alla malattia nei primi 7 giorni dopo la vaccinazione. [Un’altra confessione velata che il vaccino può dare a un bambino la malattia.] Inoltre, i bambini che contraggono una particolare malattia, anche se hanno ricevuto i loro colpi secondo il programma raccomandato – un programma precedente che è stato successivamente modificato (vedere il stratagemma di raccomandazioni variabili) – non sono vittime di un vaccino inefficace o di un fallimento del vaccino; anziché,sono stati “vaccinati in modo inappropriato”. Questi sono etichettati come casi “non prevenibili”.

Nel 1993, in Inghilterra, due dei tre vaccini MMR (morbillo, parotite e rosolia) in uso all’epoca furono ritirati in silenzio a causa di ciò che le autorità sanitarie affermavano essere un “lieve” rischio di meningite “transitoria”. negli Stati Uniti ha determinato che il rischio di malattia e morte a causa di colpi d’infanzia è reale ma “straordinariamente basso”, portando le autorità a concludere che si tratta di “eventi molto rari”. Tali possibilità remote e fugaci si contrappongono in modo netto a le parole utilizzate dalle autorità interessate a promuovere la loro causa. Quindi dobbiamo diffidare del sistema immunitario “poco sviluppato” dei bambini piccoli (come argomento a favore di i vaccini!), la natura “estremamente contagiosa” del virus e il “grave rischio di complicanze” associato alla contrazione della malattia.

Altri esempi dello stratagemma dell’eufemismo

I ricercatori stanno cercando di sviluppare un “super-vaccino a proiettile magico” che potrebbe essere somministrato una volta alla nascita per immunizzare i bambini a tutte le malattie infantili ” – delusioni di grandezza. Forse lo chiamano “proiettile magico” perché le morti infantili a causa del “colpo” rimarranno un mistero per i furfanti medici che premono il grilletto.

Il pubblico viene informato che i tassi di vaccinazione aumentano quando i bambini entrano a scuola perché i genitori sono “motivati” – non costretti – a vaccinare i propri figli.

Infine, fai attenzione quando le autorità annunciano che presto sarà disponibile un vaccino “senza precedenti” o “sperimentale”. Ciò che realmente significano è “stiamo cercando cavie umane per studiare gli effetti del nostro ultimo intruglio”.

17. Completamente bugie.

Mentire è uno stratagemma consolidato della comunità medica. È un modo semplice e veloce per promuovere la causa del vaccino senza dover fare affidamento su onestà, moralità o etica. I membri accorti della confraternita medica sanno che pochissime persone interrogano i medici e i loro compagni.

L’ American Nurses Association ha recentemente collaborato con Every Child by Two, la campagna Rosalynn Carter / Betty Bumpers per l’immunizzazione precoce, “per educare infermieri, genitori, dirigenti d’azienda, organizzazioni civiche ed educatori sull’urgente necessità di immunizzare i bambini”. La loro posizione aggressiva contro i bambini non vaccinati include un comunicato stampa con la seguente affermazione: diverse malattie infantili – tra cui poliomielite, difterite, rosolia, parotite e tetano – stanno subendo una “rinascita”. Questa affermazione è una vera e propria menzogna, ovviamente fatta per spaventare i genitori nel vaccinare i propri figli. Nessuna di queste malattie sta tornando. Di fatto, tutti hanno il più basso tasso di occorrenza da quando sono state conservate le registrazioni sulla loro esistenza

Secondo Donna Shalala, segretaria alla salute e ai servizi umani del presidente Clinton, “Si prevede che l’influenza di quest’anno, la varietà di Pechino, avrà un duro colpo”. Ha anche affermato che ogni anno da 10.000 a 45.000 americani perdono la vita a causa dell’influenza.224 Tuttavia, le statistiche ufficiali del governo, che Donna Shalala supervisiona, contraddicono la sua richiesta. Nel 1991, il CDC ha riportato solo 990 morti attribuibili all’influenza; nel 1992, 1.260. Gli americani muoiono a tassi 3 o 4 volte maggiori per malattie comuni come l’asma (4.650 morti nel 1992), le ulcere allo stomaco (5.770 morti nel 1992) e le carenze nutrizionali (3.100 morti nel 1992).

18. Raccomandazioni variabili e illogiche.

I nostri bambini vengono utilizzati come cavie. Per nascondere questo fatto, le autorità cambiano spesso le loro raccomandazioni. I vaccini nuovi e sperimentali sostituiscono quelli vecchi e inefficaci. Anche il numero di dosi ed età per riceverle viene modificato su base regolare, spesso con poche motivazioni per giustificare la raccomandazione originale o il passaggio. Ad esempio, nel 1985 il primo vaccino contro l’Hib (haemophilus influenzae di tipo b) è stato approvato per l’uso generale negli Stati Uniti ed è stato rapidamente raccomandato per tutti i bambini dai due anni in su – anche se il 75% di tutti i casi di Hib si verificano prima dei due anni di età!Nel 1988, un nuovo vaccino Hib “coniugato” è stato approvato per l’uso nei bambini di almeno 18 mesi di età. Nel 1991, l’uso raccomandato è stato esteso ai bambini di due mesi. Oggi, un vaccino Hib geneticamente modificato ha sostituito tutte le versioni precedenti.

Nel 1963, l’età raccomandata per la vaccinazione contro il morbillo era di 9 mesi. Nel 1965 fu cambiato in 12 mesi. Nel 1976 fu cambiato in 15 mesi. (230) Tuttavia, dal momento che un minor numero di mamme ha immunità naturale al morbillo oggi – a causa del gran numero di madri che hanno ricevuto colpi d’infanzia negli anni ’60, ’70 e ’80 – e quindi non possono passare anticorpi protettivi sui loro bambini, insorgenza di casi di epidemie nei bambini di età inferiore a 15 mesi. (231) In effetti, nel 1993, oltre il 25 percento di tutti i casi di morbillo si manifestava in bambini di età inferiore a un anno. (232 Di conseguenza, in alcune aree del paese l’età raccomandata per ricevere il vaccino contro il morbillo è stata nuovamente ridotta, portandoci al punto di partenza per le raccomandazioni iniziali –quando la maggior parte dei bambini sono stati, secondo le autorità mediche, “vaccinati in modo inappropriato!”

Dati recenti indicano che la maggior parte dei casi di morbillo si verificano in persone vaccinate. Per nascondere questo fatto, le autorità fanno affidamento sulle stratificazioni delle raccomandazioni variabili e ora raccomandano un potenziamento del morbillo da 4 a 6 anni. Alcune scuole sono richiedere una prova di rivaccinazione prima che i bambini possano accedere al 7 ° grado. Molte università si rifiutano di ammettere gli studenti che non hanno prove di rivaccinazione. Tuttavia, studi precedenti – uno recentemente pubblicato sul Pediatric Infectious Disease Journalhanno dimostrato che le dosi di richiamo del vaccino contro il morbillo sono relativamente inefficaci.

Le raccomandazioni alterate si basano su solide scienze o convenienza personale? I responsabili delle politiche sui vaccini desiderosi di introdurre il vaccino contro la varicella sono stati ostacolati dal numero di vaccini già esistenti. Non potevano decidere a che età raccomandare il loro nuovo prodotto. Volevano fare spazio per esso a 15 mesi, ma ciò avrebbe richiesto di cambiare la terza delle quattro età raccomandate per ricevere il vaccino orale contro la polio da “15 a 18 mesi” a “6 mesi”. Tuttavia, poiché esiste un “maggiore margine di manovra” con il vaccino MMR, hanno considerato di cambiare la prima delle tre età raccomandate per riceverlo da “15 mesi” a “12-15 mesi”.

Negli anni ’70 fu introdotta una vaccinazione contro l’epatite “derivata dal plasma”. Nel 1987 è stato sviluppato un vaccino “derivato dal lievito” geneticamente modificato. Nel 1991, il CDC e l’AAP hanno iniziato il processo di imposizione del nuovo vaccino per tutti i neonati – anche se i tossicodipendenti adulti IV, non i bambini, sono maggiormente a rischio di contrarre questa malattia!

Ecco un ultimo esempio dello stratagemma di raccomandazioni variabili e illogiche: le autorità sono così infastidite dal numero di persone che dichiarano che i vaccini hanno danneggiato o ucciso un membro della famiglia, che stanno cercando di limitare ulteriormente i rigorosi criteri per l’adesione al Programma nazionale di compensazione degli infortuni del vaccino. Ad esempio, le nuove regole riviste stabiliscono che una grave reazione a un vaccino DPT – come lo shock anafilattico – deve avvenire entro 4 ore!In altre parole, se il bambino precedentemente sano riceve il vaccino alle 10 del mattino, ha una violenta reazione allergica – ansima per aria, collassa in stato di incoscienza – alle 3 di quel pomeriggio, e in seguito viene diagnosticato come cervello danneggiato, il governo federale dirà che il danno non è correlato al tiro e quindi non hai un reclamo. Anche altri criteri per l’iscrizione al programma sono stati limitati o eliminati del tutto.

19. Diagnosi regolabili ed epidemie esagerate.

I funzionari sanitari hanno capito presto che i tassi di efficacia del vaccino potevano essere massimizzati da diagnosi creative. Ricorda, “il merito della vaccinazione viene mantenuto statisticamente diagnosticando tutti i [casi di vaiolo dopo le vaccinazioni] come eczema pustoloso [o qualsiasi altra cosa] tranne il vaiolo.” (241) In altre parole, se il contratto non vaccinato la malattia, chiamalo una cosa; se i vaccinati si ammalano, chiamalo in altro modo.

La professione medica spesso fa di tutto per creare l’illusione di straordinari tassi di efficacia del vaccino. Ad esempio, le norme per la definizione della polio sono state modificate quando è stato introdotto il vaccino contro la polio a virus vivo. La nuova definizione di “epidemia di poliomielite” richiedeva la segnalazione di più casi (35 per 100.000 anziché i consueti 20 per 100.000). A quel tempo anche la poliomielite paralitica venne ridefinita, rendendo più difficile la conferma e quindi la valutazione dei casi. Prima dell’introduzione del vaccino il paziente doveva esibire sintomi paralitici solo per 24 ore. Non sono state richieste conferma di laboratorio e test per determinare la paralisi residua (prolungata). La nuova definizione richiedeva al paziente di presentare sintomi paralitici per almeno 60 giorni,e la paralisi residua ha dovuto essere confermata due volte nel corso della malattia. Alla fine, dopo che il vaccino è stato introdotto, i casi di meningite asettica (una malattia infettiva spesso difficile da distinguere dalla poliomielite) sono stati più spesso segnalati come una malattia separata dalla poliomielite. Ma tali casi sono stati considerati polioprima dell’introduzione del vaccino. L’efficacia riportata dal vaccino è stata pertanto distorta.

Più recentemente, due fratelli hanno contratto una brutta tosse e sono stati portati dal medico di famiglia per un controllo. In una visita separata, i loro 2 cugini, che avevano anche una brutta tosse, furono portati dallo stesso dottore. Prima di essere esaminato, il medico ha chiesto a ogni gruppo di genitori lo stato di vaccino dei propri figli. Ai primi 2 bambini, che non sono stati vaccinati, è stata diagnosticata la pertosse. Agli altri 2 bambini, che erano stati vaccinati contro la pertosse, fu diagnosticata la bronchite. Nessun test clinico è stato eseguito su nessuno dei bambini. Questa tattica ha due funzioni: 1) gonfia le statistiche sulla pertosse suggerendo la necessità di un vaccino contro la pertosse e 2) sopprime la verità che il vaccino è inefficace.

Ai bambini che muoiono poco dopo aver ricevuto le vaccinazioni viene spesso diagnosticata la sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS). In effetti, questa tattica è così utile che ai coroner è permesso usare questo termine per certificare la morte di bambini fino all’età di 24 mesi.

Le epidemie di vaccino sono spesso “create” quando i funzionari sanitari diagnosticano erroneamente i disturbi o sopravvalutano il numero di casi. Ad esempio, quando i programmi televisivi hanno messo in discussione la sicurezza del vaccino contro la pertosse, il Dipartimento della salute del Maryland ha ingannato il pubblico incolpando una nuova “epidemia” di pertosse sull’impatto di questi spettacoli. Quando il dott. J. Anthony Morris, ex alto virologo della divisione americana degli standard biologici, analizzò i dati originali, tuttavia, concluse che l’epidemia del Maryland non esisteva. In solo 5 dei 41 casi c’erano prove ragionevoli per diagnosticare correttamente la pertosse. E ciascuno di questi 5 bambini aveva ricevuto da una a quattro dosi del vaccino contro la pertosse.

A Placitas, nel New Mexico, i titoli avvertivano i genitori di una pericolosa “epidemia” di tosse convulsa in quella città. Ma furono scoperti solo tre casi di pertosse, due dei quali in fratelli, tutti e tre nei bambini vaccinati. (248)

20. Dovere patriottico e responsabilità sociale

(noto anche come Guilt Trip). Secondo il Dr. Martin Smith dell’American Academy of Pediatrics (AAP), “i bambini della nazione sono soldati nella difesa di questo paese contro le malattie” I sostenitori del vaccino sostengono che alcuni bambini debbano essere sacrificati “per il benessere, sicurezza e conforto “della nazione. Una madre, il cui bambino è stato permanentemente danneggiato al cervello entro poche ore dal ricevimento di un vaccino DPT, è stato detto dal medico di famiglia che questo era il prezzo che il suo bambino ha dovuto pagare per tenere al sicuro gli altri bambini . Secondo il dottor George Flores, funzionario della sanità pubblica della contea di Sonoma, i genitori che rifiutano i vaccini “non considerano l’effetto del loro bambino sul resto della società” . A quanto pare, i bambini non vaccinati sono un pericolo per tutti coloro che sono vaccinati, anche se i vaccinati dovrebbero essere “protetto. “(Ci viene detto che affinché i colpi funzionino, tutti devono giocare insieme.) E le famiglie che rifiutano i colpi, ci viene detto, stanno in qualche modo raccogliendo i frutti da coloro che hanno vaccinato diligentemente i loro figli.

21. Sperimentazione non etica.

Nel dicembre 1990, è stato adottato un regolamento federale in base al quale la FDA ha dato il permesso al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DoD) di eludere le leggi statunitensi e internazionali che vietano gli esperimenti medici su soggetti riluttanti. Questo è il decreto che consentiva al DoD di iniettare alle truppe americane della Guerra del Golfo farmaci e vaccini sperimentali non approvati senza il loro consenso informato, ritenendo “non fattibile” ottenere il permesso dei soldati. Oggi, molti di questi veterinari, i loro coniugi e i loro figli sono paralizzati da malattie sconosciute.

Nel corso di un’azione legale di classe, gli indiani d’America nel South Dakota stanno facendo causa alla FDA e al CDC per aver testato un nuovo vaccino contro l’epatite A sui loro bambini. I funzionari sanitari non hanno avvertito i genitori che i bambini esposti sarebbero stati a rischio di cancro, convulsioni, disturbi agli occhi o morte. Le autorità ora prevedono di testare il vaccino contro l’epatite A in remoti abitanti del nord-ovest dell’Alaska

I vaccini somministrati contemporaneamente non sono stati dimostrati sicuri, ma le autorità continuano a raccomandarli e gli operatori sanitari continuano a iniettarli. Un recente studio sul Journal of American Medical Association ha rilevato livelli ridotti di anticorpi anti-pertosse nei bambini a cui sono stati contemporaneamente somministrati i vaccini DPT e Hib. Secondo l’autore dello studio, “Questa preoccupazione deve essere affrontata, perché ovviamente non vogliamo esporre i nostri bambini al rischio di vaccini senza fornire loro un beneficio ottimale”

Ogni anno durante la stagione autunnale e invernale si pensa che un nuovo virus influenzale circoli in tutta la comunità. Per produrre un vaccino per questo virus, i funzionari sanitari devono prevedere correttamente con quasi un anno di anticipo quale virus arriverà (facendo sì che alcune persone speculino che quando i funzionari indovinano correttamente, è proprio il vaccino stesso che potrebbe diffondere la malattia). Con la produzione che inizia di solito a gennaio e il prodotto finale concesso in licenza dalla FDA ad agosto, solo un mese o due prima della distribuzione degli scatti, su chi sembra che i vaccini vengano testati?

I ricercatori sui vaccini eseguono esperimenti non etici sulle popolazioni umane ogni volta che le loro nuove creazioni sono pronte per essere testate. Pertanto non sorprende apprendere i loro piani per aggiungere sostanze estranee – materiale virale – all’approvvigionamento alimentare. In effetti, le aziende biotecnologiche hanno sperimentato l’aggiunta di vaccini a banane, lattuga, patate, pomodori e semi di soia ormai da diversi anni. Su chi pensi che verranno testati questi vaccini?

22. Mandati.

Se i vaccini sono così meravigliosi, perché il governo deve incaricarli? Penseresti che tutti sarebbero stati in fila per ottenere i colpi. Ma i tassi di vaccinazione sono modesti. L’amministrazione Clinton affermò che il prezzo e l’accessibilità dei vaccini impedivano ai genitori di mantenere i programmi dei vaccini. Tuttavia, secondo un sondaggio condotto dall’Organizzazione Gallup per conto dei Lederle Laboratories, un importante produttore di vaccini, il “costo e tempo coinvolti sono le considerazioni meno importanti per i genitori che decidono se vaccinare i propri figli. “La possibilità di effetti collaterali è spesso considerata importante nel prendere la decisione.”

Le leggi statali impongono che i bambini vengano vaccinati prima di poter accedere alla scuola pubblica, a meno che un genitore non firmi una rinuncia che indica l’opposizione ai colpi. Mentre alcuni stati offrono un’esenzione filosofica o religiosa, tutti prevedono un’esenzione medica – se esistono controindicazioni. Ma i genitori non dovrebbero firmare una deroga che si oppone ai vaccini obbligatori. Invece, coloro che scelgono di vaccinare i propri figli dovrebbero essere obbligati a leggere l’intera gamma di possibili reazioni avverse. Quindi, i genitori che continuano a scegliere di vaccinare i propri figli dovrebbero firmare un modulo che indichi che comprendono tutti i rischi.

Mandare i vaccini è anche un mezzo senza scrupoli per estorcere denaro dai genitori fiduciosi. Immagina i profitti esorbitanti di qualsiasi azienda che produce un prodotto che tutti sono tenuti per legge a comprare, anche contro la loro volontà. Inoltre, l’estrema ricchezza acquisita attraverso questa racchetta medica non è accumulata dai soli produttori di droghe; i medici comuni condividono il bottino. Secondo il defunto dottor Robert Mendelsohn, pediatra di fama mondiale, i vaccini sono il “pane e burro” della pratica pediatrica. Altri ipotizzano che i danni causati dai colpi possano essere responsabili di nuovi disturbi e malattie rare abbastanza per mantenere ricchi gli specialisti medici e impegnati per gli anni a venire.

Immagina per un momento un gruppo di nutrizionisti che sviluppano un multivitaminico. Mettono le loro persone in condizione di valutare i benefici e i rischi del prodotto. Ora è “ufficialmente” dichiarato sicuro ed efficace. In effetti, i bambini che assumono questo nuovo multivitaminico sono più sani del 50% rispetto ad altri bambini. Ma c’è un problema: le costose vitamine devono essere assunte a intervalli regolari e tuttidevono prenderli o non funzioneranno. Non miglioreranno la salute, ci viene detto, perché i bambini “non protetti” inclini alla malattia – la progenie di genitori irresponsabili – passeranno i loro germi ai bambini “protetti” – figli di famiglie “responsabili”. Quindi i nutrizionisti fanno pressioni sui funzionari del governo per imporre il loro prodotto. I legislatori impegnati studiano i risultati dello studio “ufficiale”, determinano che “proteggere” i bambini è una priorità assoluta e decidono di sostenere gli obiettivi e le ambizioni di questa potente forza di pressione.

Immagina qualsiasi coalizione di professionisti con un programma da perseguire. Supponiamo che una gilda di ipnotizzatori abbia stabilito che i bambini possono essere ipnotizzati per esibirsi meglio a scuola rispetto ai bambini che non sono ipnotizzati. Ma ancora una volta c’è un problema: i bambini devono essere presi dai loro genitori a intervalli regolari per essere ipnotizzati e tutti i bambini devono essere ipnotizzati o gli effetti saranno incompleti. Accetteresti questa pratica? Controllo mentale, controllo del corpo; chi ha autorità sui nostri figli?

23. Rifiuto di denunciare reazioni al vaccino.

Nonostante una legge federale approvata dal Congresso nel 1986 – il National Childhood Vaccine Injury Act – che imponga a tutti i medici che somministrano i vaccini di denunciare le reazioni ai vaccini ai funzionari della sanità federale, molti scelgono di ignorare questo requisito legale. I medici spesso giustificano il loro rifiuto di segnalare le reazioni al vaccino sostenendo che il colpo non ha nulla a che fare con l’infortunio o la morte del bambino. La volontà del Congresso viene sovvertita, con conseguente grave sottostima di lesioni e decessi da vaccino.

Il Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) è il programma federale designato per la contabilizzazione di lesioni e decessi da vaccino. Entro il 2002, sono state riportate decine di migliaia di reazioni ai vaccini, compresi i decessi, nonostante il boicottaggio medico contro la segnalazione di incidenti. Tuttavia, si devono ingrandire queste cifre dieci volte, perché la FDA stima che il 90 percento dei medici non segnalare incidenti.

Per confermare ulteriormente il grado di sottostima che si verifica, nel 1988 e nel 1989 i Connaught Laboratories hanno condotto uno studio per determinare il tasso reale di eventi avversi associati ai vaccini che producono. Durante questo periodo di tempo, si sono verificate segnalazioni indesiderate (“spontanee”) di eventi avversi al ritmo del 20 per milione di dosi. Tuttavia, quando hanno fornito il vaccino ai medici con una richiesta di segnalazione di qualsiasi evento avverso che si è verificato entro 30 giorni dalla vaccinazione, a condizione che abbia comportato una visita medica, il tasso di eventi avversi è salito alle stelle a 927 eventi per milione di dosi. Secondo il dott. Jim Froeschle, direttore della ricerca clinica presso Connaught Laboratories, queste differenze indicano “una cinquantina di volte sottostima di eventi avversi. ” Tuttavia, anche questa cifra può essere conservativa. Secondo il dott. David Kessler, MD, direttore della Food and Drug Administration,” solo circa l’uno per cento degli eventi gravi [reazioni avverse ai farmaci] alla FDA. “

Le seguenti testimonianze di genitori e parenti di bambini danneggiati dal vaccino illustrano la facilità con cui i medici possono respingere le reazioni apparenti al vaccino e quindi giustificare la loro non segnalazione

“Nostro figlio ha avuto il suo secondo colpo di DPT e la poliomielite orale [vaccino] a quattro mesi di età il 22 settembre 1989. Aveva reagito alla sua prima immunizzazione di DPT due mesi prima con urla acute prolungate e vomito proiettile …. Dopo il suo secondo colpo ha immediatamente ricominciato a urlare acutamente: non poteva più alzare la testa e non poteva trattenere il cibo. Non riusciva a dormire o a rimanere sveglio, aveva convulsioni in assenza, decine di centinaia al giorno. si è deteriorato ogni giorno ed è morto il 14 aprile 1990. “ Il medico non avrebbe segnalato questa reazione. Non pensava che fosse correlato al vaccino.

“Il nostro nipote di 16 mesi ha ricevuto il suo 4 ° colpo DPT il 5 dicembre 1989, ed è morto 24 giorni dopo. Ha anche ricevuto i vaccini MMR e la polio orale allo stesso tempo. Entro 24 ore le sue gambe erano rosse e gonfie, aveva la febbre di 103 gradi ed era molto esigente e irritabile … I suoi colpi precedenti avevano reazioni simili …. Sappiamo che il colpo ha contribuito alla sua morte. Il medico non avrebbe segnalato questa reazione. Non pensava che fosse correlato al vaccino.

“Abbiamo perso il nostro bellissimo, prezioso e adorato figlio di 4 mesi 26 ore dopo aver ricevuto la vaccinazione DPT e la polio [vaccino] orale durante il suo controllo del bebè il 25 gennaio 1990 …. Eravamo consapevoli dei modelli di comportamento di nostro figlio cambiato dopo lo sparo …. Stava fissando, sembrava spaziale, si limitava a fare dei sonnellini, vomitava la sua bottiglia …. Il dottore insisteva sul fatto che si trattasse di una morte SIDS. ” Il medico non avrebbe segnalato questa reazione. Non pensava che fosse correlato al vaccino.

“Nostro figlio ha avuto la sua prima vaccinazione DPT e il vaccino orale contro la polio a 14 mesi il 22 febbraio 1990. Quella sera ha iniziato a urlare acutamente. I due giorni successivi ha avuto una temperatura di 101 gradi e ha dormito per 15 ore. Quando ha svegliato era estremamente irritabile …. Mio figlio soffriva molto di dolore al corpo. A volte sembrava che avesse un ictus. Altre volte era raggomitolato in un nodo duro che non riuscivamo a raddrizzare. Stava avendo convulsioni e non lo sapevamo … Continua ad avere convulsioni. Il medico, anche se la legge gli ha richiesto di registrare il produttore e il numero di lotto, non ha registrato il numero “. Il medico non avrebbe segnalato questa reazione. Non pensava che fosse correlato al vaccino.

“Mio figlio ha avuto il suo primo colpo DPT al suo controllo di 2 mesi l’8 maggio 1990 …. Quattro ore dopo ha iniziato a piangere …. Ho notato che era pallido e come una statua …. Ha smesso di respirare. L’ho preso, l’ho scosso e ha ripreso a respirare, un amico era in visita e ha chiamato il 911. Mio figlio ha smesso di respirare altre 8-10 volte con me, scuotendolo fuori ogni volta prima che arrivassero i paramedici. . urlando quando arrivammo in ospedale …. Ho un altro bambino che ha avuto reazioni gravi dai suoi colpi. Ha avuto un attacco dopo ciascuno dei suoi primi tre colpi DPT ed è stato in terapia per tre anni. Il medico non avrebbe segnalato questa reazione. Non pensava che fosse correlato al vaccino.

“Mio nipote di 16 mesi ha avuto il suo secondo colpo DPT, MMR e poliomielite durante il suo controllo del bebè il 16 agosto 1990. In meno di 48 ore ha avuto una temperatura di 105 gradi ed è entrato in convulsioni … Mio nipote si è deteriorato ogni giorno, cammina con le gambe rigide o il ginocchio gli si piega sotto sotto. Ha problemi alle viscere, costipazione un minuto seguita da diarrea che gli cola sulla gamba il minuto successivo. Guardiamo i nostri vecchi video e rendersi conto di quanto è cambiato “. Il medico non avrebbe segnalato questa reazione, né avrebbe dato ai genitori i produttori e il numero di vaccini che ha somministrato.

“Mio nipote ha avuto il suo primo colpo di DPT e la polio [vaccino] orale durante il suo controllo di 2 mesi di bebè l’8 giugno 1990. Entro 21 ore era morto. Dopo lo sparo ha iniziato a piangere [urla acuminate] .. .. Mio nipote ha iniziato a vomitare intensamente e ha continuato a piangere acutamente … Alle 7 del mattino mia figlia si svegliò e trovò mio nipote di avere un colore viola su un lato della sua faccia, pugni chiusi, sangue che gli usciva dal naso e dalla bocca e non respirava. Mio nipote era morto. Ho promesso a mia figlia che la sua morte non sarebbe stata vana e solo un’altra statistica etichettata SIDS “. Il medico non avrebbe segnalato questa reazione. Non pensava che fosse correlato al vaccino.

24. Sopprimere le informazioni / vietare le testimonianze contrastanti.

Il 1 ° aprile 1993, diverse proposte di legge furono introdotte al Congresso per stabilire un sistema federale di “localizzazione e sorveglianza” che avrebbe monitorato i genitori che avevano scelto di non vaccinare i propri figli. Alcune settimane dopo, il rappresentante Henry Waxman e il senatore Ted Kennedy presiedevano audizioni “pubbliche” su questa legislazione, ma proibivano il contributo di singoli genitori, organizzazioni di genitori e operatori sanitari preoccupati per la sicurezza dei vaccini. Invece, solo i gruppi con un interesse acquisito nella ratifica di questi disegni di legge sono stati autorizzati a partecipare: sponsor della Casa Bianca, diversi presidenti di società multimiliardarie che producono vaccini, agenti dell’American Academy of Pediatrics e funzionari della sanità pubblica

Il vaccino “inattivato” o “virus ucciso” di Salk è stato effettivamente regolato per consentire 5.000 virus vivi per milione di dosi. Tuttavia, poiché il vaccino è stato promosso come incapace di provocare la poliomielite, i casi che si sono verificati dopo la somministrazione del vaccino sono stati negati ed è stato escluso dalla tabella delle lesioni da vaccino. Il CDC rifiuta anche di riconoscere gli episodi di encefalite e disturbi convulsivi in seguito alla somministrazione del vaccino orale contro la poliomielite, anche se è stata accertata l’encefalite in seguito a contrazione della poliomielite in condizioni naturali

Altri esempi dello stratagemma di soppressione

Un recente rapporto pubblicato su Lancet rileva che alcune persone contraggono la meningite dopo aver ricevuto il vaccino MMR. Tuttavia, l’autore conclude che “a causa dell’estrema rarità di questa complicazione, i genitori non devono essere informati del rischio prima di decidere la vaccinazione”

Anche se un comitato nazionale di valutazione dei farmaci (ADRAC) ha raccomandato che i bambini vengano osservati per un periodo di tempo sufficiente dopo la vaccinazione per monitorare le reazioni, le autorità hanno combattuto contro il periodo di osservazione suggerito sulla base del fatto che provoca disagio ai genitori e aumenta l’ansia per il sicurezza dei colpi d’infanzia.

Quando il National Childhood Vaccine Injury Act del 1986 è stato approvato, il Dipartimento della sanità e dei servizi umani (HHS) è stato ordinato dal Congresso “di sviluppare e diffondere materiale informativo sui vaccini per la distribuzione da parte degli operatori sanitari”. Questo materiale doveva includere informazioni su reazioni avverse, controindicazioni e la disponibilità di un programma di compensazione federale per le persone che sono ferite o muoiono a causa di un vaccino obbligatorio. HHS doveva soddisfare questo requisito legale entro il 22 dicembre 1988. Al 4 marzo 1991, la questione era ancora irrisolta. Quando alla fine HHS ha presentato le informazioni richieste, “non sono riusciti a soddisfare nemmeno gli standard minimi di rigore scientifico, candore ed equità”. I rischi di vaccino sono stati sistematicamente sottostimati o ignorati.

Sebbene il personale medico sia obbligato per legge a fornire ai propri clienti opuscoli informativi che spiegano i benefici e i rischi delle vaccinazioni prima che ricevano i loro colpi, pochi medici offrono questi opuscoli ai loro clienti. La seguente storia illustra il tipo di danno che può verificarsi quando gli operatori sanitari scelgono di sopprimere le informazioni salvavita

“Sono una donna di 29 -9 anni che ha ricevuto un vaccino MMR richiesto dal [centro medico in cui lavoro]. Da quando ho ricevuto quel vaccino ho sperimentato una serie di effetti collaterali: vertigini, mal di testa, intorpidimento dei miei piedi e caviglie, mancanza di respiro, dolore toracico e articolazioni doloranti.

“Ho visto diversi medici negli ultimi sei mesi, più volte di quante ne possa contare. Quei dottori che hanno ammesso il vaccino potrebbero avere a che fare con questi sintomi hanno pensato che entro sei mesi i sintomi si sarebbero attenuati. Sfortunatamente, non è così In effetti, alcuni sintomi sono peggiorati: le mie caviglie sono intorpidite quasi continuamente, il dolore al petto ha iniziato a includere dolore al braccio sinistro e alla mascella, accompagnato da difficoltà respiratorie.

“Ogni aspetto della mia vita è stato influenzato da questo, compresa la mia capacità lavorativa, che è la ragione per cui dovevo avere il vaccino in primo luogo. Mi è stato detto che dovevo farlo, o non avrei avuto un lavoro Purtroppo, a questo punto ho già rinunciato al lavoro che ho ricoperto per oltre cinque anni.

“Non mi è stata data alcuna informazione prima di ricevere il vaccino. [Ho appreso in seguito] che le persone allergiche alle uova non dovrebbero ricevere questo vaccino. Sono allergico alle uova, ma il personale dell’ospedale non mi ha mai chiesto o detto nulla. Il mio medico di base è in perdita su cosa fare di me. Ma continuo a soffrire “.

25. Proiezione psicologica.

Il personale medico è noto per vedere negli altri i pensieri, i sentimenti e le azioni che negano in se stessi. Questa difesa sottile e inconscia contro l’ansia e la colpa è ciò che gli psicologi chiamano proiezione. I ricercatori sui vaccini, ad esempio, sono delusi dal fatto che le donne e le minoranze siano state riluttanti a sperimentare un nuovo vaccino contro l’AIDS, anche alla luce delle recenti rivelazioni sui test di radiazione della guerra fredda su soggetti inconsapevoli. I volontari riluttanti – non i ricercatori – furono accusati di nutrire una “convinzione errata” che il vaccino potesse causare l’AIDS, nonostante ciò che dicono gli scienziati.

Nota: Meno di 5 mesi dopo, i ricercatori sono stati costretti a riconoscere che “almeno cinque volontari nel principale studio governativo sul vaccino contro l’AIDS sono stati infettati dal virus dell’AIDS dopo aver ricevuto il vaccino”. Si dice che uno dei soggetti abbia subito “un calo insolitamente rapido del numero di globuli bianchi, la misura standard per il progresso dell’AIDS”. Ciò ha sollevato le preoccupazioni dei ricercatori “non solo su quanto funzioni bene il vaccino, ma se potrebbe aver aumentato la probabilità della loro infezione e … persino accelerato la progressione della malattia”.

I politici politici e alcuni legislatori sostengono che i genitori stanno abusando dei loro figli non permettendo loro di essere vaccinati. Alcuni genitori sono stati accusati di abuso di minori – “sindrome da bambino tremante” – dopo che i loro figli hanno avuto convulsioni o sono entrati in coma dopo vaccinazioni. In effetti, le autorità che autorizzano la somministrazione di questi vaccini pericolosi stanno abusando dei bambini e implicando i genitori. I genitori hanno perso la custodia dei loro cari in questo modo.

26. Propaganda organizzata.

Le organizzazioni comunitarie e i gruppi di genitori vengono spesso arruolati da associazioni mediche per organizzare campagne contro i bambini non vaccinati. I “volontari” raramente mettono in discussione le dottrine simili a una setta che i pro-vaccinatori pongono nella loro direzione. Ma queste organizzazioni e i loro aiutanti stanno davvero facendo un servizio alla comunità? Quanto sono oneste le campagne sui vaccini che omettono di menzionare le migliaia di famiglie colpite ogni anno dalle reazioni avverse ai vaccini? Perché è vietato rivelare i fatti reali? E perché non ci si può fidare che i genitori valutino i fatti da soli?

Il complesso medico-industriale è ben preparato per quasi ogni evenienza sfavorevole che può verificarsi. Ad esempio, subito dopo che il programma televisivo NBC “NOW” ha trasmesso una storia sul pericoloso vaccino DPT, un produttore di DPT ha inviato telegrammi agli operatori sanitari di tutta la nazione per rassicurarli sulla sicurezza del vaccino. Dopo che lo spettacolo è stato trasmesso una seconda volta, il CDC ha organizzato un blitz di propaganda inviando rapidamente via fax informazioni distorte a favore del vaccino a medici e altre persone interessate in tutta la nazione. In questo fax, il CDC ha avuto l’audacia di affermare che “Quasi tutti i bambini con qualsiasi malattia medica, compresa la morte, saranno stati vaccinati in precedenza nella loro vita …. [e] Quasi tutti i bambini con qualsiasi malattia medica, compresa la morte, avranno bevuto latte prima nella loro vita ” sottintendendo che ricevere colpi è benigno quanto bere latte.

27. Immunità legale.

Quando la FDA ha testato un lotto di vaccino DPT, hanno scoperto che l’intero lotto era del 200 percento più potente di quanto consentito dalle normative. Invece di distruggerlo immediatamente, l’agenzia ha permesso alle autorità sanitarie di “testarlo” su centinaia di bambini nel Michigan. Questa si è rivelata una tragica scommessa. Più tardi, quando i genitori di bambini che erano stati paralizzati e che avevano subito un danno cerebrale a causa dei colpi obbligatori hanno tentato di denunciare lo stato, i tribunali hanno respinto il loro caso perché la “dottrina dell’immunità sovrana” protegge il governo da pretese derivanti da servizi che solo il governo può fornire .

Una ragazza di 13 anni della Pennsylvania ha subito un danno irreversibile al cervello a causa di un vaccino contro il morbillo ricevuto durante un programma obbligatorio di vaccinazione di massa nella sua scuola. Tuttavia, una decisione del tribunale ha chiarito che né i produttori di vaccini né il governo potevano essere ritenuti responsabili perché i vaccini erano “inevitabilmente non sicuri”. [Traduzione: i genitori sono obbligati a giocare alla roulette russa unica del settore medico.] Il tribunale ha anche affermato che il produttore di vaccini ha delineato adeguatamente i rischi sul foglietto illustrativo. Di conseguenza, questi genitori sono stati ritenuti i soli responsabili delle cure dei loro ritardati mentali figlia – anche se loro, come la maggior parte dei genitori, non sono stati avvertiti dei pericoli del vaccino, non sono stati informati di questi inserti e hanno trattenuto il permesso per la loro figlia di essere vaccinati!

Le compagnie farmaceutiche sono legalmente immuni dalla maggior parte delle richieste di danni da vaccino e il loro incentivo a produrre vaccini più sicuri è stato rimosso quando è stata approvata la National Childhood Vaccine Injury Act del 1986. Questa legge stabilisce che “nessun produttore di vaccini sarà ritenuto responsabile in un’azione civile per danni derivanti da lesioni o decessi correlati al vaccino”. Incredibilmente, la bozza originale affermava anche: “Il termine lesioni o morte correlate al vaccino indica una malattia, una lesione, una condizione o una morte associata a uno o più dei vaccini elencati nella tabella delle lesioni del vaccino, tranne per il fatto che il termine non include una malattia, lesioni, condizioni o decesso associati a un adulterante o contaminante intenzionalmente aggiunto a tale vaccino. “

28. Minacce per cessare l’attività.

Prima dell’entrata in vigore del National Childhood Vaccine Injury Act del 1986, i produttori di vaccini venivano citati in giudizio così spesso e per così tanti soldi, che molti hanno minacciato – e lo hanno fatto – cessare l’attività. Quando il governo iniziò ad accettare la responsabilità per lesioni e decessi da vaccino, le intraprendenti compagnie farmaceutiche sono riuscite a rimuovere un importante incentivo per produrre vaccini sicuri ed efficaci.

29.Ostruzionismo.

I funzionari del vaccino usano la tattica del muro di pietra ogni volta che vogliono ritardare o evitare di accettare la responsabilità. Ad esempio, quando una madre, il cui figlio morì quattro giorni dopo il suo secondo colpo di poliomielite, studiò il suo rapporto provvisorio sull’autopsia, notò che c’erano importanti risultati di miocardite ed epatite e che il virus della polio era stato estratto da questi organi malati – – condizioni non incoerenti con una reazione vaccinale. Ma quando ha messo in dubbio la conclusione iniziale del dipartimento di patologia – Sindrome da morte improvvisa infantile – e ha richiesto ulteriori test per determinare se il virus della polio era un ceppo selvaggio o da vaccino, è stata portata in una battaglia di nove anni con il CDC per garantire i risultati . (Le autorità mediche sono state costrette a riconoscere la verità: il vaccino ha causato la poliomielite del bambino.)

Quando un bambino viene ucciso da un vaccino obbligatorio, il governo dovrebbe compensare i genitori, assegnando loro fino a $ 250.000. Tuttavia, se il bambino è gravemente ferito dal vaccino, continua a vivere e richiede cure a vita, possono essere assegnati diversi milioni di dollari. I funzionari governativi potrebbero essere riluttanti a risolvere rapidamente i casi, sperando che il bambino danneggiato muoia, riducendo così il pagamento. Questo è esattamente ciò che milioni di persone hanno imparato quando The Crusaders,un telegiornale televisivo, ha trasmesso uno spettacolo coraggioso sul pericoloso vaccino contro la pertosse. Il padre di un ragazzo che ha subito un grave e permanente danno cerebrale poche ore dopo un colpo alla DPT non è riuscito a convincere il governo a risolvere il suo caso. La famiglia ha bisogno dei soldi per pagare le cure specialistiche del bambino, ma “se dovesse succedere qualcosa a lui e lui non vivesse, non dovrebbero pagare per le cure della sua vita”

30. Segretezza.

Se i vaccini offrissero solo benefici, il governo non avrebbe bisogno di obbligarli e gli stratagemmi indicati in questo capitolo non sarebbero necessari. Invece, i genitori sarebbero in fila per ottenere i colpi. I membri della confraternita medica lo comprendono e si sono uniti per nascondere il modo in cui vengono prodotti i vaccini, le persone su cui vengono testati, quanto sono realmente efficaci e i tassi reali di eventi avversi. Anche il costo del produttore per la commercializzazione dei vaccini è considerato un “segreto commerciale o informazione riservata”.

I medici che hanno osato mettere in discussione pubblicamente i vaccini, “sono stati avvertiti che la loro carriera è in pericolo e rischiano [di perdere la licenza per praticare la medicina].” Altri sono screditati.

Dopo che il figlio di una famiglia è stato danneggiato da un colpo di DPT, hanno ottenuto, attraverso il Freedom of Information Act, una registrazione informatizzata di oltre 34.000 reazioni avverse ai vaccini per un periodo di tre anni. Avevano la sensazione che il figlio avesse ricevuto un vaccino cattivo – da una “zona calda” – e volevano vedere se potevano proteggere gli altri bambini dalle ferite.

Dopo molte ricerche, hanno scoperto che il loro figlio era stato vaccinato da un molto tempo. Il tasso di mortalità associato a questo lotto era tre volte superiore a quello legato ad altri lotti. Dieci bambini erano morti per questo. Ma quando i genitori hanno parlato con i funzionari della FDA per determinare se l’agenzia avrebbe condotto un’indagine, gli è stato detto che “a causa delle dimensioni del lotto, i decessi non hanno giustificato indagini significative”. Quando hanno chiesto informazioni sulla dimensione del lotto, la FDA ha dichiarato categoricamente: “È confidenziale”

I genitori di tutto il mondo vorrebbero sapere quante morti sarebbero sufficienti per giustificare un’indagine. Se dieci non bastano, sono venti? Trenta?Quaranta? Cosa basta? Quale settore è autorizzato a operare in segreto e a distribuire un prodotto al pubblico senza responsabilità? I cittadini interessati non possono nemmeno scoprire dal governo quale sia il meccanismo per istituire un richiamo, se addirittura uno esiste.

I premi delle compagnie farmaceutiche per i danni da vaccino sono generalmente regolati in via stragiudiziale. I genitori che si aspettano di ricevere un risarcimento per il loro bambino che è stato danneggiato o ucciso da un vaccino sono spesso tenuti a tacere come condizione dell’accordo. Ai genitori che chiedono un risarcimento dal Programma federale di indennizzo per i danni da vaccino viene spesso consigliato di astenersi dal discutere i loro casi e anche gli insediamenti. Per sapere quanto sia difficile violare il patto di segretezza, cerca di ottenere specificiinformazioni sul vaccino dal CDC o dalla FDA. Saranno felici di inviarti la loro propaganda ufficiale ma diventeranno rapidamente apprensivi e moderati quando inizi a sondare ulteriori informazioni. Queste organizzazioni pubbliche, supportate da dollari dei contribuenti, dispongono di tutti i tipi di informazioni. Tuttavia, è improbabile che lo condividano con cittadini medi, poiché in tal caso saremo in grado di prendere le nostre decisioni razionali e informate in merito agli spari. Ma il popolo americano ha il diritto di conoscere le risposte alle loro domande prima di sottoporre i propri figli a vaccini “obbligatori”.


“Potremmo inginocchiarci sul vetro rotto e dare all’American Medical Association (AMA) tutto ciò che desiderava, e comunque si opporranno. Ci spingeranno il più lontano possibile, e poi ci rovineranno.” –Federal Healthcare Task Force Member,

“Ogni medico consentirà a un collega di decimare un’intera campagna prima che violi il vincolo dell’etichetta professionale dandogli via.” –George Bernard Shaw

Vaccini - Effetti CollateraliVoto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 12,00

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

*

code